Ernia discale l2-l3

circa 2 mesi fa mia moglie ha accusato forti dolori al tratto lombare con risentimenti alla gamba sx ed in particolare al ginocchio sx restando immobilizzata per circa 1 mese.Iniezioni di Voltaren+muscoril per circa 20gg, di soldesam 4mg per altri 10/12gg hanno solo migliorato leggermente la situazione consentendole di stare in posizione quasi eretta ma con forti dolori al ginocchio ed inguine tali da non consentirle di stare in piedi più di qualche minuto e doversi sedere per alleviare il dolore. L'esame RM ha evidenziato "a livello dello spazio intersomatico L2-L3 ernia discale postero-laterale sx che impronta il sacco durale.Osteoangioma del corpo di L4. Cono midollare nella norma. Irregolarità marginali di tipoartrosico delle faccette articolari".Abbiamo consultato 2 Neurochirurghi e un Ortopedico e tutti hanno escluso l'intervento chirurgico trattandosi di piccola ernia e consigliando di proseguire con antinfiammatori e antidolorifici. Non escludendo che trattamenti di ozono intradiscale avrebbero accelerato il processo di guarigione. Mia moglie si è sottoposta a 2 sedute sotto TC a distanza di irca 15gg ma dopo un discreto miglioramento nei primi 2 giorni successivi al trattamento si ritrova nella stessa condizione. Mi trovo nella condizione di non saper cosa fare dato che l'intervento chirurgico è stato escluso dagli specialisti. Ormai sono 2 mesi che non si vedono concreti miglioramenti e vorrei un vostro consiglio se proseguire con l'ozonoterapia o intraprendere altra strada su vostra indicazione. Vorrei inoltre sapere se tale trattamento può aggravare la situazione e se sono necessarie più sedute per avere qualche risultato apprezzabile. Vi ringrazio anticipatamente per il vostro aiuto.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
per poter dare una indicazione chirurgica è necessario visitare la paziente,avere notizie sui sintomi, visionare le immagini degli esami effettuati ecc.
Se dopo due-tre mesi i disturbi c non passano, bisognerà appunto valutare se e che tipo di intervento effettuare.

Non ritengo l'ozonoterapia utile per tale patologia.

Cordialità
[#2]
dopo
Utente
Utente
Egr. dott. Migliaccio, grazie per la celerità della risposta. Mi rendo conto che quanto lei afferma è una condizione necessaria per pronunciarsi. Leggo che lei esercita a Milano, io vivo a Napoli e purtroppo, per le attuali condizioni di mia moglie, la distanza non mi è favorevole, poichè non penso sia in grado al momento di sopportare un eventuale viaggio. Le sarei grato se potesse indicarmi una struttura o uno specialista a cui rivolgermi nella mia città. Finora non ho avuto la fortuna di incontrare un professionista che prendesse seriamente in carico il caso. La ringrazio e saluto cordialmente.
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
A Napoli non mancano buoni neurochirurghi che possano valutare il caso.
Si rivolga presso la Neurochirurgia del Cardarelli o di altri Ospedali in cui c'è tale specialità.
Cordiali saluti

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa