Colpo di tosse e dolore fortissimo alla schiena

Buona sera,

Tre giorni fa ho avuto un colpo di tosse e subito dopo mi sono piegata in due perchè la mia schiena ha fatto crack. Premetto che sono già stata operata 6 volte alla colonna zona lombare, ed ho subito una stabilizzazione su l5-s1 e una laminectomia su l4. Comunque subito dopo sono finita in ospedale perchè non riuscivo a muovermi e piangevo dal dolore. Fatto sta che mi hanno fatto aspettare due ore solo per essere visita e dovevo aspettare le 8 del mattino per essere visitata dallo specialista poiché alle 22 gli specialisti arrivano in pronto soccorso solo per le urgenze. Comunque alla fine me ne sono andata . La mattina dopo ho chiamato il mio neurochirurghio perchè purtroppo sono fuori città x una vacanza.,,, e gli ho raccontato l'accaduo. Mi ha prescritto delle punture di SOLDESAM. Le ho fatte e sono tornata a camminare. Solo che il dolore è rimasto. Ho la gamba debole. Non riesco a fare quasi nulla. Pure stare supina é difficile perchè mi partono i dolori e il formicolio. Ed ho notato che la parte hbassa della schiena è un po gonfia... ( nel quarto intervento nel quale mi hanno fatto la stabilizzazione mi avevano lesionato il midollo ed ho avuto una fuori uscita di liquor). Ora so che a distanza Nn si può fare una valutazione, ma lei che ne pensa? Cordiali saluti.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
non è facile, come Lei stessa intuisce, capire a distanza tale problematica.
L'ultimo intervento (6 interventi nella stessa zona lombare? e per quali motivi?) in che data è stato effettuato?
La comparsa di quei sintomi a seguito del colpo di tosse può avere più di una causa, come per esempio la espulsione di un disco (ernia del disco).
Lei però riferisce di una "lesione al midollo con fuoriuscita di liquor" nell'ultimo intervento.

E' bene precisare che verosimilmente non è stato lesionato il midollo poichè tale struttura non raggiunge la sede lombare, "fermandosi" prima, ovvero al confine tra la zona dorsale e quella lombare, cioè tra la XII° vertebra dorsale e la I° lombare.
Piuttosto la fuoriuscita di liquor fu dovuta alla accidentale lesione della membrana che avvolge le radici nervose più distali, quelle lombosacrali, ovvero quella del cosiddetto sacco durale.

Detto questo, Lei riferisce di notare un rigonfiamento della cute in sede di pregressa ferita chirurgica, comparso a seguito del colpo di tosse.
Potrebbe trattarsi di una fuoriuscita di liquor per formazione di una fistola liquorale.

Tale quadro, se così è, impone una sollecita revisone chirurgica.
Pur non essendo corretto prescrivere terapie a distanza, credo di poter fare qui una eccezione, quanto meno consigliando di iniziare la terapia antibiotica su prescrizione del Suo medico.

Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti, invio cordiali saluti

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa