L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 800XXX
Salve a tutti,

il mese scorso sono stata presa a fare una marea di lavori in casa e mi chiedo se cio' non abbia scatenato quello che, leggendo in giro, pare sia il dito a scatto.
praticamente il mio pollice destro al mattino finche' non mi "scaldo" rimane rigido (e non il contrario come leggo spesso) e per piegarlo mi scatta.
la cosa e' molto fastidiosa. riesco subito a farlo ritornare dritto pero' sento come una scossa piu' che dolore, infatti non mi fa male affatto.
il fatto di non aver controllo su questo mi genera ansia soprattutto perche' il medico curante (vivo all'estero) mi ha detto di ignorare la cosa, mentre io sento che piu' lo uso e peggio e'.
siccome ho anche il neuroma di morton che e' un problema simile ai piedi.. mi chiedo se non ci sia altro problema di fondo.
non soffro di diabete ne di altro problema, da quanto ne so e le ultime analisi del sangue sono state fatte pochi mesi fa.
c'e' un modo di risolvere questo problema in modo naturale, nel senso senza prendere medicinali che inevitabilmente mi fanno male al fegato? tenere la mano al caldo? immobilizzarla? massaggi? arnica?
qualcuno potrebbe gentilmente aiutarmi su come risolvere questo problema (ora alla seconda settimana e pare peggiorare un po') senza che lo spettro della chirurgia aleggi su di me? (e' halloween, perdonate la licenza poetica).

per mia fortuna e' alla mano destra e sono mancina pero' mi rende difficili molte attivita' semplici e quotidiane come aprire barattoli, usare forbici e portare i cani fuori.

grazie anticipate
buona giornata

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il dito a scatto è determinato dall'infiammazione del tendine che non scorre più correttamente nelle strutture che lo contengono;
molto probabilmente lo stress fisico al quale si è sottoposta ha determinato questa fastidiosa evoluzione.

Se vuole provare a risolvere in modo naturale troverà sicuramente una risposta da un Collega esperto in queste discipline;
con l'assunzione di omeopatici e omotossicologici specifici e se necessario con l'aggiunta di organoterapici (Tendine) i casi di risoluzione del dito a scatto sono piuttosto frequenti.

Cordialmente.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#2] dopo  
Utente 800XXX

grazie di cuore per la sua risposta molto pronta.
ora come ora sto tenendo una fasciatura elastica per impedire che si pieghi di notte mentre dormo, di giorno ogni tanto lo sciolgo e massaggio con l'arnica. cosi' non scrocchia.

quel che mi preoccupa e' che il medico generico mi ha detto di ignorare la cosa ma come previsto stava peggiorando invece. cosi' sono un paio di giorni che ho tregua.
ma e' quindi giusto tenere a riposo il dito piuttosto che muovere la mano?

[#3] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Grazie a lei per aver posto il quesito!
Probabilmente il suo medico di fiducia le ha detto di ignorare la cosa perchè a volte il disturbo passa da se; qualora così non fosse farà bene ad integrare il massaggio con l'Arnica con adeguata terapia.
Il riposo è decisamente consigliato.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica