ernia cervicale e torcicollo

Buon giorno e buon anno a tutti.
So di avere 2 ernie cervicali di cui una piu' marcata c6-c7 ; sono a "rischio intervento" in quanto ho effettuato diverse visite con diversi specialisti con il risultato ke al momento non necessita l'intervento in quanto nel quadro inerente l'imaging l'ernia e' brutta,ma dal punto di vista clinico mi hanno escluso del tutto la chirurgia.
Ultima visita e' stata circa 3 anni fa e da allora bene o male tiro avanti senza grossi problemi,ma l'unico fastidio anzi problema ke mi tormenta e' il torcicollo e/o la sensazione di torcicollo persistente; ho sempre fastidio al collo e al trapezio sn che durante l'anno e' piu'o meno marcato.
mai problemi all'arto , solo un dolore che si irradia fino al trapezio(sn).
Da alcune settimane il dolore e' piu'accentuato e stamattina col nuovo anno ,quasi sono rimasto e sono bloccato dal dolore; immediatamente (indeciso su quali farmaci orientarmi e senza possibilita' di consultarmi col medico tantomeno con uno specialista)ho fatto una puntura di muscoril e bentelan e ne faro' almeno 5 , una al giorno;

- chiedo se questa cura puo'essere efficace. ho preferito il bentelan al voltaren.
- chiedo se persiste il dolore posso aggiungere a tale cura una puntura di toradol.
- chiedo infine se questi miei sintomi sono propedeutici ad un eventuale intervento.....sono un campanello d'allarme e quando dovro' preoccuparmi seriamente .

grazie
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
a distanza non posso darLe alcuna indicazione né su terapie né Le saprei dire se sarà necessario un intervento. Dovrei vedere la RM e visitarLa.
I farmaci antidolorifici possono alleviare il dolore, ma non rimuovono la causa del dolore, ovvero l'ernia.
Cosa intende per ernia brutta e che si esclude la chirurgia dal punto di vista clinico?
Deve attendere che i sintomi si aggravino per decidere l'intervento?

Si curi seriamente e Buon Anno
[#2]
dopo
Utente
Utente
L'ernia c6-c7 comprime un po il midollo ma non c'e' mielopatia;
volevo intendere che la visita dal punto di vista clinico....riflessi...emg...ecc e'andata bene e i medici a cui mi sono rivolto hanno esacluso l'intervento visto il quadro.

- attualmente se non ho grossi problemi ,penso sia inutile andare da un altro neurochirurgo, aspetterei di farmi visitare solo se rimanessi bloccato parecchio ( speo mai...ma ho la sensazione che prima o poi accada...).
con la puntura di oggi va meglio...non ho dolori ma sono leggermente bloccato nei movimenti; ne faccio altre 4 e magari spedo vada meglio. al momento non ho preso nessun altro farmaco(paracetamolo o altro.
grazie
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
E cosa aspettano tali colleghi? Che il quadro si rompa del tutto?

Auguri!!!!
[#4]
dopo
Utente
Utente
Guardi ho effettuato 4 visite con specialisti diversi e tutti hanno escluso categoricamente l'intervento.
mi auguro ke la mia situazione non sia compromessa....cosa aggiungere.....
[#5]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Appunto! Le faccio i miei migliori auguri.
[#6]
dopo
Utente
Utente
buongiorno dottore,grazie per le risposte...ma ne lei ne nessun altro specialista del forum ha accennato ad alcun consiglio sulla cura che io ho intrapreso e per la quale chiedevo conferme.
stamattina ho fatto la seconda puntura ; non sono piu' bloccato,ma ho un piccolo dolore/fastidio a livello scapolo omerale. di punture ormai ne faro' 5 sperando ke bastino,ma chiedevo al contempo se poteve al persistere del dolore magari aggiungere un po di paracetamolo coefferalgan? patrol?)
grazie
[#7]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
E' vietato dalla Legge prescrivere terapie a distanza se non si conosce il paziente.
[#8]
dopo
Utente
Utente
mah...se l'intento di chiedere un consulto in un forum di medici era quello di sentirmi dire un "in bocca al lupo" o "auguri" allora non vedo minimamente l'utilita' di questo servizio! ne avrei fatto a meno!
capisco che non si possono scrivere nomi di farmaci,anche se leggendo altri post i nomi vengono fatti comunemente, ma nemmeno confermare o dissentire la cura che una persona intraprende, tutto questo mi sembra un disservizio per l'utente!

auguri!
[#9]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
quello che legge su altri post non interessa questo Sito.
Se Lei legge di medici che prescrivo farmaci o addirittura indicano o sconsigliano con certezza una terapia, Le consiglio di diffidare da tali consigli.
Se io Le dicessi di assumere il cortisone Urbason senza sapere i valori della Sua pressione, senza sapere se è diabetico, senza sapere se è affetto da osteoporosi, commetterei un falso in atto pubblico oltre a dimostrare estrema scorrettezza nei Suoi confronti.

In questo forum si cerca di dare consigli, indicazioni comportamentali, suggerimenti, sempre premettendo che, in assenza di evidenze cliniche e strumentali, gli stessi non devono essere considerate prescrizioni.

La professione e la professionalità del medico si basa su questi cardini fondamentali.

Io Le ho ventilato l'ipotesi, molto verosimile (ma non di certezza) della necessità di intervento.
Lei si augura che la Sua situazione clinica non sia compromessa e a me non rimane altro che augurarglielo.

Se questo Sito non La soddisfa, nessuno La obbliga ad insistere. Le pare?

Una buona serata
.
[#10]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore, ho appena eseguita una visita neurochurgica;
il mio quadro e' preoccupante ed insolito.
all'esame clinico e all'apparenza sto bene e non c'e' bisogno di intervento,pero' dalla rm esce fuori che c'e' una stenosi cervicale con restringimento del canale dovuto ad osteofiti con calcificazioni del legamento longitdinale posteriore.

di sicuro la situzione non migliorera' ,non c'e' l'urgenza immediata per l'intervento , pero' e' un caso in cui si puo' parlare benisissimo di un intervento "preventivo"; ci sarebbero da sostituire 2 dischi (c5-c6 - c6-c7) .

il chirurgo mi ha accennato al fatto che in un soggetto come me, un trauma,colpo di frusta o altro potrebbe essere molto molto rischioso , visto il restringimento.

quindi si puo' parlare di intervento preventivo? sarebbe giusto intervenire ? cosa rischierei se temporeggiassi ancora? cosa significa che i traumi per me sarebbero pericolosi?

grazie
[#11]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
sembra che dopo quest'ultima visita neurochirurgica, Lei abbia ripreso fiducia in questo Sito.
Forse i 4 specialisti consultati in precedenza non erano neurochirurgi e pertanto L'hanno mal consigliata.

Io non posso vedere le immagini della RM e non posso valutare oggettivamente i Suoi sintomi, quindi non posso dare io una indicazione di certezza.

Detto questo rispondo alla Sua domanda sull'intervento preventivo.
In una situazione di stenosi (restringimento) del canale cervicale in cui sono contenuti importanti strutture nervose (midollo e radici nervose), il rischio che queste vengano lese a seguito di un evento traumatico in sede cervicale, anche di media entità come il colpo di frusta, è oggettivamente più alto di chi non ha una stenosi.
Ma al di là della prevenzione, l'intervento sembra indicato anche per i sintomi che Lei riferisce.

In ogni caso sta a Lei decidere
E in ogni caso Le faccio sinceri auguri, anche se ciò a Lei (ma non certo alla maggioranza degli utenti) appare un "disservizio"

Una buona serata
[#12]
dopo
Utente
Utente
premetto ke non considero questo sito un disservizio,in quanto ho scritto tante volte...pero' accade ke magari in periodi di dolori e fastidi il paziente chieda qualke info in piu' inerenti le terapie anche se non si dovrebbero scrivere nomi di farmaci!

