Avallamento della limitante disco somatica inf. c6

egregi dottori, nella consapevolezza di avere disturbi riferibili al distretto cervicale negli ultimi anni, seppur mai presentatisi con stati dolorosi e/o di irrigidimento muscolare eclatanti, dopo aver verificato che con talune posture avvertivo formicoli passeggeri alle ultime due dita della mano sx, il medico curante mi prescriveva una RM. per altro nel frattempo, avevo modo di verificare che tali disturbi si presentavano quando assumevo una postura errata al computer (dove svolgo prevalentemente la mia attività lavorativa), ovvero non appoggiavo mai i gomiti sul tavolo.
pertanto, in una sostanziale assenza soggettiva, di sintomi dolorosi e o muscolari, e spinto soprattutto dalla volontà di conoscere lo stato della mia cervicale anche perchè pratico sport potenzialmente traumatici (kitesurf e windsurf), anche se posso affermare di non averne mai sperimentato tali potenzialità, procedevo con la risonanza, che presentava poi questi esiti:

spondilo discoartrosi con osteofitosi e irregolarità delle limitanti disco somatiche.
ridotto il segnale e lo spessore dei dischi intersomatici per disidratazione.
avallamento di aspetto fratturativo della limitante disco-sonmatica inferiore di C6 con dubbio edema spongioso.
in C3-C4 stenosi foraminale bilaterale su base ostofitaria
in c4- C5 e C5 -C6 i dischi intersomativci protrudono posteriormente nel canale, dove riducono lo spazio epidurale anteriore senza evidenti compressioni sul midollo spinale. si realizza modesta stenosi foraminale con prelvalenza di lato sinistra. no alterazioni del midollo spinale.

la sorpresa è stata quella derivante dalla presenza di un avallamento in C6... non ho memoria di traumi recenti o di situazioni in cui ritengo di aver potuto subire uno schiacciamento?? evidenzio che tutt'ora posso riferire di non avvertire particolari disturbi o dolori. ho richiesto una visita ortopedica per il 19 dicembre presso un ortopedico chirurgo vertebrale...ma ovviamente sono angosciato per quel riferimento ...fratturativo... in quanto non so che precauzioni prendere fino a tale data.
gradirei sapere, se è possibile ipotizzare che si tratti di un vecchio trauma di cui non debbo apprrezzare un'emergenza attuale, pur nella consapevolezza della sussistenza di un quadro globale non certo roseo.

al momento ho deciso di indossare un collare...di cui farei volentieri a meno soprattutto nella citata assenza di sintomatologia soggettiva...dove il disturbo prevalente è dato proprio dalla morsa del collare!!

grazie.


[#1]
Dr. Alessandro Rinaldi Neurochirurgo, Neurologo 377 20 7
Gentile signore,
Spiace sempre trovare sorprese inaspettate, come in questo caso l'avvalamento della limitante inferiore C6. In effetti è strana una tale sorpresa in un uomo di 44 senza traumi in anamnesi.
Allora, intanto vi può essere stato un trauma inapparente, ovvero di cui non si è accorto, per esempio una brusca flessione del capo durante uno dei suoi impegni sportivi.
Comunque fin qui non dovrebbe esservi niente di grave collegato a questo. E' più probabile che i suoi disturbi vengano da una discopatia. Per questo sarebbe utile completare con esame elettromiografico sui distretti radicolari C4-C8.
Inoltre per avere informazioni sulla frattura o meglio sul rischio di fratture, l'esame più sensibile è la RM cervicale con sequenza STIR, che permette anche di datare l'eventuale frattura.
Spero di esserle stato di aiuto, ovviamente resto in attesa di sue notizie,

Dr. Alessandro  Rinaldi

[#2]
dopo
Utente
Utente
dottore la ringrazio della risposta, anche perchè al momento mi ritrovo in uno stato di particolare apprensione, in quanto considerando come discriminante temporale la lettura del referto, nella sostanziale assenza di sintomi, non mi sono di certo risparmiato nelle mie attività sportive sia dopo la risonanza che nei mesi o anni antecedenti, non ipotizzando minimanente di poter avere una frattura, se di questo si tratta...e in uno stato di salute che giudicavo decisamente buono (diversamente certe attività non si hanno nemmeno voglia di intraprenderle)

inoltre, salvo il medico curante che ha visionato solo il referto, non sono riuscito ancora a sottoporre ad uno specialista le sequenze della RM, tra cui non trovo la STIR, complici anche le attuali festività, per cui prima di martedi non credo di poter prendere contatto con uno specialista.

quello che potrebbe tranquillizzarmi, sarebbe capire se in linea generale, un'avvallamento di quel tipo, sia di per sè da considerare come una condizione che non necessiti un intervento di urgenza o delle particolari cautele, perchè le assicuro che al momento vivo come la sensazione di averci una vertebra di cristallo pronta a scoppiare o a deformarsi.

non so se sia opportuno andare al pronto soccorso, per ricevere qualche conforto...ma credo che riceverei probabilmente solo una strigliata in quanto comunque non posso comunque lamentare dolori, dal alto dx ove mi pare di capire che sia allocata la frattura, se non premendo vigorosamente in alcuni punti del collo...

[#3]
Dr. Alessandro Rinaldi Neurochirurgo, Neurologo 377 20 7
La tranquillizzerei sul fatto dell' intervento ne urgente ne di elezione. Sara' comunque il caso di sottoporsi a visita medica specialistica per mostrare referto e immagini radiologiche, per valutare le condizioni cliniche reali e quindi rassicurarla a 4 occhi.
Il miglior consiglio ora e' di usare con continuita il collare e successivamente trattare con fisio terapia.
Cordali saluti

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa