x

x

Creatininemia alta

Buongiorno. Ho appena effettuato le analisi richieste dal ginecologo per il controllo dell'osteoporosi. Ho notato che la creatininemia risulta alta: 0,92 su un range di 0,50-0,80 (enzimatico colorimetrico). Ho anche effettuato altre analisi tra cui:
fosfatasi alcalina 46 su 50-136 (enzimatico colorimetrico)
protidogramma (tutto nei limiti)
creatinuria 1488 mg/24h su 600-1800 (jaffè cinetico)
diuresi 2500
paratormone molecola intatta 27,9 su 18,50-88,00 (chemiluminescenza)
vitamina D totale 23,58 insufficiente su 20-29
uricemia 5 su 3,10-7,80 (uricasi/perissodasi)
creatinfosfochinasi cpk-nac 91 su 33-211 (ifcc)
Esame urine:
colore paglierino
ph 5,5
aspetto limpido
peso specifico 1,010
proteine assenti
emoglobina assente
glucosio assente
chetoni assenti
bilirubina assente
urobilinogeno assente
nitriti assenti
emazie 3
leucociti 3
cellule basse vie 2
flora batterica 13
Ho anche le altre analisi di routine tutte nella norma. La mia preoccupazione nasce dal fatto che la creatininemia cresce di poco ma costantemente ogni volta che ripeto l'analisi. Lo scorso anno era 0,87, poi 0,89 ora 0,92. Inoltre ho effettuato una ecografia addominale lo scorso anno: reni di regolare volume, con conservato aspetto cortico midollare. Non evidenza di formazioni litiasiche apprezzabili dalla metodica. Non dilatazione delle vie escretrici bilateralmente. Presenza di una diffusa condizione di microlitiasi bilateralmente. Lo scorso mese ho effettuato una risonanza magnetica di controllo per cisti al fegato che con l'ecografia non si vedono bene e riguardo ai reni c'è scritto: reni e surreni nella norma.
Sono ipertesa in cura con Triatec 10, prendo anche Provisacor 10, cerco di mangiare senza sale e bevo più di 1l e mezzo di acqua con bassissimo residuo fisso al giorno. Come mai questa creatininemia continua a salire e come posso eliminare o almeno fermare questa crescita? Grazie mille
[#1]
Attivo dal 2011 al 2021
Nefrologo
PUNTO UNO: la sua funzione renale è perfetta: avendo anche i dati di diuresi e creatininuria ho calcolato la clearance della creatinina, che è il dato di riferimento della funzione renale, e risulta 112 ml/minuto, normale e abbondante per una donna della sua età. Poi.... non so come siano dati i valori normali del suo laboratorio: una creatinina di 0,92 mg/dl è dappertutto considerata normale.
PUNTO DUE: se ha paratormone basso e fosfatasi alcalina bassa, lasci perdere il dosaggio ematico della vitamina D e non ne assuma in eccesso: quella che l'ecografia definisce microlitiasi probabilmente è un inizio di nefrocalcinosi, cioè di depositi di calcio nel tessuto renale; da non incrementare per prevenire l'osteoporosi. PUNTO TRE: 10 mg di Triatec sono una dose relativamente alta; e si sa che il Triatec NON DANNEGGIA I RENI (ANZI..) ma frena un po' la funzione renale; potrebbe usare 5 mg di questo farmaco e, se non basta per regolare la pressione, associarne un altro. Il suo medico di famiglia cosa ne pensa?
[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo Dottore, la ringrazio infinitamente per la risposta più che precisa e approfondita. Consultero' quanto prima il mio medico riguardo Triatec e Dibase. Buona giornata e buon lavoro.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo dottore, ho cercato di seguire le sue indicazioni e ho ridotto il Triatec a 5mg. Purtroppo ho dovuto iniziare a prendere anche il Congescor 2,5 (per aritmie) e non ho potuto interrompere o ridurre il Dibase (25000 unità ogni 15gg, causa osteoporosi). Ad aprile ho ripetuto le analisi complete ed era tutto invariato. Ne ho dovute ripetere alcune ora, dopo 2 mesi di dieta stretta anti colesterolo, su richiesta del cardiologo. In effetti il colesterolo si è abbassato moltissimo (totale 145, hdl 57, ldl 73, trigliceridi 76) ma la creatininemia è ancora aumentata arrivando a 1,04 (fuori range del laboratorio che indica 0,50-0,80). Il mio medico di base mi ha prescritto un'ecografia renale (a causa di renella riscontrata in precedenza). Cosa mi consiglia? Non sarebbe il caso di ripetere ancora le analisi aggiungendo anche quelle più specifiche per controllare nuovamente la funzionalità renale. Eventualmente potrebbe indicarmele? La ringrazio infinitamente
[#4]
Attivo dal 2011 al 2021
Nefrologo
Ma... da quanti anni prende tanta vitamina D ? siamo sicuri che le serve ? e che ne serve tanta? la dose di mantenimento normale non supera le 25.000 u al mese ! In questi anni ha tenuto controllate calcemia e calciuria ? e il livello della vitamina D ?
Purtroppo nella mia esperienza vedo sempre più casi di insufficienza renale (per fortuna LIEVE) in persone che prendono vitamina D in dosi maggiori del necessario. è una moda, che ora anche l'Agenzia del farmaco sta cercando di contrastare con una nuova "nota" alla prescrizione.
io al suo posto farei una "vacanza" di 3 mesi senza prendere vitamina D; poi ricontrollerà la creatinina nel sangue (e nelle urine di 24 ore, per misurare la funzione renale); e anche il dosaggio ematico di calcio e vitamina D: i valori più bassi vanno già bene, come mantenimento, dopo anni che la prende !
[#5]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo dottore, la ringrazio infinitamente per la risposta. Prendo vitamina D a questo dosaggio dal 2017, dopo aver smesso i difosfonati (assunti per 4 anni), su indicazione del ginecologo (specializzato in osteoporosi) perché sono in osteoporosi (2 vertebre a -2,1). In questi anni mi è stato chiesto solo un controllo ad aprile 2019:
creatininemia 0,92 (0,50-0,80)
calcio 9,8 (8,70-10,40)
uricemia 5,5 (3.1-7,8)
azotemia 40 (10-50)
calcio urinario 30,3 (100-300)
clearance creatinina 87,39 (70-135)
creatinuria 1158 (600-1800)
osteocalcina 19,3 (5,4 - 59,1)
vitamina D 32,15 (sufficienza 30-100)
Dopo il controllo mi è stato detto di continuare un altro anno con la vitamina D, 25000 unità ogni 15 giorni.
Nelle nuove analisi che ho fatto ora a novembre è finita casualmente la richiesta per la creatinina che ha portato il risultato di 1,04 (da aprile a novembre è aumentata di 0,12...) .
Ho fatto l'ecografia renale che riporta:
Reni in sede di clinostasi, di volume, morfologia, rapporto cortico-midollare conservato. Non segni di urostasi bilateralmente. In sede midollare bilaterale si segnalano alcuni spots ecogeni midollari riferibili a micro-litiasi, in particolare a destra.
Gentile dottore, seguirò le sue indicazioni sospendendo la vitamina D. Nel frattempo vorrei fare tutte le analisi riguardanti la funzionalità renale (mi può consigliare quali?) e con tali analisi effettuare una visita nefrologica.
La ringrazio ancora per i suoi consigli e per il tempo che dedica a questa attività sociale che ritengo importantissima.
[#6]
Attivo dal 2011 al 2021
Nefrologo
tenga presente che anche il valore della creatinina, come tanti altri, per ogni persona ha delle oscillazioni intorno a un valore medio; una differenza del 10% può essere significativa, ma anche non esserlo. Lei ha una creatininuria più alta della media delle donne della sua età, quindi il filtrato stimato risulta più basso della clearance della creatinina, che è il dato reale; e la sua clearance era e rimane buona.
Quanto alla vitamina D: se non avesse gli "spots ecogeni midollari riferibili a micro-litiasi" non ci sarebbe nulla di male a stare abbondanti; ma ora che ha raggiunto un buon livello nel sangue e ha la calcemia perfetta, 25.000 U al mese, prese preferibilmente in dosi settimanali di 25 gocce, dovrebbero essere più che sufficienti.
Non guardi il valore basso della calciuria: dopo i 60 anni è normale trovarla sotto i 100 mg, anche molto bassa.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore. Mi ha molto tranquillizzata.Sospendo il Dibase e contatto il mio ginecologo per la variazione da lei suggerita, tra una decina di giorni ripeto le analisi renali che mi permettero' di inviarle per una sua valutazione. Nel frattempo cercherò un nefrologo. Grazie ancora e buona giornata.

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio