Utente
Buonasera... volevo chiedere gentilmente se sulla base di due interventi per ernia del disco e a seguito degli esami che riporto di seguito è possibile richiedere/ o essere riconosciuto invalido, e se si può procedere via legale avente causa tale problema...Eseguito il primo intervento di discectomia l3-l4, a breve distanza di tempo però risultato non risolutivo, il quale ha compromesso il mio stato di salute, mi ha portato a ripetere un secondo intervento di microdiscectomia a seguito di denervazione in atto della radice l3-l4, marcata ipotrofia muscolare del quadricipite femorale SN e di materiale erniario rimasto in sede.

Eseguito il secondo intervento di microdiscectomia l3-l4 a distanza di due mesi ho eseguito esame di risonanza magnetica la quale riporta: non si documentano compressioni sul sacco durale.

Esiti dei pregressi interventi di laminectomia e faccectomia in l3-l4 sn, con protusione discale forominale omolaterale.

Protusione discale l4-l5.

Al momento i sintomi sono rigidità muscolare, dolore lombare, ginocchio ovattato e dolore al quadricipite femorale sx... sto eseguendo fisioterapia con posturale Tecar laser yag ma rimane la persistenza del dolore... l elettromiografia riporta moderata sofferenza neurogena stabilizzata a distribuzione l3-l4 l4-l5.
P.
S. Le problematiche sono sorte con il primo intervento, ed il secondo è stato eseguito per cercare di rimediare al primo.

Grazie in anticipo a chi mi darà una risposta!

[#1]  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

l'ipotesi di "colpa medica" deve essere supportata non solo dalla persistenza di disturbi od insorgenza di nuovi sintomi, ma dalla dimostrazione di un errore tecnico nell'intervento subìto, oppure da un'inappropriatezza dello stesso.

Se vuole ottenere un parere attendibile sulle possibilità di un eventuale risarcimento del danno, Le suggerisco di sottoporre ad un clinico (Ortopedico, Neurochirurgo) tutta la documentazione sanitaria, per verificare se esisteva indicazione all'intervento e se questo è stato effettuato correttamente, e di farsi rilasciare una relazione scritta.
Solo successivamente potrà consultare un Medico Legale per il seguito dell'azione risarcitoria.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]