Frattura l3 l5 osteoporotiche

Gentili Dottori,
Ho una tetraparese spastica incompleta e soffro di osteoporosi, giorni fa avevo dolori alla schiena ma non gravi, non riuscivo ad allacciarmi le scarpe ma forzando ci sono riuscito ma sono rimasto bloccato. Chiamato l'ortopedico mi prescrive una tac con questo referto:
Marcata demineralizzazione ossea diffusa.
A livello del soma L3, modico avvallamento della limitante superiore con circoscritta interruzione di profilo corticale; il muro posteriore appare in sede
A livello del soma L5, in corrispondenza dell'angolo antero-posteriore, si apprezza irregolarità del profilo corticale con fine interruzione dello stesso ed addensamento delle lamelle spongiose di pari livello; in sede il muro posteriore
i reperti sono suggestivi di frattura; quella di L5 non necessariamente relazionabile al recente evento traumatico.
Normale ampiezza del canale vertebrale osseo e dei forami di congiunzione.
A livello l3-l4, segni di degenerazione vaucolare del disco intersomatico, che mostra piccola protusione focale posteriore intraforaminale destra priva di effetto compressivo sulla radice di pari livello.
A livello l4-l5 bulging posteriore del disco intersomatico con iniziale impronta sul sacco durale, concomitano note di degenerazione vacuolare del disco
A livello l5-S1, lieve bulging posteriore del disco intersomatico con minima impronta del sacco durale.
Minute nucleo litiasico in corrispondenza del gruppo caliceale superiore del rene di sinistra.
Il medico mi ha prescritto il busto C35 per 3 mesi come minimo.
Vorrei sapere in base alla vostra esperienza è molto grave? Sarebbe possibile un intervento cifoplastica?..Rimanere a letto e fermo per me sarebbe deliterio inoltre il medico non mi ha dato garanzie sulla solidificazione entro tre mesi a causa della mia osteoporosi. In questi anni ho fatto cure si con actonel che clody solo peggiorando la situazione. Sono molto preoccupato in questi anni grazie ad anni di fisioterapia sono riuscito a fare alcuni passi e non vorrei perdere tutto.
Vi ringrazio, cordiali saluti
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,9k 324 206
Egregio Utente,
Intanto confermo che con il quadro evidenziato dalla RM lei debba indossare un corsetto tutorio (il Camp C35 è quello più indicato), allo scopo di alleggerire il carico sulla vertebra interessata dal processo lesionale. È intervenuto un trauma anche lieve nei giorni precedenti?
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,
Prima di tutto La ringrazio tantissimo per avermi risposto, per quanto riguarda un trauma precedente sincermante non ricordo, faccio cyclette ed esercizi quotidianamente per poter avere una vita decente, l'unica cosa che ricordo che la mattina mi ero svegliato con il dolore ma prima dell'evento in questione non era invalidante e riuscivo ad alzarmi. Vorrei chiederle secondo lei è grave? Potrebbero crollare anche le altre vertebre? L'ortopedico mi ha detto che col busto posso fare tutto e se mi da fastidio posso mettere anche uno lombare ma devo ricordarmi di non chinarmi in avanti. L'intervento di cifoplastica potrebbe un'alternativa per velocizzare i tempi? Le chiedo scusa se le mie domande possono sembrare banali ma spero capisca la mia preoccupazione. Cordiali saluti
[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,
Ho consultato un altro specialista che mi ha consigliato una vertebroplastica ad entrambe le vertebre per accelerare i tempi, Mi ha anche detto che col tempo Potrei avere un crollo vertebrale rimanere cosi. I l mio ortopedico di fiducia me lo sconsiglia in quanto nel mio caso lui deduce che sia molto più rischioso e la frattura non è così grave. Sono molto indeciso sul da farsi e mi farebbe piacere anche un suo consiglio Vista la sua esperienza. Cordiali saluti
[#4]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,9k 324 206
La ringrazio della fiducia ma lei ben comprende che dare consigli così specifici online è praticamente impossibile.
Occorrerebbe visionare le indagini e visitarla.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,
Capisco la sua correttezza nel non poter andare nello specifico online, più che altro mi interessava sapere qualche dato in più rispetto alla casistica come ad esempio i rischi nel fare l'intervento che il cemento provochi ulteriori danni neurologici o i rischi nel non farlo.
Cordiali saluti
[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,
Le scrivo per aggiornarla sulla mia situazione: mi sono operato ed ora sto meglio ma, per la mia osteoporosi, mi è stato consigliato di eseguire una cura magari anche con un farmaco di ultima generazione come lo Zometa. Facendo una piccola ricerca ho trovato pareri contrastanti ma soprattutto tante persone che hanno avuto gravi effetti collaterali. Vorrei sapere se ha avuto esperienze di pazienti a cui sia stato somministrato ma soprattutto se funzionano in quanto esistono anche medici scettici sui bifosfonati.,
Grazie e cordiali saluti
[#7]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,9k 324 206
Egregio Utente,

Confesso di non essere sufficientemente esperto nell’utilIzzo dell’acido zoledronico che in linea di massima è riservato al solo uso ospedaliero ed in branche diverse dalla mia.
[#8]
dopo
Utente
Utente
ok, Grazie Dottore.. Buona Domenica

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio