Cisti aracnoidea temporale anteriore sinistra che aumenta, quali conseguenze?

Ogni 2-3 anni faccio la RM con mdc per la cisti aracnoidea temporale anteriore sinistra, rispetto a qualche anno sembra sia cresciuta passando da 3 a 4 cm.
Mi chiedo a quali conseguenze posso andare incontro e se la presenza della cisti, in questa posizione, possa influire sull'olfatto.
Da tanti anni ho un disturbo olfattivo, una specie di alterazione in quanto percepisco cattivi odori che non provengono dall'esterno, pur tuttavia riesco sempre a distinguere gli odori reali.
Da 2 anni questa alterazione è peggiorata ed è sempre presente, tranne al mattino quando mi sveglio, nel momento in cui mi alzo e inizio a muovermi il disturbo olfattivo ricompare.
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6k 200 2
Il problema è posto a grandi linee.
I nervi olfattivi sono due (dx e sin.) e non penso, anche se non ho visto le immagini rmn, che la cisti di sin. (per quanto temp. anteriore) arrivi ad interessare entrambi i nervi dell'olfatto.
D'altra parte, Lei mi descrive disturbi dell'olfatto non sugli odori esistenti, ma sugli odori (suppongo cattivi) che nell'ambiente non ci sono. Questo tenderebbe tanto a richiamarmi un "attacco uncinato" se la cisti, in qualche modo, interferisse sull'uncus.
Mi trascriva per intero i referti delle rmn (il primo dove è stata vista la cisti e l'ultimo controllo dove la cisti risulta ingrandita).
Cordialità.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore.
Prima RM. esame eseguito in tecnica SE, TSE e FLAIR mediante scansioni T1 e T2 pesate condotte sui piani assiale, sagittale e coronale. Cisti aracnoide temporo polare sx di cm 3x2 circa a contenuto tipico liquore con rimodernamento della circostanti circonvoluzioni cerebrali. Restanti reperti RM encefalo nella norma e compatibili con il dato anagrafico sia nelle condizioni basali che in quelle post contrastografiche.
Seconda RM.
Sono state eseguite sequenze SE T1.T2W TOF FLAIR utilizzati piani assiali, sagittali e coronali. Non apprezzabili alterazioni parenchimali focali e/o diffuse di rilievo in entrambi gli emisferi cerebrali, negli emisferi cerebellari e nelle strutture del tronco encefalo , la somministrazione del MDC non concretizza enhancement patologici. Strutture della linea mediana in asse. Sistema ventricolare sovra e sottotentoriale non dilatato. Mantenuta la configurazione degli spazi liquori della base e della volta ove si eccettui la cisti aracnoidea in sede temporale anteriore sx del diametro massimo di 4 cm. Corpo callosa nella norma per morfologia ed intensità di segnale. non si evidenziano espansi in sede infundibulo ipofisaria e a livello degli angoli pontocerebellari. L'integrazione con sequenze TOF non mostra alterazioni morfologiche e/o alterazioni del segnale di flusso degli assi artrosi del poligono del Wills e delle principali diramazioni.
[#3]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6k 200 2
Visto che non ci sono segni di compressione/sofferenza delle strutture viciniori alla cisti, ed in assenza di sintomatologia, starei ancora tranquillo ed aspetterei il prossimo controllo.
Cordialità.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore per la sua risposta, attualmente il neurologo che mi segue mi sta facendo fare una cura con i seguenti farmaci: Oxcarbazepina 300 e jumex. I risultati sono scarsi. Mi rimane sempre il dubbio se il problema olfattivo è derivato dalla cisti. Ho questo problema da quasi 25 anni, in forma leggera, quando c'era l'alterazione bastava mettermi a letto, dormire o in una situazione di relax che il problema passava. Per esempio soffiavo il naso dalla narice sx prima di andare a letto, si verificava il problema ma bastava dormire tutta la notte per risvegliarmi con olfatto nella norma. Invece da quasi due anni persiste giorno e notte, mediamente due 2 o 3 giorni al mese l'olfatto è nella norma. Il naso controllato più volte e da più otorini non si rileva nulla e tutti mi rimandano al neurologo. Aggiungo che solo quando ho il raffreddore e una abbondante presenza di muco anche se soffio il naso l'olfatto è nella norma.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio