Utente 315XXX
Buongiorno. Sono un ragazzo della provincia di Torino che vorrebbe avere un consulto. Mio nonno, 80 anni, è affetto da un tumore alla prostata e nel 2011 ha effettuato la prima scintigrafia. Pochi giorni fa ne ha effettuata un'altra. Si è trattata di una scansione total body nelle proiezioni anteriore e posteriore ed integrazione con particolari in proiezione laterale destra e sinistra del cranio, anteriore e posteriore del torace del bacino. Questa scintigrafia ha avuto il seguente esito : " L'indagine, eseguita come da metodica, evidenzia un area di iperfissazione del tracciante osteotropo al soma D12; nel confronto con il precedente esame del 2011 si rileva una significativa riduzione dell'intensità di captazione. Permangono evidenti foci di accumulo bilaterale e simmetrico alle articolazioni acromion-claveari e dei carpi come per patologia infiammatoria-degenerativa. " Potrei avere una spiegazione di questo esito? Grazie e ancora buongiorno.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Giovanotto,
purtroppo lei non ci fornisce alcun dettaglio su questo tumore della prostata, né su eventuali cure od interventi effettuati. D'ogni modo, se la localizzazione vertebrale è stata a suo tempo giudicata come metastasi, al controllo attuale dopo due anni questa parrebbe ridotta, confermando l'efficacia della terapia verosimilmente in corso. Il resto del referto della scintigrafia parla di verosimili segni non sospetti, legati verosimilmente a semplice artrosi alle spalle ed ai polsi.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing