L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente cancellato
Buongiorno, da quasi 5 anni soffro di gastrite con reflusso, da quando mi hanno diagnosticato questa malattia ho conosciuto il significato di ansia, stress e attacchi di panico. Da due anni assumo mattina e sera i fiori australiani e mi sono sempre trovata bene, purtroppo questa primavera la mia gastrite è peggiorata, dai primi di aprile ho cominciato ad avere forti mal di stomaco e a perdere peso. Di conseguenza la mia ansia e il mio stress hanno toccato livelli altissimi: paura di non guarire, paura che qualsiasi cosa mangi mi faccia male, continua ricerca su internet di cosa i possa aiutare, .... da quel momento ho ricominciato a soffrire di attacchi di panico (mi sveglio durante la notte con un attacco in corso) basta un qualsiasi rumore improvviso per farmi agitare (tachicardia), vedo pericoli ovunque. Al momento sto assumendo mattina e sera i fiori australiani, prima dei 3 pasti principali ficus carica, mattino: vitamine del gruppo B + fermenti vivi, metà mattina: ferro, pranzo: Rodiola Rosea (iniziata il 30.06.18) sera: magnesio. Ho notato che prendendo la rodiola la situazione è leggermente migliorata, al momento sto assumendo una compressa, nella confezione c'è scritto che posso assumerne fino a 3 al giorno durante i pasti (contenuto di 3 capsule: estratto di radice 1% salidrozide e 3% rosavina: 750 mg, radice intera polverizzata: 300 mg), volevo sapere se posso assumere più capsule e quando, di modo da non interferire con gli altri "integratori" che sto assumendo. E poi volevo sapere se è un problema il fatto che io apra la capsula e assuma la polvere sciolta in acqua.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello

52% attività
12% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la fitoterapia può aiutare, ma è essenziale che il problema sia curato alla radice, lei è seguita da uno psicoterapeuta?
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#2] dopo  
459806

dal 2018
Buongiorno si tratta solo di un periodo di forte stress, a livello lavorativo al quale si è sommato anche lo stress dovuto al riacutizzarsi della gastrite.
Cordiali saluti