Rm rachide lombare: ernia discale...

Ho 49 anni, peso 87, altezza 180. Attualmente (da circa 4/5 anni) svolgo lavoro d'ufficio. Ho sempre avuto problemi alla schiena consistenti in qualche episodio di "colpo della strega" che, di solito, si risolveva con 5/6 giorni di riposo ed antinfiammatori. Non ho mai abusato di analgesici ed antifiammatori anche se in occasione di episodi particolarmente dolorosi qualche voltaren l'ho preso ma niente di più. L'unico esame importante risaliva al 2001 con una TAC che evidenziò una lievissima ernia L5-S1. Purtroppo a dicembre scorso ho avuto un problema alla gamba destra che mi ha limitato i movimenti per qualche settimana ma in modo non eccessivo ed ho trascurato la cosa non attribuendole troppa importanza. Dall'8 gennaio 2009 ai primi di marzo sono stato bene poi ho incominciato a sentire un dolore continuo e persistente al polpaccio sinistro che, nei momenti peggiori, mi impediva di camminare. Il dolore spariva completamente seduto e disteso. Con il passare dei giorni il dolore è aumentato sino ad impedirmi di camminare per più di 50/100 metri, ho incominciato a dormire con difficoltà e qualche dolore lo sento, a volte, anche da seduto. Nel frattempo è comparso anche un forte mal di schiena che mi impedisci molti movimenti e mi procura dolore. A volte riesco a muovermi decentemente a volte devo stare più attento nei movimenti ma il problema maggiore e per me sino ad ora sconosciuto è quello alla gamba che a tutt'oggi mi impedisce di camminare tanto da costringermi a rinunciare alle vacanze già prenotate. Nei giorni scorsi ho fatto una RISONANZA MAGNETICA della quale riporto il referto:
CANALE VERTEBRALE DI NORMALE AMPIEZZA, RETTILINEIZZATO. I DISCHI INTERSOMATICI ESAMINATI, COMPRESI TRA L1 ED S1 SONO IPOLUCENTI, NELLA PESATURA T2, DISIDRATI IN RELAZIONE A FATTI DEGENERATIVI. VOLUMINOSA ERNIA DISCALE MEDIANA-PARAMEDIANA SINISTRA L5-S1 CHE SI ACCOMPAGNA AD ALTRETTANTO VOLUMINOSA OSTEOFITOSI MARGINALE DI L4. ERNIA DISCALE MEDIANA L5-S1 CHE SI ACCOMPAGNA AD OSTEOFITOSI MARGINALE DI L5; IL DISCO è DIMINUITO DI SPESSORE.

Questo è quanto: sono preoccupato perchè la cosa è molto invalidante non essendo in grado di fare più di pochi passi. Ringrazio in anticipo chi vorrà darmi un consiglio. Se qualche medico volesse consultare le immagini della RISONANZA posso inviargli il link dal quale scaricarla. GRAZIE ANCORA
[#1]
Dr. Marco Mannino Neurochirurgo 604 22 5
Mio caro Signore,
ma ancora non ha consultato un neurochirurgo? Il referto riporta una voluminosa ernia L5-S1 sinistra congrua con la sua sintomatologia che verosimilmente necessita di un'asportazione chirurgica.
Certo se decidesse di aspettare ancora, visto che già da due mesi ha un defict nel cammino non so se si potrà più giovare di un trattamento chirurgico.
Non perda altro tempo e si faccia visitare da un neurochirurgo.
Cordialità

Dr. Marco Mannino
Neurochirurgo
http://www.studiomannino.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio della risposta che PERò mi ha decisamente preoccupato. Quando dice "non so se si potrà più giovare di un trattamento chirurgico.." intende che potrei avere per sempre problemi nella deambulazione ?

Per precisare meglio quanto detto specifico che il problema attuale alla gamba sinistra risale ai primi di marzo, ho richiesto la RMN che mi è stata fissata per l'8 aprile e solo ieri ho avuto l'esito. Ho subito posto il quesito essendo l'unica cosa che potevo fare ieri appena letto il referto. Pensavo di certo di consultare un neurochirurgo e con l'occasione chiedo se potete indicarmi qualcuno vicino a me (zona RIMINI - emilia romagna)

grazie ancora

[#3]
Dr. Marco Mannino Neurochirurgo 604 22 5
Non volevo spaventarla, ma obiettivamente se il tempo trascorso dall'insorgenza di un deficit neurologico è eccessivo, senza che venga preso alcun provvedimento, il recupero non è garantito.
A Rimini non saprei chi consigliarle. Provi ad andare a Lugo di Romagna. Se chiede al suo medico di base certamente saprà indicarle un neurochirurgo di fiducia.
Saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio ancora. Pensavo di andare a Cesena al Bufalini dove c'è un reparto di microchirurgia e il primario, dott. Donato Roberto, è di Rimini.

A Lugo c'è un centro specializzato pubblico ?

Saluti

ps: si riferiva forse alla Clinica Villa Maria Cecilia di Cotignola ?
E' vicino a Lugo (dove non ho trovato nessun centro specializzato)
[#5]
Dr. Marco Mannino Neurochirurgo 604 22 5
A Lugo c'è una struttura privata convenzionata. Ma non mi veniva in mente Cesena che mi sembra anche un'ottima soluzione.
Auguri
[#6]
dopo
Utente
Utente
Adesso contatto entrambi e vedo dove mi ricevono prima.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa