Protrusioni,ernia,angioma,stenosi e alterazioni Modic

Salve,ho 34 anni,sono alto 1,84 e peso 71 kg e da 9 soffro di lombalgia.Ho dolore alla parte destra,gamba e piede destro,dolore articolare della colonna,e ultimamente ho dolore interno alla colonna centralmente (come se avessi un peso enorme che si scarica tutto giù ).Tossire è un problema,ma ancora peggio starnutire,ho un dolore enorme alla colonna.
Ho fatte varie visite in questi ultimi 9 anni,fatto terapie antalgiche con farmaci,e con laser,tecar mesoterapie.Ho fatto nuotosenza risultati,fisioterapia.Ultimamente con questo dolore centrale della colonna non ce la faccio più.Circa un mese fa ho fatto l'ennesima RMN,di cui allego il referto.
Scoliosi lombare sinistro convessa.
Rettilineizzazione delle fisiologica lordosi lombare in condizioni di scarico funzionale.
Severi segni si spondilosi,con reazione marginale ostefitaria e di degenerazione artrosica del comparto vertebrale posteriore.
Riduzione in altezza del segnale in T2 dei dischi intersomatici per fenomeni disidratativo-degenerativi,con associate note di vacuolizzazione gassosa discale.
Noduli intraspongiosi di Schmorl a carico di alcune limitanti somatiche esaminatemtra cui in L1-L2,circondati da segni di sostituzione adiposa tipo Modic II.Sostituzione adiposa ancha a carico delle limitanti somatiche di alcuni somi visualizzati.
Nel tratto compreso tra D12-L3 si rilevano alcuni bulge discali responsabili di riduzione dello spazio epidurale anteriore.
In L3-L4 : disomogenea iperintensità di segnale in STIR di verosiile natura edemigena del disco intersomatico,cui si associa protrusione discale posteriore in appoggio sul sacco durale,con iniziale estrinsecazione nei neuroforami di coniugazione.
In L4-L5 : ampia protrusione discale posteriore,che in sede mediana assume caratteristiche di minuta focalità erniaria,responsabile di imronta sul sacco durale.
Coesiste estrinsecazione nei neuroforami di coniugazione,specie a destra.
Degenerazione edemigena delle limitanti somatiche affrontate (Modic I).Angioma del soma di L4.
In L5-S1 : protrusione discale posteriore in appoggio sul saco durale.
Nel tratto compreso tra L3-S1 si rileva inoltre una discreta riduzione del calibro dello speco vertebrale su base degenerativa
Regolare morfologia ed intensità di segnale di epicono e cauda.
Si consiglia approfondimento diagnostico mediante esame post-contrastografico.

L'esito è molto peggio dell'ultima RMN di 7 anni fa,ho fatto una visita specialistica neurochirugica.Mi è stato detto che i miei disturbi non sono dovuti a ernia o protrusioni.Il medico mi ha anche chiesto se sono caduto,ma no non sono caduto.Il medico mi ha consigliato di fare una RMN con mezzo di contrasto e una rx con prove dinamiche.Mi ha detto che c'è un'alterazione di segnale ma cosa significa?
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
La mia sensazione è che i Suoi disturbi derivino dalla sofferenza intraforaminale dx a L4-L5.
Se il problema è solo di tipo "algico-infiammatorio", proverei con delle infiltrazioni in peri-radicolare e l'uso di un corsetto semirigido, durante la stazione eretta.
Eseguaper completezza le indagini che Le hanno suggerite.
Poi, eventualmente, ritorni in argomento con i relativi referti.
Cordialità.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
dopo
Utente
Utente
Oggi ho effettuato RMN con mdc,avrò l'esito la prossima settimana.Nella rx non ci sono scivolamenti vertebrali.Sto già facendo delle infiltrazioni di ozono senza risultati.
[#3]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Appena avrà l'esito, faccia sapere.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#4]
dopo
Utente
Utente
Ma il problema potrebbe essere la degenerazione discale e queste alterazioni che provocano infiammazioni? Il neurochirurgo mi ha detto che non è l'ernia il problema.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Ho avuto l'esito della Rmn con mdc
In L3-L4 : disomogenea iperintensità in STIR del disco,con segni di disidratazione.Protrusione postero mediana del disco con parziale impegno dei canali di coniugazione.
In L4-L5 : protrusione discale generalizzata con impegno dei canali di coniugazione specia a destra.Alterazione di segnale della spongiosa ossea delle limitanti somatiche affrontate di tipo Modic I,che presentano margini irregolari di natura degenerativo-artrosica.Angioma del soma L4.
In L5-S1 : protrusione discale ostero mediana che impronta il solo spazio adiposo epidurale.
Non impregazioni patologiche dopo contrasto.
Non alterazioni di segnale a carico del midollo predo in esame e radici della cauda.
Sostanzialmente invariati e sovrapponibili i restanti reperti.
[#6]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Mi confermo nell'idea che vi sia una compressione intraforaminale L4-L5 dx, che va operatata con tecnica mininvasiva (per non rischiare).
La causa dei Suoi mali dovrebbe essere solo là (naturalmente Lei abbisogna di essere visitato da un Collega che è esperto di tali patologie).
Auguri cordiali.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa