Utente 405XXX
Egr, Dottori
mio padre, 62 anni, nel settembre 2005 viene sottoposto a pneumonectomia dx per adenocarcinoma polmonare stadio 1b. nel nov 2006 sottoposto a rcst gamma knife a verona per mts cerebrale e nel gennaio 2007 a toracostomia per revisione del cavo pleurico dovuta a fistola del moncone bronchiale e infezione da aspergillo tuttora presente.
al controllo TAC del 09/07/07 risultano:
"impegno linfonodale a livello ascellare dx con piccoli elenti con diametro max di 12 mm; elemento linfonodale a livello della loggia del bartey diametro 16 mm e a livello posterobasale del lobo polmonare inf sx un formazione nodulare di 11.1 mm da riferire a lesione ripetitiva".

al controllo PET total body + encefalo del 24/07:
"si evidenzia modico accumulo del tracciante a livello dell'emitotace dx riferibile in prima ipotesi a fenomeni di tipo reattivo. non si eviedenziano aree di significativo iperaccumulo del tracciante a livello dei restanti segmenti corporei esaminati e delle strutture encefaliche".
la mia domanda è questa:
potrebbe essere un falso negativo?
e se si, lo sarebbe anche per i linfonodi?
non è possibile che la presunta lesione al polmone sx sia aspergilloma?


Grazie anticipatamente dei consulti che mi fornirete.

[#1]  
9160

Cancellato nel 2008
Gentilissimo signore,dubito possa essere un falso negativo in quanto sono trascorsi ben 8 mesi dalla radioterapia.La mancata captazione a livello linfonodale fa pensare ad un processo infiammatorio reattivo.La TC da lei esibita parla di lesione ripetitiva al lobo polmonare inferiore sinistro:comunque l'aspergilloma in PET puo' captare intensamente l'FDG.Il referto PET appare tuttavia per il momento tranquillizzante.

[#2] dopo  
Utente 405XXX

Egr. Dr. Restuccia,
Innanzitutto La ringrazio per la celerità e per la precisione delle Sue risposte.
mi pare di capire che sia una lesione ripetitiva, sia un aspergilloma, teoricamente dovrebbere dare positività nell' esame Pet con FDG!?!?
é vero che i noduli del parenchima polmonere intorno a 1 cm di diametro potrebbero sfuggire alla captazione Pet?
inoltre, non so se possa servire questa informazione, ma dal momento della iniezione del tracciante FDG a quello dell'inizio dell'esame sono passati solo 30 minuti... magari sarebbe dovuto passare + tempo per permettere l'accumulo? sarebbe bene effettuare un'altra Pet?

Grazie anticipatamente delle risposte che mi fornirà.

[#3]  
Dr. Antonino Restuccia

24% attività
0% attualità
12% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Aggiorno la risposta a beneficio degli utenti che si trovano nella stessa situazione clinica.
É bene ricordare che il medico nucleare esperto può in molti casi discriminare tra una captazione infiammatoria(aspergilloma in questo caso) e metastasi polmonare grazie alla capacità di interpretare ed integrare il dato funzionale PET con quello anatomico TC.Non sempre chiaramente si può dirimere il dubbio.
Il tempo intercorso tra iniezione del radiofarmaco ed acquisizione PET non é quello standard ma rientra in una finestra accettabile.
Nella mia esperienza ho visto captare piccoli noduli ai limiti di risoluzione della metodica (4-5 mm) e non captare noduli sul centimetro.Subentrano in gioco vari fattori quali questioni tecniche,escursioni respiratorie ecc.
In realtà non esiste una regola indubbiamente se una lesione ha elevato metabolismo glucidico ed é piccola potenzialmente può captare spesso debolmente.
Nel caso di nodulo singolo oggi si esegue la PET se la lesione ha un dtm di almeno 7 mm.

Saluti
Dott. Antonino Restuccia

Per consulti prendere appuntamento via mail o cell.: Joppolo (VV) o CZ