L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 406XXX
Salve sono circa 2 anni che avverto un senso di stanchezza seguito da un senso di secchezza oculare nei momenti di piena stanchezza, durante il periodo lavorativo anche tanta confusione mentale, dico durante il periodo lavorativo perché ultimamente ho lasciato il lavoro perché pensavo che tutto questo era legato proprio al lavoro siccome mi costringeva a svegliarmi alle 5 del mattino, ma dopo aver lasciato il lavoro percepisco che nei giorni in cui non faccio niente(scendo con i miei amici anche fino a tardi ma senza alcuno sforzo fisico particolare) mi sento abbastanza bene, mentre nei giorni in cui pratico esercizio fisico( corsa di 7-8 km più o meno, seguita da addominali e flessioni) avverto una stanchezza e una secchezza oculare assurda.
Durante tutto l'inverno inoltre ero molto sensibile al freddo e ho avuto spessi mal di gola e sintomi influenzali mentre quando ha iniziato a salire un po la temperatura non ho più questi sintomi influenzali. Oltre questo non avverto nessun dolore di nessun tipo, però vorrei precisare che circa 4 o 5 anni fa ho avuto una mononucleosi( tendo a precisare perché ho letto che può essere una causa della cfs) ho provato anche a fare le analisi delle urine del sangue e le analisi che ti consentono di percepire se hai qualche problema alla tiroide.
In fine a volte ho anche tipo tachicardia però non è proprio tachicardia ma sono dei battiti non veloci ma comunque molto forti come se il cuore uscisse da petto in parole povere.

[#1] dopo  
353249

Cancellato nel 2016
Buongiorno
io le consiglierei di valutare una dieta appropiata e il Ph dell' organismo.
Tutto ciò mi porterebbe a perterebbe a valutare il pancreas con gli enzimi che aiutano a digerire, l' intestino che promuove le digestione e la postura che lei assume specialmente al lavoro,
oltre ad alterazioni del connettivo in seguito a incidenti, fratture e traumi in genere. L'intestino butta le tossine per una digestione alterata al Sistema Nervoso Centrale con senso di confusione, stanchezza, etc
Io la penso così, anche perché di solito io non fornisco consulti senza aver visto il paziente: sono però molto felice di fornire spiegazioni a distanza, quindi anche fallaci.
Dr.ssa Franca  Merla

[#2] dopo  
Utente 406XXX

Innanzitutto la ringrazio tanto per la risposta.
Inoltre volevo chiederle in seguito alle sue considerazioni cosa mi consiglia di fare (visite,analisi o altro).
La dieta che mi ha consigliato di fare dovrei farmela prescrivere da un nutrizionista ?
Grazie.

[#3] dopo  
353249

Cancellato nel 2016
Buonasera
Le mie considerazione partono da studi che la Medicina Ufficiale non riconosce, poiché sono nell' ordine dell' Energetica.
Esami del sangue volti a valutare se siamo in ordine di acidità o basicità (la cartina di tornasole dopo colazione può bastare),esami per la funzionalità epatica e la VES, la y GT, i linfociti, i neutrofili,il fibrinogeno.
Per quanto riguarda gli alimenti, consiglio il mineralogramma che, dal capello, fornisce la possibile quantità di metalli pesanti o altro presenti nel suo sangue e che quindi fornisce, cio' che lei può mangiare considerando la genetica.
Anche la carota, alimento del tutto inoffensivo, se assunto da una persona geneticamente allergica alla carota, questa si trasforma in una tossina.
Questo tipo di indagine non è passata dalla USL, non può essere prescritta da un nutrizionista ma solo da un medico che sa poi leggere i risultati.
Per qualsiasi altra domanda sono a disposizione. Saluti
Dr.ssa Franca  Merla

[#4] dopo  
353249

Cancellato nel 2016
Anche la funzionalità pancreatica e tutti gli enzimi, è importante valutare.
Saluti
Dr.ssa Franca  Merla