- ritornando alla mia situazione e' sempre un po strana,in quanto fino a 15 giorni fa ( inizio di un dolore anche atroce e ke al momente si e' ridotto) non avevo e ho alcuni sintomi ke facciano ipotizzare un intervento; infatti il qusadro clinico e' normale ma dalle immagini della rm appare l canale ristretto a causa degli osteofiti e ke quasi sarebbe bene intervenire.

le chiedo: ma veramente sono cosi' a rischio? cioe' potrebbe essere possibile ke un ipotetico trauma...colpo di frusta o altro mi potrebbe procurare una danno irreversibile? addirittura tetraparesi?

ho 43 anni... quindi nel mio caso si dovrebbe intervenire per prevenire qualsiasi ipotetica disgrazia?

infine questo tipo di intervento( 2 sostituzioni di dischi) e' sicuro? la vita e la qualita' della vita riprenderebbero in maniera naturale e tranquilla? oppure avrei problemi e sarebbe un'agonia per sempre?
ho il terrore e non so cosa pensare!
[#13]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Lei ora ha scritto:
"premetto ke non considero questo sito un disservizio"

Ma, in verità in precedenza Lei ha così scritto:
"tutto questo mi sembra un disservizio per l'utente! "
_______________
La Sua domanda:
"le chiedo: ma veramente sono cosi' a rischio? cioe' potrebbe essere possibile ke un ipotetico trauma...colpo di frusta o altro mi potrebbe procurare una danno irreversibile? addirittura tetraparesi? "

Risposta:
Se Le è stato spiegato il rischio o Lei ha elementi migliori dei medici o non crede a ciò che un medico Le dice.
Il rischio c'è e io lo posso confermare in linea generale. Nel Suo caso lo posso ipotizzare, non potendo visionare le immagini della RM. Ma un altro neurochirurgo ha avuto modo di valutarle.

La Sua domanda:
"ho 43 anni... quindi nel mio caso si dovrebbe intervenire per prevenire qualsiasi ipotetica disgrazia? "

Risposta:
Non qualsiasi ipotetica disgrazia. In caso di trauma cervicale o comunque di gravi traumi che direttamente o indirettamente interessino la colonna vertebrale

La Sua domanda:
"infine questo tipo di intervento( 2 sostituzioni di dischi) e' sicuro? la vita e la qualita' della vita riprenderebbero in maniera naturale e tranquilla? oppure avrei problemi e sarebbe un'agonia per sempre? "

Risposta;
L'intervento in mani esperte è più che sicuro e la vita e la qualità della vita riprenderebbero normalmente.
Certo, come ogni cosa a questo mondo, anche un intervento chirurgico o una terapia medica hanno un minimo rischio, ma spesso il rischio di non sottoporsi a un intervento o ad assumere una terapia medica è molto più alto.

Non mi sembra il caso di essere terrorizzato

Cordialmente
[#14]
dopo
Utente
Utente
grazie x le risposte...
[#15]
dopo
Utente
Utente
dottore...mi piacerebbe farle vedere qualche immagine della rm , ma non saprei come fare. mi piacerebbe veramente sapere cosa ne pensa della mia situazione visionando qualche immagine.
[#16]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Lei può inviarmi il CD all'indirizzo email sotto la mia firma qui in calce, ma il mio parere sarebbe comunque limitato in quanto le indicazioni terapeutiche, mediche o chirurgiche di certezza si possono dare solo dopo un accurato esame clinico.
[#17]
dopo
Utente
Utente
Dottore se ci riesco , le inviero' il cd ( non sono tanto bravo col pc...mi faro' aiutare); sarebbe eventualmente gradito un suo parere sulle immagini , a prescindere dall'esame clinico che attualmente e' nella norma. grazie
[#18]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Spesso è difficile scaricare il File.

Se non lo ritiene un disservizio può inviarlo per Posta Ordinaria all'indirizzo dello studio di Milano
[#19]
dopo
Utente
Utente
buonasera dottore, in attesa di inviarle il cd, io ho quasi totalmente eliminato i farmaci; dopo circa 10 giorni di cura ( 3 efferlagan al di' , 3 lenizak al di' per il dolore e 1 compressa di medrol da 16 ) , attualmente ho piu' che dimezzato l'assunzione di farmacisto prendendo ancora mezza pillola di medrol da 16 e poi faro' altri 8 giorni da un quarto di pillola. non ho dolori forti, ma ho un dolore leggero sempre nella parte sn della spalla e a volte un po all'avambraccio. niente formicoilio ne parestesie. a parte il medrol prendo ala bisogno 1 compressa di paracetamolo da 1000 spesso la sera almeno cosi' riesco a dormire.
e' normale o preoccupante che ancora il dolore non mi sia calmato o scomparso? il problema mi e' iniziato circa il 20 giorni fa.
sto facendo bene a ridurre quasi del tutto i farmaci? e poi e' normale ke ho bisogno dela paracetamolo la sera per dormire un paio di ore tranquillamente? si puo' assumere il paracetamolo cosi' al bisogno magari una volta al giorno? ) gia' 20 giorni di paracetamolo)continuo cosi'?
mamma mia...!
[#20]
dopo
Utente
Utente
Buonasera , vorrei chiedere un parere , una delucidazione tecnica in merito ad un ipotetico intervento; ho eseguito 2 visite neurochirurgiche e in entrambi i casi le indicazioni su quello da fare ,nell'eventualita' dell'intervento,risultano essere uguali.
avendo calcificazioni a livello c5-c6 e c6-c7 nel mio caso si opterebbe per 2 discectomie oppure in base alla tc relativamente alla presenza di osteofiti , si opterebbe per una corpectomia; il chirurgo diceva che in entrambi i casi l'intervento e' di routine e per nulla rischioso, ma io sinceramente al pensiero di una corpectomia inizio a preoccuparmi o pensare a non so che cosa:
cioe' ,in questo caso si toglie una intera vertebra?
cosa si mette al posto della vertebra? protesi ? e' piu' rischioso? i risultati sarebbero uguali alla discectomia?
tecnicamente cosa succede con la corpectomia? convalescenza? qualita' di vita?

grazie
[#21]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Se si tratta solo di ernie in due spazi anche con calcificazioni, mi sembra esagerato eseguire la corpectomia.
Nella corpectomia (che sarebbe più esatto chiamare corpotomia mediana) non si tratta di asportare una o più vertebre ma solo di rimuovere una parte centrale del corpo vertebrale. In tali casi si inserisce una cage di appropriata lunghezza.
Tale procedura si esegue in casi ben selezionati e non mi sembra che il Suo rientri in questi.

Il parere qui espresso ovviamente è solo ipotetico non conoscendo obiettivamente la clinica (sintomi soggettivi e oggettivi) e non visionando le immagini.

Cordialmente
[#22]
dopo
Utente
Utente
grazie per la risposta dottore.
nel mio caso , se si guarda la rm , l'intervento sarebbe necessario, poi pero' al controllo clinico , al momento posso stare cosi'; dipende da me, se il dolore passa allora non si fa niente, ma se la qualita' di vita peggiora e devo prendere farmcai ogni giorno , allora la soluzione e' chirurgica.
nella mia cervicale ho parecchie calcificazioni , infatti si parlava di 2 discectomie, ma in seguito solo con un esame tc , si potrebbe constatare la presenza piu' o meno massiccia e problematica degli osteofiti, per questo si ipotizzerebbe una corpectomia.
ma il risultato pratico e' uguale? un tipo di intevento e' piu' pericoloso dell'altro?
attualmente non ho dolori...non prendo farmaci da 6-7 giorni ( prima prendevo solo 1 antidolorifico ) , tranne un integratore che mi ha prescritto il chirurgo. sento scricchiolio al collo lato sn .....e la notte, dopo circa 5 ore di letto mi sorge un dolorino alla spalla( suppongo sia la posizione a letto) che poi durante il giorni scompare .per ora sono passati 30 giorni dall'attaco di dolore che mi e' venuto e durato un po forte solo 3 giorni.
probabilmente sono conscio che prima o poi dovro' affrontare questo intervento...ma per il momento se mi ristabilisco a livello di dolori magari rimando.
[#23]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Caro signore,
credo finora di averLe riposto in modo chiaro Non ho altro da aggiungere

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa