Utente
Mia moglie da un po’ di tempo sta accusando dei dolori alla gamba sx e a livello lombo sacrale con limitazione dei movimenti, e pur troppo non riuscendo neppure a riposare comodamente. Nonostante questo continua a lavorare. Abbiamo consultato uno specialista, che a sua volta ci ha consigliato una RMN cervicale e lombosacrale. Dopo averla fatta visionare allo specialista la sua diagnosi è stata l’intervento. A questo punto potrei avere il vostro parere.Grazie

[#1]  
Dr. Nicola Benedetto

28% attività
4% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile utente,

vorrei capire quale diagnosi ha fatto il collega.
Dr. Nicola Benedetto
Neurochirurgia
Azienda Ospedaliera Universitaria Pisa
nicola.benedetto@gmail.com

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta e il vs interessamento. La diagnosi del Dr. in base alla Rmn e stata che delle ernie comprimono verso l'interno sul midollo e per tanto questa listesi così chiamata va a incidere sul dolore della gamba sx che va sempre più aumentanto giorno dopo giorno, e ultimamente anche dolore alle bracce con poca energia nello svolgimento delle comune attività. Allego referto RMN:
RMN cervicale senza M.D.C. Seguenze: TSE T1w e TSE T2w sul piano sagittale; B-FFE T2W sul piano assiale.
Referto: Scomparsa la fisiologica lordosi.
Irregolarità di tipo spondilosico delle limitazioni somatiche delle vertebre esaminate associate ad ipertrofia artrosica delle faccette articolari.
Fenomeni di disidratazione dei dischi intersomatici esaminati. A livello dello spazio intersomatico C5-C6 si rileva protusione discale posteriore mediana e paramediana destra che impronta lo spazio subaracnoideo anteriore.
A livello dello spazio intrsomatico C6-C7 si osserva una protusione discale posteriore paradediana sinistra che impronta lo spazio subaracnoideo anteriore. Modeste protusioni discali posteriori mediane a livello degli spazi intersomatici C3-C4 e C4-C5 che improntano lievemente lo spazio subaracnoideo anteriore. Il midollo, nel tratto esplorato, presenta normale volume e segnale.
RMN Rachide Lombosacrale
Seguenze: TSE T1w e TSE T2w sul piano sagittale; B-FFE T2w sul piano assiale.
Referto: Iniziali irregolarità di tipo spondilosico delle limitanti somatiche delle vertebre esaminate associate a modesta ipertrofia artrosica delle faccette articolari. A livello dello spazio intersomatico L2-3 si rileva un'ernia discale posteriore mediana e paramediana sinistra, a decorso discendente, che comprime il sacco durale. A livello dello spazio intersomatico L5-S1 si osserva un'ernia discale postero-laterale a parziale estrinsecazione intraforaminale che impronta il sacco durale e le radici L5- ed S1 omolaterali.
Protusioni discali posteriori mediane e paramediane bilaterali a livello degli spazzi intersomatici L3-L4 ed L4-L5 che improntano il sacco durale.
Cono midillare in sede, di normale voluma e segnale.
Cisti intracanalare sacrale nel tratto S2-S3.
Lacune vascolari dei soma di S1 ed S2.

[#3]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Egr. signore,
dovrebbe innanzi tutto essere più preciso su sintomi che accusa Sua moglie e sulle informazioni che ci dà.
Infatti non sono chiari due punti:
1) per quale motivo è stata effettuata una NMR cervicale
2) essendo la listesi uno <scivolamento di una vertebra sull'altra>, di essi non vi sarebbe traccia sul referto dell RMN

Da quanto è possibile dedurre dalla lettura che ci trascrive, in assenza di dati più precisi è arduo formulare un giudizio diagnostico e di conseguenza terapeutico.

Descriva i sintomi più importanti della signora, la loro intensità, sede, frequenza, se c'è qualche <stimolo> che li aumenta ecc., e forse potremo avere un quadro più netto anche se, comunque, incompleto in assenza di una valutazione diretta.
Cordialmente
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#4] dopo  
Utente
Ci tengo prima di tutto a ringraziarvi per la vs premura nel rispondere alle nostre richieste. Grazie, I sintomi sono: dolore lato Sx dal sedere in giù fino al piede, con fitte continue in qualsiasi posizione, perfino durante la notte, per non parlare al momento di alzarsi dal letto deve arrancare un pò alla volta per riuscire ad alzarsi. Il dolore continua nella parte del fondo schiena e sull'osso sacrale.
La RMN cervicale è stata fatta in vista di un fastidio che avverte alle braccia e alle mani, ma nulla a che vedere con la listesi.

[#5]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Continuiamo a non capirci: dov'è la listesi?

Comunque i disturbi che riferisce Sua moglie sono compatibili con quanto è descritto nel referto NMR, in particolare all'ernia L5-S1.
Se una terapia conservativa non ha dato effetto, credo che la soluzione terapeutica sia l'intervento di microdiscectomia.
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano