Utente 123XXX
buon giorno sono un ragazzo di 31 anni,il 5/01/1995 in seguito ad un incidente stradale vengo trasportato presso l’ospedale dove mi riscontrano la frattura del femore sx,il 7/1/1995 mi operano e mi inseriscono un chiodo di kuncher e dopo 3 settimane in seguito ai miei lamenti si accorgono che ho anche la caviglia sx rotta e mi ingessano il piede ;dopo la dimissione ogni mese faccio le visite e le lastre per verificare la frattura del femore e l’esito è sempre buono ma dopo 1 anno e mezzo mi dicono che l’osso non si è consolidato e il7/7/1995 mi rioperano togliendomi il vecchio kuncher e inserendone un altro ,prelevando osso dalla tibia e aggiungendo oltre al chiodo una placca ,6 viti e un cerchiaggio ;il professor xxxxxx ex primario di ortopedia dell’ospedale disse che i mezzi di sintesi che mi mise li potevo tenere per tutta la vita ma successivamente iniziai ad accusare dolore e limitazioni nel movimento dell’anca e della gamba sx ,mi recai varie volte in pronto soccorso e mi diagnosticarono sempre COXALGIA e mi dissero che era normale dovuto ai cambiamenti del tempo . Visti i miei problemi nel camminare a SETTEMBRE DEL 2007 andai nuovamente in pronto soccorso a Rivoli dove scrissero :il paziente RIFERISCE IN SEGUITO AD UNO SFORZO DOLORE IN PROSSIMITA DEI MEZZI DI SINTESI E LA DIAGNOSI FINALE DEI MEDICI è STATA CONTUSIONE E TUMEFAZIONE ANCA SX CHE RITENGO NON C’ENTRI NULLA,a quel punto vado dal dott.xxxxx ORTOPEDICO dell’ospedale che guarda la lastra e mi dice che non si può nemmeno operare perche al 99% si romperebbe il femore comunque mi fa fare gli esami pre operatori ma alla fine non mi opera !!Ad ottobre del 2008 su consiglio del mio medico di famiglia chiedo l’invalidità e dopo la visita collegiale la commissione medica mi invia dall’ortopedico dell’ASL che appena vede la radiografia si mette le mani nei capelli e dichiara che i miei problemi di dolore e limitazione sono dovuti al CHIODO TROPPO LUNGO E QUINDI PUNTA NELL’ANCA SX,e mi conferma che operami comporta molti molti rischi e anche lui nonsi prenderebbe la responsabilità di operarmi.
PERTANTO VISTO CHE IO SONO ROVINATO A VITA PER UN ERRORE MEDICO e solo 4 mesi fà ho scoperto l'errore posso chiedere un risarcimento?
RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE PER LE RISPOSTE.

[#1] dopo  
Dr. Michele Milano

44% attività
0% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
1) Bisogna valutare fino a che punto il problema derivi da un errore medico (mi sembra infatti strano, ma la prego di non considerare questo un giudizio non potendola visitare, che solo dopo 14 anni (!!!) un ortopedico si sia reso conto che il mezzo di sintesi era troppo lungo)
2) Non deve chiedere il consulto in Ortopedia ma in medicina Legale.
Per tal motivo sposto il suo consulto in medicina legale.

Cordialmente
Dr. M. Milano
drmilano@libero.it - www.lamanoedintorni.altervista.org
NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente 123145,
innanzitutto mi chiedo se il collega ortopedico che ha valutato le sue radiografie ed ha valutato la presenza di un errore abbia anche valutato complessivamente la sua storia clinica dal 1995 ad oggi (prima di parlare bisognerebbe forse riflettere - la sua storia è più complessa, sotto il profilo medico legale, di quello che si può credere ad una semplice occhiata).
In secondo luogo, rispondendo direttamente alla sua domanda finale, le consiglio di rivolgersi in prima battuta ad uno specialista medico legale il quale, valutata la documentazione del caso, saprà meglio indirizzarla nella stesura di un parere specialistico.
Infine, esiste la concreta possibilità sotto il profilo giuridico che lei possa chiedere un risarcimento per l'eventuale errore che fosse identificato; ciò deve essere posto comunque all'attenzione non solo dello specialista in medicina legale ma anche di un avvocato prima ancora di intraprendere qualunque richiesta di risarcimento.
Buona giornata
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#3] dopo  
Utente 123XXX

la ringrazio per la risposta ,venerdì mi sono rivolto ad una società che si occupa di errori medici e gli ho consegnato copia delle cartelle cliniche e delle lastre ,ora sono in attesa che la commissione medica valuti .
per quanto riguarda l'errore medico sono 7 anni che mi dicono che il chiodo è troppo lungo l'hanno ammesso persino gli ortopedici dell'ospedale dove sono stato operato ma non hanno mai voluto metterlo nero su bianco per non incorrere in contro a una causa medico legale ,solo un ortopedico dell'asl di un altro ospedale dopo aver visto le lastre ed aver misurato il chiodo a scritto che è troppo lungo (circa 5 cm in più)e ld è stato confermato anche dai medici legali dell'inps dove ho richiesto l'invalidità.quindi penso e spero che mi venga riconosciuto il danno.
cordialmente.

[#4] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
Dio mio 5 cm in piu' e NESSUNO se ne è accorto? C'è qualcosa che non quadra.Comunque se i colleghi hanno sbagliato giusto che ne paghino le coseguenze, ma se non hanno sbagliato la società "errori medici" come pensa di agire verso il "cliente"? Ninete pagamento, rimborso spese o "può succedere"?
dott Sergio Funicello
Spec Medicina legale e Chir d'Urgenza
Dirigente medico legale ASL

[#5] dopo  
Utente 123XXX

buona sera purtroppo gli ortopedici dell'ospedale dove sono stato operato sapevano dei 5 cm ma visto che l'errore l'aveva fatto l'ex primario non mi dissero nulla ma imputavano il dolore ad una banale coxalgia ma quando il primario è andato in pensione si sono aperti ed in confidenza misurando il chiodo ne è uscito l'errore ,per quanto riguarda la società errori medici in caso di esito negativo devo pagare 300 euro di visita medico legale ma appenaa la consulente a visto le lastre le lascio immaginare i commenti ....pensi che mi ha persino anticipato i 300 euro comunque a parte il ricavarne denaro preferirei trovare una struttura che si prendesse la esposabilità di levarmi stò chiodo ,placca ,cerchiaggio e 8 viti!!
se vuole provo a scannerizzare le lastre e gliele mando via mail?

[#6] dopo  
Utente 123XXX

Egr.Dott Funicello
Buona sera mi ha contattato il medico legale che mi ha visitato e mi ha detto che la commissione ha riconosciuto l'errore medico e la valutazione del del danno biologico essendo che il chiodo spunta di 5 cm è dell'8% ma a me sinceramente sembra mooolto poco e gli e lho detto e lei mi ha risposto che chi si rompe un femore ha comunque delle limitazioni anche dopo la guarigione ma a me risulta il contrario ,cioè una volta operato e tolti i mezzi di sintesi parlando di una frattura a metà femore il paziente torna normale al 100% senza limitazioni o mi sbaglio ?
se può gentilmente darmi un suo parere anche a grandi linee e magari indirizzarmi presso un medico legale di torino specializzato o perlomeno esperto di ortopedia le sarei grato .
grazie.

[#7] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
allora comprendiamoci bene in questi casi si nomina un medico legale (Torino è un'ottima scuola)il uqlae , se lo riterrà opportuno, si avvarrà di uno specialista ortopedico.
Questo è l'iter che seguirei io.
Le dico questo perchè senza una radiografia, senza una cartella clinica e senza un controllo clinico è impossibile rispondere alla sua domanda
dott Sergio Funicello
Spec Medicina legale e Chir d'Urgenza
Dirigente medico legale ASL

[#8] dopo  
Utente 123XXX

grazie per la tempestiva risposta ,visto che il medico legale che mi ha fatto la relazione non mi soddisfa cercherò un altro medico legale grazie .