Area radiopaca colonna lombosacrale

buonasera, chiedo un consulto perché' mio padre di anni 66 ha eseguito un rx della colonna lombosacrale perché' da 2 anni ha dei blocchi lombari ogni circa 30 gg.
l'esito della radiografia riporta ad un certo punto ………area radiopaca di 30 x 20 mm in zona L3 a margini in poco irregolari…. si consiglia approfondimento tramite TC.
il giorno stesso si e' recato dal suo medico di fiducia il quale ha prospettato queste possibili cause:
- angioma?
- forte trauma?
- metastasi ossea?
per questo ha prescritto una risonanza magnetica che eseguirà domani, ma sono un po preoccupata sopratutto per l'ultima ipotesi di metastasi ossea??
mio padre sta bene, ha solo un adenoma prostatico
mi sapreste dire cosa potrebbe essere?
grazie mille
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Bisognerebbe aver visto la radiografia.
Aspettiamo la rmn che, presumo, sia stata ordinata senza e con mdc.
Per quanto concerne un'ipotesi diagnostica, troverei strano che una lesione secondaria (3° ipotesi) possa dare disturbi ciclicamente, ad es. ogni trenta giorni, e poi lasciare asintomatico il paz. Diciamo che una possibilità degenerativa calzerebbe meglio.
Risentiamoci col referto rmn in mano.
Auguri cordiali

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
dopo
Utente
Utente
buonasera dr. Della Corte, ho ritirato il referto della risonanza di mio padre

Non disponibili esami precedenti di confronto al momento della refertazione.
In anamnesi riferita alterazione di L3.
Alterazione di segnale, ipointensa in tutte le sequenze è riconoscibile in corrispondenza della porzione laterale destra del soma di L3 che, dato il sospetto che possa essere in rapporto a lesione di natura osteo-addensante necessita di completamento dell'iter diagnostico mediante TC mirata per valutarne la densità.
Indispensabile, inoltre, correlazione con dati clinico-anamnestici.
Le circoscritte iperintensità di segnale a livello di alcuni corpi vertebrali sono da correlarsi ad angiomi non aggressivi.
Non evidenti erniazioni discali.
Non lesioni focali del cono midollare né alterazioni intradurali.

puo' cortesemente dirmi di che cosa possa trattarsi

ringrazio e porgo cordiali saluti

[#3]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Eseguima la tac, come consigliato dal Neuroradiologo (a questo punto direi anche con contrasto)

Mi domando quale sia stata la diagnosi istologica dell'ipertrofia prostatica (immagino sia stato operato) e quali siano i valori del psa.

Cordialità
[#4]
dopo
Utente
Utente
i valori del psa fatti 3 mesi fa risultano nella norma, e l'ecografia prostatica di 3 mesi fa evidenzia un' adenoma prostatico aumentato di dimensioni rispetto al precedente.
non e' mai stato operato.

quindi secondo lei e' una metastasi?

ringrazio nuovamente
[#5]
dopo
Utente
Utente
buonasera, mi scuso per l'insistenza, ma immagini la preoccupazione e sinceramente la sorpresa, perché' con esami del psa nella norma come e' possibile ci sia un tumore che abbia già dato metastasi?
se potesse darmi una speranza che si possa trattare di qualcos'altro….. domani devo riferire a mio padre del referto e in qualche modo tranquillizzarlo ponendogli comunque anche delle possibilità' non così negative come la parola "METASTASI".

la ringrazio nuovamente e attendo una sua risposta

cordiali saluti
[#6]
dopo
Utente
Utente
………volevo aggiungere che oltre al psa nella norma, anche la fosfatasi alcalina di tre mesi fa era bassa.
di solito le metastasi non innalzano anche questo valore?

grazie
[#7]
dopo
Utente
Utente
qualcuno puo' dirmi di cosa si tratta?

esito tac:
Modesti appuntimenti osteofitosici degli spigoli delle marginali somatiche.
Manifestazioni artrosiche a livello delle articolazioni interapofisarie.
A carico del corpo di L3, nella sua porzione inferiore di destra, presenza di area di forma
grossolanamente rotondeggiante, delle dimensioni di 24 x 21 mm, a elevata densità calcica.
Il reperto parrebbe riconducibile ad area di sclerosi ossea.
Integre le limitanti somatiche.


ringrazio
[#8]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Mi pare che la tac sia più tranquillizzante. Un esame neuroradiologico andrebbe eseguito anche con mdc . Il fatto che le limitanti somatiche siano integre è incoraggiante.
Per completezza penserei anche ad una scinti ossea.

L'Urologo non penserebbe ad eseguire almeno una biopsia?
Lo stesso psa, a mio avviso, andrebbe ripetuto.
Cordialità
[#9]
dopo
Utente
Utente
ringrazio per la cortese risposta, porteremo tutta la documentazione sanitaria ad un neurochirurgo che valuterà se proseguire gli accertamenti.
per quanto riguarda la prostata, non e' mai stata data indicazione all'esecuzione di una biopsia, ma si parlava ancora circa 6 anni fa' di eseguire il cosidetto "sbucciamento" della prostata.
comunque anche per questo problema ci rivolgeremo ad un urologo per valutare il da farsi.
il psa eseguito a marzo era :
PSA TEST DI 2^GENERAZIONE = 2,36
valori di riferimento da 0 a 2,84
PSA LIBERO (TEST DI 3^ GENERAZIONE) = 0,446
rapporto PSA LIBERO/TOTALE = non applicabile
FOSFATASI ALCALINA = 91 valori di riferimento da 38 a 126

mi scusi, ma questi dubbi che lei ha ancora sulla prostata e' perche' lei pensa che questa lesione possa essere ancora correlata?

ringrazio nuovamente

cordiali saluti
[#10]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Nel mio intimo penso di no.
Ma una volta che si è instillato il dubbio, meglio essere tranquillizzato da un Urologo.
Se ha piacere, dia pure ulteriori notizie.
Cordialmente

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa