Decompressione nervo ulnare

Cinque mesi fa fui operato di trasposizione ulnare. Venerdi' a causa di persistenti dolori.a gomito ,con sensazione di bruciore e fitte alo stesso, dolore al dito mignolo soprattutto con fitte e parestesie e sensazione di non poter allungare il braccio causa qualcosa che tirava il nervo stesso sono stato ri operato nel pomeriggio, quindi tre giorni fa . I medici mi riferiscono che il nervo era molto compresso e che è' stato liberato. Durante l'operazione e' stato fatto controllo elettromiografico e ora il nervo pare rispondere bene. Ma ho ancora, se pur in misura minore , fitte e parestesie al mignolo e dolori al gomito ( non più' la sensazione di costrizione stirando il braccio, come se non fosse più' "trattenuto").Vi chiedo gentilmente: e'normale questo decorso. In quanto tempo ritenete possa definirmi completamente guarito senza sintomi fastidiosi? Grazie e buona giornata
[#1]
Dr. Giorgio Leccese Chirurgo generale, Chirurgo della mano 9,7k 314
Gentile Signore,

la cosa non normale è il decorso del primo intervento.

Ora, si tratta di attendere che il nervo, già sollecitato da ben due manovre chirurgiche, recuperi la sua funzione.

Può essere aiutato usando integratori neurotrofici.

Resta da capire la causa del persistente dolore al gomito, dove non passa più il nervo ulnare; si tratta di una epitrocleite oppure da un fastidio causato dalle cicatrici (interna e esterna) del duplice intervento?

Buona giornata.

Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie della risposta. Aggiungo che le manovre chirurgice sono state quattro! Una a febbraio 2014 per neurolisi. Dopo si e'sublussato il nervo e ho effettuato trasposizione con complicanza ( ematoma ) e ora quest'ultima....Per quanto riguarda il gomito ho fatto tutto quanto prevede la medicina ( raggi, RMN, tac, tac con contrasto e risulto avere tendini e legamenti di un bambino ( e ho 52 anni ). Mi dicono che potrebbe comunque trattarsi di problemi legati ai nervi toccati, tagliati nel corso dei vari interventi ed afferenti all'ulnare. L'unica altra ipotesi potrebbe essere quella dettami da uno specialista fra i tanti( troppi ) da cui sono andato che mi aveva diagnosticato un conflitti omero olecranico. Ma era nettamente superiore l'ipotesi di nervi vicini all'ulnare "offesi"dai vari interventi. Lei che ne pensa? E il fatto che il post operatorio attuale sia decisamente piu'confortante, anche se persistono fastidiose parestesie e punture di spillo più', appunto, saltuarie fitte al centro del gomito, ritiene sia positivo? Grazie della Sua disponibilità' e cortesia
[#3]
dopo
Utente
Utente
E se per lontana ipotesi essendo tutti gli esami negativi, si trattasse di epitrocleite non dovro'mica di nuovo operarmi? Ma, mi dica , oltre a tutti gli esami che ho fatto e che le ho scritto nella mia precedente mail, ce ne sarebbero altri che escludano questa patologia? Grazie
[#4]
dopo
Utente
Utente
Ultima domanda semprevalla luce di quanto mi ha scritto. Cosa potrei fare per saper con ragionevole certezza se il dolore ancora presente al gomito potrebbe essere epitrocleite o causato dalle cicatrici interna ed esterna? Sempre considerando che gli esami credo di averli fatti davvero tutti. Grazie mille
[#5]
Dr. Giorgio Leccese Chirurgo generale, Chirurgo della mano 9,7k 314
Ora deve solo aspettare.

Circa l'epitrocleite (è solo un'ipotesi), la diagnosi è semplice (clinicamente) e non richiede un ulteriore intervento chirurgico.
[#6]
dopo
Utente
Utente
GrZie mille. Cordialità'
[#7]
Dr. Giorgio Leccese Chirurgo generale, Chirurgo della mano 9,7k 314
Di nulla.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, oggi la cicatrice, zona gomito, si presenta molto gonfia e molle ma non dolente. E' normale, forse perché' ho fatto la doccia? O e'meglio andare al pronto soccorso? Avendo avuto trasposto il nervo ulnare, fra qualche mese, e' compatibile la ripresa del gioco del tennis? Grazie. Cordialità'
[#9]
Dr. Giorgio Leccese Chirurgo generale, Chirurgo della mano 9,7k 314
Non vedo come la doccia possa modificare l'aspetto della cicatrice, ma non credo sia un problema tale da andare al PS.

Circa la ripresa del tennis è bene sentire il suo chirurgo, che conosce dettagli a me non noti.
[#10]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore, dopo due settimane dall'intervento e'normale avere ancora sintomi analoghi a prima dell'operazione ( intorpidimento , qualche fitta e senso di tensione specie al mignolo e zona polso, dolori vari tipo punture di spillo lungo il decorso del nervo con sensazione urente, gomito con sensazione di bruciore/fitte), con solo lievissimi, pur se presenti, miglioramenti? E, questo proprio non lo capisco....perché' i fastidi aumentano nel pomeriggio/sera? Il nervo era assai compresso e prima dell'intervento la EMG denotava "demielinizzazione segmentale e sofferenza assonale di grado lieve/medio,." Sono stato operato con un sistema grazie al quale il nervo era monitorato con Emg durante l'intervento e il medico mi ha assicurato che il nervo ora conduce molto meglio ma i risultati ad oggi non si"vedono".. Ci può stare? La decompressione e la neurolisi effettuate due settimane addietro possono risolvere anche questi inconvenienti ( demielinizzazione e sofferenza assonale di cui sopra ) dalla precedente operazione, oggettivamente riuscita male? Pur essendo conscio che non si possono avere certezze, quanto e' il tempo medio di miglioramento/guarigione dopo operazioni di questo tipo? Mi scuso per non averla ringraziata della precedente risposta ma per alcuni gg non ho usato computer. . Buon lavoro e grazie
[#11]
Dr. Giorgio Leccese Chirurgo generale, Chirurgo della mano 9,7k 314
Due settimane sono un tempo molto breve.

Molto dipende dall'entità del danno delle fibre nervose presente prima dell'intervento.

A volte, i tempi di recupero della sensibilità sono lunghi, anche di mesi.
[#12]
dopo
Utente
Utente
Grazie e buon lavoro
[#13]
Dr. Giorgio Leccese Chirurgo generale, Chirurgo della mano 9,7k 314
Di nulla.
[#14]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, e'normale che vi siano giorni i cui sento più dolori / fastidi di altri? La cicatrice mi duole, sento fitte e sensazione urente tutto intorno ( la cicatrice e' lunga quanto una penna ): e' normale, quanto potrebbe durare? Grazie mille
[#15]
Dr. Giorgio Leccese Chirurgo generale, Chirurgo della mano 9,7k 314
Direi che rientra nella normalità

Potrebbe durare alcune settimane.
[#16]
dopo
Utente
Utente
Sempre gentile, disponibile e cortese. Grazie
[#17]
Dr. Giorgio Leccese Chirurgo generale, Chirurgo della mano 9,7k 314
Di nulla.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa