L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 396XXX
Salve
sono una ragazza di 22 anni e da circa 3 settimane soffro di dispnea ("fame d'aria", mancanza di respiro costante)).Il mio medico di base ha detto che, a suo parere, non è un problema funzionale ma di ansia.
In effetti ho una vita costantemente sotto stress..un anno fa è mancata mia sorella a causa di una malattia durata 14 anni, la situazione familiare è dura e, in più, ho deciso di laurearmi con una sessione d'anticipo e, di conseguenza, ora sto affrontando un carico di ansia e lavoro enorme( ho la pessima abitudine di dover essere, sempre, la più brava).Sono da 1 anno in analisi con una brava psicologa.
So che il mio medico, molto "tradizionalista", mi consiglierà degli ansiolitici, ma, nel frattempo, vorrei chiedere a Voi un consiglio su qualcosa di più naturale e meno "invasivo" (soprattutto perchè credo che sia una problematica legata proprio al momento di particolare ansia che sto affrontando).

Vi ringrazio per la disponibilità Sara

[#1] dopo  
61003

Cancellato nel 2009
Gentile utente
In base a quello che lei riferisce,in assenza di ulteriori ragguagli diagnostici, è verosimile che "la fame d'aria" riferita sia realmente di genesi ansiosa. Potrei consigliarle di assumere dei rimedi omotossicologici (associazioni di rimedi in dosaggio omeopatico),in genere quelli che rispondono meglio negli stati d'ansia non meglio specificati possono essere Ypsiloheel(una comnpressa 3 volte al giorno da sciogliere sotto la lingua), e ignatia heel compresse con lo stesso dosaggio.Inoltre per la cosidetta ansia da anticipazione (tipica prima degli esami) ottimo rimedio è gelsmium 30 CH (5 granuli ogni ora da sciogliere sotto la limgua a partire dalla mattina degli esami) E' ovvio, che occorre comunque inquadrare i sintomi da lei descritti ,qualora dovessero persistere, e in caso di necessità la terapia con gli ansioloitici classici (benzodiazepine)potrebbe essere necessaria.
Distinti saluti
Dr. massimo guerriero

[#2] dopo  
Utente 396XXX

La ringrazio Sara

[#3] dopo  
Utente 396XXX

Mi scusi, ho un'ulteriore domanda a riguardo dei primi due rimedi che mi ha consigliato (Ypsoloheel e Ignatia hell): devo assumerli quotidianamente o solo nei periodi di forte stress?
Se sono sostitutivi, quale dei due mi consiglia?

la ringrazio Sara

[#4] dopo  
61003

Cancellato nel 2009
gentile utente
Può usare quotidianamente Ignatia heel ,assumendo una compressa (da scioglere sotto la lingua).3 volte al giorno,ogni 6 ore, Ypsiloheel in caso di angoscia con senso di costrizione alla gola (Senso di palla in gola o allo stomaco),assumendone,se necessaria una compressa ogni 20 minuti,fino al miglioramento dei sintomi.
Sperando di essere stato esauriente nella risposta, la saluto.
Dr. massimo guerriero

[#5] dopo  
Utente 396XXX

Chiarissimo

La ringrazio Sara