Utente
Salve a tutti ,vi ringrazio per l aiuto anticipatamente.
Le patologie di cui soffro sono le seguenti.
Soffro spesso di lombosciatalgia accompagnata da una sensazione di debolezza alle gambe soprattutto quando sto in prolungata stazione eretta.
Inoltre soffro spesso di cervicalgia soprattutto d estate con le giornate umide e vertigini insopportabili anche quando porto la macchina.
Accuso anche mal di testa alle tempi sx e dx.
In seguito a queste sofferenze ho fatto degli esami.
1)rm cervicale: nel tratto rachideo c3-c7, i dischi intersomatici si presentano ridotti in altezza e nell intensità di segnale in tw2,come da fenomeni di degenerazione -disidratazione.
In c3-c4 e in c4-c5 bulging discale circonferenziale impronta la corda midollare in sede dorsale mediana e paramediana e mostra iniziale estrinsecazione nei neuroforami,specie a destra.
In c5-c6 protusione discale circonferenziale impronta la corda midollare,specie in sede mediana-paramediana sinistra.
In c6-c7 erniazione discale circonferenziale impronta la corda midollare in sede mediana-paramediana,estrinsecandosi anche per breve tratto,in senso craniale e caudale in sede sublegamentosa; occupati anche i neuroforami, in maggior misura quello di sinistra.
Nel tratto rachideo c5-c7 ,la corda midollare appare dislocata dorsalmente con la sostanza grigia che giunge a ridosso dell arco vertebrale .
2) esame ellettromiografico: il quadro elettromiografico ed ellettroneurografico depone per moderata sofferenza neurogena cronicizzata nei muscoli dipendenti da s1bilateralmente.
3)rm lombosacrale:appianamento della fisiologica lordosi lombare.
Canale spinale nella norma.
Normale aspetto del cono midollare.
A l4-l5 bulging discale circonferenziale leggermente asimmetrico per prevalenza intraforaminale sinistra.
In seguito a queste sofferenze sono stato manipolato da un osteopata e un fisioterapista con scarsissimi risultati.
Aspetto vostre risposte cordialmente.

[#1]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Egr. signore,
La situazione emersa dalla RM, invero, è un pò poco compatibile con la giovane età dichiarata.
In ogni caso i disturbi da Lei accusati possono dipendere dalla patologia discale repertata, ma per capire quale ernia è clinicamente significativa, è indispensabile la visita neurochirurgica.
Infatti il radiologo, correttamente, descrive tutto ciò che vede all'esame, ma sarà poi il clinico a valutare ciò che è da trattare.

Nel frattempo mi permetto di darLe un paio di consigli:
1) consulti anche un Otorino per escludere l'origine delle vertigini da una causa di propria competenza
2) lasci perdere le terapie manipolative che in sede cervicale possono complicare le cose

Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti, invio cordiali saluti
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno, la ringrazio per la sua celere risposta.
Volevo aggiungere che le mie normali attività quotidiane vengono compresse notevolmente da i miei malesseri in quanto non riesco a svolgere la quasi totalità delle attività funzionali.
L otorino è stato già consultato, anzi più di uno con esito positivo cioè sono sano come un pesce.
Ho anche consultato l oculista , e anche li tutto ok.
Io sono della provincia di trapani non saprei dove fare una visita neurochirurgica, lei potrebbe consigliarmi un centro apposito?
La ringrazio è stato davvero gentile.

[#3]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Può rivolgersi alla Neurochirurgia di Palermo, Catania, Messina, Siracusa
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#4] dopo  
Utente
Salve, dott.
Mi sono rivolto ad un neurochirurgo di genova e vedendo la mia risonanza di sei mesi fa si è espresso dicendo che la situazione è grave.
Ad oggi proprio poche ore fâ ho fatto un altra risonanza aspettando sabato per il referto.
Alla vista del radiologo confrontando il vecchio referto con le immagini che ha visto al monitor dice che l ernia è piccola e che non é grave.

[#5]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Non so cosa dire senza vedere le immagini e senza visitarLa
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#6] dopo  
Utente
Mi scusi per il messaggio insignificante.
L ultima rmn dice:
A livello dello spazio intersomatico c3 c4 ai apprezza minimo bulging discale circonferenziale,posteriormente responsabile di cancellazione del grasso epidurale;il disco intersomatico appare ,nelle sequenze t2 pesate ,ipointenso e disidratato come da fenomeni degenerativi.
C4 c5 si apprezza bulging discale circonferenziale,posteriormente responsabile di cancellazione del grasso epidurale e di moderato appoggio sul sacco durale;il disco intersomatico appare ,nelle sequenze t2 pesate ,ipointenso e disidratato come da fenomeni degenerativi.
C5 c6 si apprezza minimo bulging discale circonferenziale,posteriormente responsabile di cancellazione del grasso epidurale;il disco intersomatico appare ,nelle sequenze t2 pesate, ipointenso e disidratato come da fenomeni degenerativi.
C6 c7 si apprezza ernia discale posteriore,paramediana sinistra con minimo impegno caudale ma sempre sottolegamentoso ,responsabile di cancellazione del grasso epidurale,di discreto appoggio sul sacco durale e di iniziale appoggio sulla radice spinale sinistra;il disco intersomatico appare modicamente ridotto in altezza e,nelle sequenze t2 pesate ,si presenta ipointenso e disidratato come da fenomeni degenerativi.
D3 d4 si apprezza piccola ernia posteriore,paramediana destra con parziale fissurazione dell anulus,responsabile di cancellazione del grasso epidurale,di discreto appoggio sul sacco durale e di iniziale appoggio sulla radice spinale destra;il disco intersomatico appare ridotto in altezza e,nelle sequenze t2 pesate,si presenta ipointenso e disidratato come da fenomeni degenerativi.
Lei cosa ne pensa rileggendo i sintomi?

[#7]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Non posso che confermare quanto detto in precedenza.
Se non c'è una valutazione diretta è difficile esprimere un parere diagnostico e quindi terapeutico
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano