L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 189XXX
Buongiorno dottore,

sono un uomo di 54 anni, da sempre affetto da colite spastica, e da bambino ero sempre alle prese con scariche di diarrea e dolori al basso ventre.

Per farla breve i sintomi con il passare del tempo sono cambiati e di recente mi sono ritrovato ad alternare stipsi e diarrea, e il dolore si è un pò spostato nella parte superiore dell'intestino, diciamo sopra l'ombelico. Ho sempre assunto prodotti tipo spasmomen anche nella versione "somatico", ma da alcuni anni mi provocano una certa stipsi ed evito di assumerli.

E' da quattro-cinque giorni, che avverto un dolore al fianco destro molto in basso sopra l'inguine, e un fastidio che dall'ano che si protae fino alla parte bassa della pancia, come una bolla d'aria. Evacuo pochissimo 2-3 volte senza avere la senzazione di svuotamento. Stamattina ho riscontrato nella prima evacuazione le feci striate di muco misto a sangue. Il medico di famiglia mi ha prescritto oltre allo spasmomen anche supposte di Asacol. La D.ssa di una farmacia specializzata in prodotti omeopatici mi ha consigliato Vaccinum Vitis Idaea MG+Tilia Tomentosa (35+35 gocce 2 volte al dì), Fisioflor opercoli (1 al dì) , Nux Vomica compresse(3 al dì) e la sera un'abbondante tisana a base di Anice, altea, malva, timo e camomilla, da affiancare o addirittura sostituire alla terapia del mio medico.

Cosa ne pensa?

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
la presenza di sangue nelle feci, l' alternanza stipsi/diarrea e il dolore addominale - anche se già presenti nel passato - meritano un approfondimento diagnostico prima di instaurare una terapia medica.

Le consiglio pertanto di effettuare una visita specialistica gastroenterologica.

Successivamente, se vi sarà l'indicazione, potrà optare per la terapia omeopatica, prescritta da un medico esperto e non consigliata in farmacia..
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.