Discopatie e neuropatia

Salve,ho avuto un operazione di microdiscectomia L5-s1 all'incirca due anni fa per un ernia discale(l'operazione non andò molto bene perchè purtroppo il dolore alla gamba dx mi rimase) e all'incirca nel solito periodo mi fu diagnosticata una neuropatia rara chiamata HNPP o neuropatia tomaculare.
Poco dopo l'intervento ho iniziato ad avere delle fascicolazioni alle gambe e ai testicoli alle quali pero non ho dato molto peso.
Col passare del tempo pero il quadro è peggiorato perchè ho iniziato ad avere anche dolori soprattutto ai polpacci e ai piedi con leggera perdita di forza e dolori alla schiena.Ho deciso a questo punto di fare una RM lombare e questo è il referto:
Perdita della fisiologica lordosi lombare.
Fenomeni spondilosici con aspetti disidratativi dei dischi ed irregolarità dei profili somatici anteriori;si associano alterazioni degenerative a carico dei massicci articolari interapofisari,prevalenti nel tratto di passaggio lombo-sacrale.
Ad l2-l3 ed l3-l4vminima non significativa protusione ad ampio raggio.
A l4-l5 protusione ad ampio raggio con perdita ed inversione della normale concavità discale posteriore che determina limitata impronta sul profilo anteriore del sacco durale con iniziale impegno nei versanti inferiori dei forami di coniugazione dove appare comunque conservato lo spazio disponibile per le radici corrispondenti.
Il disco intersomatico l5-s1 in esiti di pregresso intervento chirurgico con posizionamento di distanziatore inteerspinoso in sede, appare ridotto di spessore e mostra protusione circonferenziale dell'anulus fibrosus discale oltre i profili ossei avente maggiore salienza a destra,che contatta l'emrgenza radicolare destra e si impegna ad interessare il forame di coniugazione di questo lato dove maschera la radice corrispondente,reperto verosimilmente enfatizzato anche dalla presenza di materiale cicatriziale residuato dal pregresso intervento subito.
L'alterazione discale si impegna ad interessare anche se in misura molto meno evidente anche il versante inferiore del forame di coniugazione di sinistra dove appare comunque conservato lo spazio disponibile per la radice corrispondente.A carico dela spongiosa subcondrale adiacente le limitanti somatiche a confronto si apprezzano lievi alterazioni distrofico degenerative.Al solo esame diretto regolare appare il cono midollare che termina a livello del margine inferiore di d12 e la distribuzione della cauda.Valido il trofismo dei muscoli paravertebrali.
La mia domanda è questa:cosa devo fare con questa schiena e soprattutto come si fa ora a capire se i problemi che ho alle gambe dipendano dalla schiena o dalla neuropatia(neuropatia tra l'altro molto particolare che rende i miei nervi periferici molto piu sensibili di altri a subire danni da compressione).
Grazie in anticipo a chi risponderà.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
la HNPP è una rara malattia dei nervi periferici che risultano più sensibili e più predisposti a disturbi e sintomi da compressione.
Non esiste una terapia, ma bisogna attuare provvedimenti di prevenzione al fine di ridurre i sintomi che, tutto sommato, in assenza di compressione sono abbastanza accettabili.

E' chiaro quindi che se una radice lombare risulta compressa da un'ernia discale o altro, l'intervento si impone, come sono necessarie alcune accortezze comportamentali nella vita quotidiana.

Mi riferisco all'evitare di stare a lungo,per esempio, appoggiato con i gomiti o i polsi quando si scrive al computer, non inginocchiarsi a lungo, non accavalare le gambe ecc.
Queste posture, nei pazienti affetti da HNPP, possono comprimere il nervo mediano al polso creando la s. del tunnel carpale o al gomito creando la neuropatia del nervo ulnare, con maggior facilità di chi non ne è affetto.
Ne riparli con il neurochirurgo, poichè i sintomi che accusa dipendono verosimilmente da entrambe le condizioni patologiche.

Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti, Le invio cordiali saluti
[#2]
dopo
Utente
Utente
***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Salve,volevo aggiornare la mia situazione che purtroppo sta continuando a peggiorare.
Continuo ad avere dolori che partono dalla schiena e si irradiano giu per le gambe sia a destra che a sinistra con fascicolazioni.
Sto perdendo forza ad entrambi i piedi a tal punto che inizio a faticare a camminare soprattutto scalzo.
Il mio neurologo che mi segue per la neuropatia dice che nel mio caso è veramente difficile capire quale sia la componente che deriva dalla mia neuropatia genetica e quale dalle problematiche della schiena.
Dice anche che l'hnpp solo in casi rari da dolore e solo in casi rari da problematiche cosi grosse dal punto di vista motorio.
In ogni caso ho effettuato una elettromiografia che evidenzia una sofferenza sensitivo motoria praticamente in tutti i nervi esaminati.
Conclusioni dell'elettromiografia:Non si evidenziano segni di sofferenza radicolare acuta.Lievi segni di polineuropatia sensitivo-motoria demielinazzante agli arti inferiori.
Secondo me la gran parte dei problemi che ho dipendono dalla schiena anche perchè prima che soffrissi di questo problema i miei nervi erano sani a parte una leggera diminuizione della velocità di conduzione sensitiva(risultato di una emg antacedente alle discopatie).Nel frattempo sono stato anche da due neurochirughi che mi opererebbero per la discopatia l5-s1 alzando le due vertebre e stabilizzandole.
Mi rendo conto che la mia situazione è veramente complessa e che sono alti i rischi nel fare una operazione e magari non ottenere risultati.La domanda che volevo fare qui è solamente questa:Puo una compressione a livello lombare come la mia(vedere rm sopra),dare come risultato una polineuropatia sensitivo-motoria demielinizzante colpendo praticamente tutti i nervi delle gambe?
[#4]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
La polineuropatia in chi è affetto da HNPP si può sviluppare a prescindere dalla presenza di un' ernia discale.
E se un'ernia discale o comunque una patologia della colonna vertebrale pone sintomatologia dolorosa e/o deficitaria speciafica di interesse chirurgico, l'intervento andrà effettuati.

Per il Suo caso, a distanza non ho modo di dirLe di più

Cordialmente
[#5]
dopo
Utente
Utente
Salve,ho iniziato ad avere dolori anche al collo e alle braccia e allora ho deciso di fare una rm cervicale.
Anche qui siam messi male RESPONSO:
Rettilineizzazione del rachide cervicale con perdita della fisiologica lordosi e segni di spondiloartrosisomatomarginale.
A c4-c5 bulging discale che restringe il retrostante spazio subaracnoideo premidollare senza raggiungere il midollo,a prevalente espressione laterale sinistra dove riduce l'ampiezza del canale foraminale.
A c5-c6 protusione discale con focalizzazione erniaria posteriore laterale destra che restringe lo spazio subaracnoideo premidolarre senza raggiungere la superficie anteriore della corda midollare e riduca l'ampiezza del corrispondente canale foraminale.
Ridotto il diametro rachideo a c5-c6.
Ho due domande per lei dottore poi farò una visita:Protusione discale con focalizzazione erniaria vuol dire che c'è un ernia o no?
Questa situazione alla colonna cervicale può dare problemi anche alle gambe ,come sopra avevo descritto,oppure in base al referto del medico radiologo, dovrebbe essere un problema circoscritto ora come ora solo alle braccia?
La ringrazio per la eventuale risposta.
[#6]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
La risposte possibili alle Sue domande sono due:

1)La protrusione è comunque una iniziale ernia (erniare= venir fuori) e pertanto può essere definita piccola ernia contenuta come una voluminosa ernia, ma non espulsa, può essere definita una grande protrusione,
Sono termini un pò anche soggettivi la cui importanza la deve stabilire il clinico attraverso la visita dle paziente.

2) Un 'ernia cervicale può "dare problemi alle gambe" se interessa in modo significativo il midollo spinale, ma anche qui è necessaria la valutazione clinica per stabilire se la causa è l'ernia cervicale o altra patologia.

Cordiali saluti
[#7]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta.
Cordiali saluti.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa