Utente 116XXX
salve girando su internet alla ricerca di informazioni su un mio ipotetico problema mi sono ritrovato nel vostro sito , tengo a precisare che non so se voi potete aiutarmi o consigliarmi quindi vi chiedo di scusarmi se mi sono erroneamente rivolto a voi adesso e non prima in tal caso non mi aspetto risposta da parte vostra.
Nel giugno 2008 ho avuto un incidente stradale con ragione , alla guida di uno scooter ho tamponato un'auto che faceva inversione a U in doppia striscia continua riportando i seguenti danni:
polso sx: frattura dell'epifisi distale del radio e della stiloide ulnare. frattura del 5° metacarpo.lussazione anteriore dell'articolazione radio ulno-carpica.
polso dx: frattura intrarticolare dell'epifisi distale del radio.sublussazione dorsale dell'ulna
mi hanno ingessato il polso destro e per il polso sx ho subito intervento chirurgicodi " riduzione e osteosintesi con fissatore esterno tipo penning.
mi sono da subito rivolto ad un avvocato privatamente il quale dopo la convalescenza durata 6 mesi mi ha mandato da un medico legale per fare una relazione da portare al medico legale dell'assicurazione.la relazione dice inabilita' temporanea 40 giorni , inabilita' temporanea parzialeal 50% di ulteriori 60 giorni.alla fine ha valutato il 10%della totale validita' del soggetto.
durante i mesi di convalescenza l'assicurazione della controparte e' stata assorbita dalla mia assicurazione quindi la relazione e' stata portata al medico legale della mia assicurazione la quale dopo una prima offferta di riconoscermi il 7% l'avvocato e' riuscito ad ottenere l'8% che tradotto in euro tutto compreso ammonta a15000 euro.a detta dell'avvocato posso ritenermi soddisfatto cosa che io non sono visto che ho ancora tutt'ora problemi di mobilita' al polso sx e mi ha detto che se rifiuto questa offerta bisogna andare in causa cosa che lui mi sconsiglia perche' in base alla sentenza potrei anche prendere meno soldi .a me sembra che si sia svolto tutto troppo velocemente e non so cosa fare mi dispiacerebbe prendere quei soldi e scoprire in seguito che si sarebbe potuto fare di piu' . mi sembra che da parte di tutti ci sia la volonta' di chiudere al piu' presto nonostante io non abbia questo bisogno immediato di soldi .secondo voi cosa posso fare? e' giusto il risarcimento offertomi? grazie

[#1] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente 116272,
potrebbe scrivere l'esame obiettivo riportato nella sua relazione di parte?
Questo per capire come si muovono i suoi polsi.
Poi sarebbe utile sapere se i mezzi di sintesi sono ancora in sede.
Per sua iniziale informazione le riporto le voci tabellari di riferimento per le lesioni al polso così da potersi fare un idea.
Rimango in attesa.
Cordialità

Rigidità con riduzione di 2/3 della flesso estensione 9 d. - 8 n.d.
Rigidità con riduzione della metà della flesso estensione 6 d. - 5 n.d.
Instabilità della radio-carpica di grado medio da lesione legamentosa accertata strumentalmente 3-6 d. - 2-5 n.d
Instabilità della radio-ulnare distale ≤ 5 d. - ≤ 4 n.d.
Esiti di frattura di scafoide con dolore e modica limitazione dei movimenti ≤ 5 d. - ≤ 4 n.d.
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#2] dopo  
Utente 116XXX

le riporto l'ESAME OBIETTIVO LOCALE cosi' come e' scritto nlla relazione:
il p. risulta in ottime condizionigenerali.per quanto riguarda i settori interessati dal trauma si segnala quanto segue:
L'arto superiore destro appare normoatteggiato pariperimatria all'avambraccioed al bicipite nella misurazione comparativa.la digitopressione sul pregresso focolaio fratturativo risulta doloerosa.i movimenti attivi e passivi di flesso-estensione del polso e di radio-ulnarizzazione appaiono limitati ai gradi estremi con risveglio doloroso Movimenti di presa, pugno e pinza bidigitale validi.
L'arto superiore sinistro si presenta con un'alterazione del normale profilo anatomico del polso con deviazione ulnare del suo asse.Presenza di quattro esiti cicatriziali parestesici da posizionamento da fissatore esterno alla superficie radiale.Non si rilevano segni di ipotonotrofia ai muscoli interossei cosi' come nelle eminenze tenar ed ipotenar.Ipotrofia muscolare con minus perimetrico di circa o,5 cm all'avambraccio sinistro nella misurazione comparativa .Si suscita viva dolenzia alla palpazione dell'articolazione del polso sinistro con ipoparestesia diffusa a tutta la mano.I movimenti attivi e passivi di flesso-estensione del polso e di radio-ulnarizzazione appaiono limitati di circa 1/3 con risveglio doloroso ed ipostemia muscolare.Movimenti di presa,pugno e pinza bidigitale ipovalidi,con risveglio algico irradiatoall'articolazione radio-carpica.
SCUSI L'IGNORANZA MA COSA SIGNIFICA " SE I MEZZI DI SINTESI SONO ANCORA IN SEDE ? " se si riferisce a radiografie , cartelle cliniche e relazione medico legale di cui ho scritto sopra sono in mio possesso. la ringrazio anticipatamente per la sua disponibilita'

[#3] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente 116272,
per i mezzi di sintesi credevo le avessero applicato delle placche o delle viti di stabilizzazione.
Da quello che lei mi descrive il polso destro non mostra gravi problemi, il sinistro sembra doloroso nei movimenti.
La valutazione potrebbe essere corretta a fronte di tale obiettività.
Le consiglio di effettuare una rm al polso sinistro per fugare qualsiasi dubbio.
Attendo notizie.
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#4] dopo  
Utente 116XXX

grazie dott.Mancini per la sua tempestiva velocita' nel rispondermi ora mi sento piu' rassicurato faro' l'ulteriore rm come consigliato da lei, non appena riusciro' a farla in base ai tempi scrivero' l'esito cosi' magari potra' darmi un ulteriore consiglio, grazie ancora e arrisentirci.