L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 284XXX
salve ,sono un ragazzo di 26 anni e da circa 6 mesi dopo una cura lunga di antibiotici, soffro di sfoghi alla pelle ,e ho gia avuto 2 funghi alla mano.
Un mio amico mi ha detto che probabilmente ho la candida intestinale la quale può dare vari sintomi tra cui anche questi. Ho seguito alcuni suoi consigli come una cura per disintossicarmi e un fermento lattico lactobaccilus acidofilus ed và un pò meglio .
Come posso fare per diagnosticare la candida inestinale ?
e in caso risulti positivo quale aimentazione deve seguire ?
grazie

[#1] dopo  
10161

Cancellato nel 2009
Come mai ha eseguito una terapia antibiotica così lunga?, certamente, questi hanno distrutto la flora intestinale buona, per cui ha permesso lo sviluppo di funghi e batteri "cattivi"; ma per comprendere in tutte le sue forme, la sua patologia, bisogna avere una anamnesi più accurata, altrimenti si fanno terapie a pezzetti.
Alberto Moschini
alberto.moschini@fastwebnet.it


[#2] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Esatto... ci fornisca più dettagli: meteorismo, iperfagia per carboidrati, turbe del tono dell'umore, cisto-uretriti, alvo alterno, ecc.
Se veramente di candidosi si tratta, può utilizzare questo preparato immunoisopatico:
* EXMYKEHL D3 SANUM - 1 SUPPOSTA AL DI' PER 10 GIORNI ALMENO.
A presto.
Dr. Giancarlo Cavallino Malattie Autoimmuni

[#3] dopo  
Utente 284XXX

grazie per avermi risposto ,effettivamente soffro di alvo alterno,meteorismo,sensibilità a carboidrati come patate ,pasta ,pizza provocando sfoghi cutanei e anche sbalzi di umore.
Gli antibiotici erano minocin 100 e li ho presi per qualche sfogo sulla schiena .al termine della cura però invece di migliorare sono peggiorato,e molto .
terrorizzato da i farmaci convenzionali visto l'esperienza mi farebbe piacere sapere se questo prodotto
è naturale e dove posso aquistarla.
sto integrando la mia alimentazione ormai priva di pane pasta e riso patate, con fermenti lattici ,acido caprilico,vitamina c e supplementi dell'aglio.Ora il mio vero problema resta andare di corpo e quindi espellere le tossine della candidosi.

[#4] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Può reperire il farmaco in una farmacia che tenga prodotti omeopatici. Saluti.
Dr. Giancarlo Cavallino Malattie Autoimmuni

[#5] dopo  
10161

Cancellato nel 2009
La sua patologia ha bisogno di un attento esame, bisogna sempre diagnosticare perchè un problema si verifica, altrimenti il semplice utilizzo di un farmaco, anche se omeopatico, potrebbe non dare risultati. Così poi si potrebbe accusare, che l’omeopatia non funziona. Soprattutto questi, non possono essere assunti come quelli allopatici, perchè troppo personalizzati. Inoltre, la medicina biologica offre esami strumentali di medicina quantistica, la possibilità di analizzare la distribuzione elettrolitica, con la tomografia elettrolitica extracellulare, verificare la composizione corporea, per questo, in studio, ho la possibilità di verificare ogni dubbio diagnostico, in tempo reale, in modo da programmare una terapia adeguata. Capire perchè l’intestino non funziona adeguatamente. Come vede, non è così semplice, risalire all’origine di tutte le problematiche che hanno provocato la sua sintomatologia.
Saluti


Alberto Moschini
alberto.moschini@fastwebnet.it


[#6] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Rispondo al Collega Moschini... e per non generare confusione nella paziente:
1. Prescrivendo il farmaco ho premesso "...se di candida si tratta" il chè presuppone una diagnosi differenziale a priori;
2. Gli immunoisopatici SANUM non hanno mai azione sintomatica e/o di mascheramento della noxa primitiva;
3. Suggerirei di evitare commenti allusivi che oltre a generare dubbi nel paziente, contravvengano alle basilari norme deontologiche.
Grazie e saluti.
Dr. Giancarlo Cavallino Malattie Autoimmuni