Utente 879XXX
Buongiorno, la mia domanda verte su un problema sorto da circa quattro mesi a seguito di chemioterapia per tumore al polmone diagnosticato un anno fa. I risultati ottenuti con l'uso di Pemetrexed sono stati soddisfacenti, il tumore si è ridotto e le mie condizioni sono complessivamente buone. Questo ha indotto i medici a continuare la cura con tale farmaco. Purtroppo a partire dal mese di luglio è stato notato un aumento della creatinina, iniziato con un valore di 1.30, oggi è arrivato a 1.78, anche se nell'ultimo ciclo di tre settimane fa il dosaggio è stato dimezzato. In questo frattempo mi è stato suggerito di bere molto (assumo circa 2,5 litri di acqua al giorno), di ridurre il consumo di carne (poco e una o due volte a settimana) e aumentare il consumo di verdure, cosa che faccio regolarmente, ma i risultati non cambiano.
Aggiungo che essendo iperteso assumo due capsule di Libradin 10 al dì, una di Tareg 320 e una di Lasix 25
Non ho problemi ad urinare e non ho dolori ai reni.
Ho 71 anni, peso 71 kg e sono alto 1,68
La mia domanda: c'è qualcosa che posso fare per evitare di rovinare i miei reni? Esistono cure o diete che aiutino a risolvere il problema o solo l'interruzione della cura è in grado di fermare il danno?
Grazie per l'attenzione e spero mi possiate dare una risposta confortante.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Penso che responsabili del suo innalzamento della creatinina siano il dosaggio equino Di Tareg e l assunzione di Lasix.
Parli con il suo medico per sostituire questi due farmaci con altri non nefrotossici.
Probabilmente sostituendo l Intra sua terapia , compreso il Li Radin con una generosa dose di nifedipina ritardo ( per esempio 60 mg ) lei potrebbe ottenere un soddisfacente controllo pressorio e vedere ritornare i calori di creatinina ed azotemia ai suoi abituali.
Ne parli con il suo Medico

Cordialità
Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 879XXX

La ringrazio per la sua cortese risposta, dott. , anche se sarà problematico fare accettare al medico, che da anni mi cura l'ipertensione, questi suggerimenti. Cercherò di trovare le parole adatte, ma non sarà facile. Fossi più vicino mi rivolgerei direttamente a lei. Non è così e mi devo arrovellare per trovare una soluzione. D'altronde, anche cambiando medico non posso proporgli io la cura, non l'accetterebbe, lei mi capisce, e pertanto sono in severe ambasce. La ringrazio molto ancora e la ossequio.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Sono certo che a Varese troverà un cardiologo che le possa curare l ipertensione evitando di rovinarle i reni come sta succedendo

Arrivederci

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza