Utente 331XXX
Buon giorno
Sono Michele ho 40
È da 1 mese circa che ho sempre mal di schiena zona lombare quindi medico mi ha fatto fare rm lombosacrale e morfometria .
La rm
Non alterazione dell intensità di segnale a provenienza dal midollo endospongioso dei segmenti ossei esaminati.
Tratto lombare in asse.
Conservata la lordosi fisiologica.
Regolare la morfologia dei corpi vertebrali
Modeste alterazioni spindilloartrosiche diffuse per presenza di piccoli osteofiti marginali.
Lieve reazione osteocondrosica delle limitanti somatiche affrontate L4-L5
Al passaggio L4-L3 si rileva modesta procidenza discale circonferenziale con impronta sul sacco durale.
Al passaggio L4-L5 presenza di procidenza discale circonferenziale con impronta sul sacco durale ed impegno foraminale bilaterale.
Al passaggio L5-S1presenza di procidenza discale circonferenziale con impronta sul sacco durale.
Regolari I diametri del canale vertebrale.
Nei limiti le radice della cauda
Piccole cisti radicolari all altezza S2 ed S3
La morfometria
L’analisi morfometrica dei dischi intersomatici(L’1-S1) documenta degenerazione discale significativa ai metameri L3-S1
Sono i dischi degli ultimi tre metameri che non sono in ordine, per aspetti degenerativi in peggioramento.
L3-L4 è un disco protuso con profusione mediana che impronta le tasche radicolari.
Il disco L4-L5 mostra fissurrazione con erniazione a livello dei forami e profusione nel canale
L5-S1 è lievemente protuso centralmente.
L’analisi morfometrica dei corpi vertebrali documenta alterazione dei somi vertebrali con segno di osteocondrosi in L4-L5
Stenosi del canale spinale nei metameri distali a componente discale
Vorrei un vostro parere
Grazie

[#1]  
Dr. Pietro Brignardello

24% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Buonasera,

dalla risonanza si evidenziano delle degenerazioni discali lombari multiple che possono giustificare i disturbi lamentati.
In linea generale in questi casi, con sintomatologia iniziata da poco tempo,si comincia con terapie conservative di tipo farmacologico e fisioterapico. Le consiglio una visita specialistica neurochirurgica in quanto è solo con un esame clinico e la visione delle immagini che può essere impostata la terapia più adeguata. Rimango disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti e La saluto cordialmente
dr. Pietro Brignardello
pietrobri@hotmail.com
www.pietrobrignardello.it

[#2] dopo  
Utente 331XXX

Buona sera Dottore
La ringrazio per la tempestiva risposta
Vorrei chiederle se secondo lei è una cosa grave la mia è se necessita di intervento chirurgico e se tale intervento può essere risolutore dei miei problemi
Da oggi ho anche male ad entrambe le gambe e ai glutei non so se questo è associato al mio fastidio della zona lombare
Attendo risposta
La ringrazio anticipatamente

[#3]  
Dr. Pietro Brignardello

24% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
In linea di massima l’intervento chirurgico viene preso in considerazione solo quando la sintomatologia dura da molto tempo e non ha risposto alla terapia conservativa. Se l’indicazione all’intervento è corretta i risultati sono buoni.
La saluto cordialmente
dr. Pietro Brignardello
pietrobri@hotmail.com
www.pietrobrignardello.it

[#4] dopo  
Utente 331XXX

La ringrazio
Nel mio caso quale operazione sarebbe indicata?

[#5]  
Dr. Pietro Brignardello

24% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Sostanzialmente vi sono due opzioni. Se si ritiene che i disturbi lamentati siano causati dall’ernia l’intervento consiste nella sua rimozione. Se invece si ritiene che i sintomi siano riconducibili alla presenza delle discopatie ,con conseguente instabilità vertebrale ,va allora considerata l’eventualita’ di eseguire una fissazione vertebrale.
Comunque l’’intervento chirurgico va eseguito solo dopo avere effettuato terapie conservative senza risultati.
La saluto cordialmente
dr. Pietro Brignardello
pietrobri@hotmail.com
www.pietrobrignardello.it