Chiarimenti verbale invalidità civile

buonasera!
avevo già chiesto un consulto in questa sezione, ho appena ricevuto verbale.

sintetizzo, evitando dati personali:
esame obiettivo:
discrete condizioni generali, pz depressa ma collaborante, deambulazione autonoma, lavora per impresa pulizie, riferisce di non guidare.

accertamenti disposti: nessun accertamento.

documentazione acquisita relazione psichiatrica+ altra documentazione.

diagnosi:
disturbo bipolare di tipo 1 in comorbidita con dap e adhd, ins venosa AA.
ii.

rigurgito mitralico recente dgn lnh
tp con litio (vedasi relazione psichiatrica).


codice dm 5/2/92


codice icd9


in pratica la competente commissione mi ha attribuito il 75%; con revisione 2021/09.


disabilità rilevate:


perdonate l' ignoranza, ma il mio 75%, da cosa è dato?

come mai non compaiono i codici?

in famiglia non riusciamo a capire cosa mi è stato valutato, perciò chiedo cortesemente a voi dei chiarimenti...
sinceramente la commissione ha fatto nel mio caso la giusta valutazione, ma volessi fare ricorso, come faccio a capire?

è pur vero che la revisione è ovviamente lontana, ma cosa devo portare a livello di documentazione, se non comprendo le disabilità rilevate? preciso che per il linfoma al momento non necessito di chemio/immunoterapia, in futuro non è dato sapere, sono al momento sotto monitoraggio, con emocromo, ecografia addome e stazioni linfonodali, più visita con oncoematologo. (come da relazione)

certa di un vostro riscontro porgo i più cordiali saluti.
[#1]
Dr. Nicola Mascotti Medico legale, Cardiologo, Medico del lavoro, Medico igienista 3.6k 225 26
Spett.le Utente,

le infermità competenti riconosciute ed elencate nel verbale, secondo quanto Lei riporta, sono:

-disturbo bipolare di tipo 1
-disturbo da attacchi di panico
-disturbo da deficit di attenzione
-insufficienza venosa arti
-rigurgito mitralico
-linfoma non hodgkin (diagnosi recente)

La riduzione della capacità lavorativa in misura del 75% viene calcolata mediante valutazione complessiva delle infermità elencate.

Probabilmente i codici D.M. 5/2/92 non compaiono perchè le infermità in questione (tutte) non sono specificamente riportate nella tabella allegata al D.M. in questione.

Per avere ulteriori indicazioni, ed eventualmente presentare ricorso giudiziale, Le suggerisco di rivolgersi ad un Ente di Patronato.

Alla revisione sarà utile che presenti la documentazione sanitaria aggiornata riguardante tutte le infermità che saranno all'epoca rilevabili, anche quelle eventualmente nuove e diverse che dovessero manifestarsi, oltre a quelle che già Le sono state riconosciute.

Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2]
dopo
Utente
Utente
la ringrazio della celere risposta anzitutto.
dunque hanno valutato esattamente tutto
quanto riportato?
si pensava che perlomeno dovessero chiarire le infermità riconosciute,invece lo spazio è vuoto come vede.
per i codici probabile non compaiano tutte,vorrà dire che alla revisione farò documentazione aggiornata,ma essendo patologie croniche non potrà esserci nessun miglioramento purtroppo.
ne approfitto per chiederle un' altra precisazione: a questo punto la revisione è perché giustamente non possono prevedere l' andamento della patologia ematologica? cioè,ipotizzano vada trattata?
magari lei come medico competente saprà rispondermi,per il disturbo bipolare mi curo da circa 20 anni,con continue ricadute..la valvulopatia non può regredire,tantomeno l' insufficienza venosa,che è peggiorata,tanto è che debbo intervenire nuovamente.
la ringrazio dei consigli,ma il ricorso non credo sia giusto,come primo accertamento la illustre commissione a nostro parere ha fatto una valutazione corretta..crede possa tentare per una 104?
il medico non l' ha richiesta,ma mi ha detto che posso farla successivamente,ora che è arrivato il verbale vorrei tentare,i permessi non sono sufficienti a coprire le svariate visite che devo fare
[#3]
Dr. Nicola Mascotti Medico legale, Cardiologo, Medico del lavoro, Medico igienista 3.6k 225 26
Spett.le Utente,

- purtroppo non posso sapere se la valutazione è esatta, nè in questa sede alcuno potrebbe giudicare sulla correttezza o meno della valutazione di una Commissione che ha avuto modo di visionare la documentazione sanitaria e visitare direttamente l'interessata

- la revisione serve a stabilire, nei casi suscettibili sia di miglioramento che di paeggioramento, quale sia l'evoluzione nel tempo delle infermità

- può senz'altro fare istanza per il riconoscimento della condizione di handicap, anche se a mio parere sarà difficile che Le venga riconosciuta la connotazione di gravità (art.3, comma 3); però non si può mai sapere.

Distinti Saluti.
[#4]
dopo
Utente
Utente
gentile dott Mascotti la ringrazio per gli ulteriori chiarimenti,e del tempo che mi ha dedicato.
ancora grazie,e buona serata.

Il disturbo bipolare è una patologia che si manifesta in più fasi: depressiva, maniacale o mista. Scopriamo i sintomi, la diagnosi e le possibili terapie.

Leggi tutto