Ernia l5-s1: terapia conservativa o chirurgica?

Buongiorno a tutti. Ecco la mia situazione:

in seguito ad un dolore alla schiena sopraggiunto circa 3 anni fà, feci una RMN dove si evinse una protrusione discale nella zona l5-s1.
Un Primario in ortopedia mi fece fare 20 sedute di massaggi, infrarossi ecc. Il dolore era comunque già quasi passato. In seguito, in palestra mi adoperai per fare esercizi di rinforzo della colonna, come addominali e lombari.
A maggio del 2010, il problema si ripresenta ma questa volta con dolore intenso e infermità per circa 4gg. Risultato della RNM: ernia l5-s1. Dopo circa 4 mesi il dolore alla schiena si trasforma in dolore al gluteo e coscia che spesso si estende fino al polpaccio/alluce. Ormai mi trovo in questa situazione di staticità da 6 mesi.
Ecco le soluzioni proposte da altri due medici a cui mi sono rivolto:

-neurochirurgo, già gurdando la sola risonanza del 2007 dove l'ernia era solo protrusione: operazione con iserimento di distanziale tra le vertebre l5-s1 (e se avesse guardato direttamente la risonanza del 2010?);
-Primario in ortopedia (non è lo stesso Medico del 2007): 20 sedute di spineMED (mi astengo dall'informarVi del costo...);

Ho scartato l'operazione in quanto il Neurochirurgo non mi ha ispirato fiducia (possibile che solo in base alla prima risonanza sarebbe già intervenuto chirurgicamente?). Riguardo SpineMED, non ho trovato molte testimonianze online, ma solo tanta pubblicità. Il fatto che questo metodo non si sia diffuso enormemente e velocemente (quattro centri in Italia), la dice lunga sui suoi presunti effetti miracolosi (scarico della colonna con relativa reidratazione del disco, che rimane sano facendo un richiamo annuale di 2-3 sedute). E l'ernia espulsa? Si riassorbe? E la parete del disco rotto? Si ripara? Non vorrei spendere un mucchio di soldi per poi non risolvere il mio problema.
In particolare vorrei sapere chi di Voi conosce SpineMED e se davvero è utile oppure è paragonabile a qualche seduta da un buon fisiatra.
Non copio il referto dell'ultima RNM, preferisco mettere i link alle lastre:

http://www.pctunerup.com/up/image.php?src=_201011/20101123094635_1.jpg
http://www.pctunerup.com/up/image.php?src=_201011/20101123094726_2.jpg
http://www.pctunerup.com/up/image.php?src=_201011/20101123094750_3.jpg
http://www.pctunerup.com/up/image.php?src=_201011/20101123094806_4.jpg
http://www.pctunerup.com/up/image.php?src=_201011/20101123094821_5.jpg
http://www.pctunerup.com/up/image.php?src=_201011/20101123094841_6.jpg

Grazie in anticipo a chiunque vorrà rispondermi.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Dalle immagini sembrebbe necessario intervenire, poichè l'ernia comprime la radice S1 di sinistra e i Suoi sintomi sembrerebbero congrui con quanto evidenziato.
La certezza però può essere data solo dopo una valutazione diretta.

Cordialmente
[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille della risposta Dottore, anche se speravo diversamente!
In realtà dopo circa 8gg di antidolorifico/antinfiammatorio, la situazione è migliorata, quasi non sento più dolore. A questo punto vorrei temporeggiare nella speranza che un pò di movimento, una buona dieta e qualche esercizio specifico (o Spidnemed) migliori ancor più il quadro.
Grazie
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Auguri!

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio