Utente
Atteggiamento in spianamento della fisioslogica della lordosi cervicale.
Segni di cervicoartrosi.
Riduzione della porzione del tutto posteriore dello spazio intersomatico C6-C7.
Calcificazioni laterocervicali bilaterali.
In seguito a visita dal medico di base il quale, vista la sintomatologia mi ha ordinato di fare una radiografia del radio cervicale che ha dato esito sopra descritto.
Il medico mi ha anticipato che si trattava di ernia cervicale. Il referto conferma tale diagnosi? Se è si che terapia c'è da seguire.
Inoltre mi può dire che cosa sono le calcificazioni laterocervicali bilaterali?
Grazie e attendo risposta

[#1]  
Prof. Paolo Perrini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
12% socialità
PISTOIA (PT)
PISA (PI)
MASSA (MS)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,

per darle un parere occorre che descriva i suoi sintomi.
In ogni modo, in caso lei lamenti una cervicobrachialgia l'esame da eseguire è la RM cervicale.
Lo studio RX mette in evidenza solo la componente ossea del rachide e non le componenti molli (come l'ernia discale).
Le calcificazioni ritengo siano reperti senza significato clinico e comunque da inquadrare in base alla sua anamnesi.


Cordiali saluti,
Dr Paolo Perrini
Neurochirurgia Universitaria,
Ospedale "Santa Chiara", Pisa.
perrinipaolo@hotmail.com