Lussazione recidivante in età matura

salve, mi rivolgo al Dott.Migliaccio per avere un consiglio.
ho avuto 8 giorni fa una recidiva di lussazione abituale,da sola ho rimesso in sede la spalla. il lunedì sucessivo mi sono rivolta al DEA e successivamente al traumatologo. la lastra mostra inziale distacco del troclide. mi hanno consigliato un tutore che sto usando per venti giorni ed in seguito la riabilitazione con rinforzo. il tutore lo uso senza una forte contenzione per problemi legati alla SM, in modo da non produrre atrofia dei muscoli. con cautela mi muovo per eventuali problemi legati ad autocat. e igiene personale. insomma sto attenta.
ora ho un problema che non conosco se legato alla SM o al trauma: spesso mi formicolano il pollice ed indice della mano, specie a riposo. posso aver leso io i nervi rimettendola in sede?
può la sm ed il cortisone avermi causato debolezza sia muscolare che tendinesa? ho effettuato nella settimana del trauma "boli" di 125mg di solumedrol.
volendo evitare intervento, posso confidare su un adeguato rinforzo muscolare, oppure questo ultimo può essere contrioproducente nella fatica muscolare legata alla sm? scusi le scorrettezze ortografiche, ma sto usando la sx :-)
cordiali saluti!
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
pur ringraziandoLa della fiducia, tra l'altro già espressa in passato, devo pero precisarLe che in un
forum pubblico non è corretto rivolgersi, per un quesito o consulto, a un medico in particolare, salvo se non ci sia una risposta specifica data in precedenza sul medesimo argomento.
Tra l'altro la Sua domanda è di pertinenza più ortopedica che neurochirurgica.
Qui le posso consigliare di attendere qualche paio di settimane ed eventualmente eseguire una EMG.

Con i miei più cordiali saluti
[#2]
dopo
Attivo dal 2008 al 2010
Ex utente
grazie dott. Migliaccio, comprendo sia un forum pubblico, ma forse visto le precedenti risposte in altri post, dove gli ortopedici spesso non permettono che voi neurochirurghi esponiate le vostre esperienze e le polemiche insorte in passato dove voi venite a volte scorrettamente banditi dai vostri colleghi ortopedici, e sinceramente non ne ho mai compreso il motivo...ho ritenuto opportuno rivolgermi a chi reputo obiettivo e senza desiderio di apparire.

La leggo spesso ed ho letto in passato parecchio di voi tutti medici in genere, anche per uno studio personale sulla etica medica e rapporto medico paziente: non ho nulla nello specifico contro gli ortopedici, ma avendo io una patologia di base prettamente neurologica, volevo evitare di essere presa in carico esclusivamente dagli ortopedici, per non trovarmi con risposte univoche per la serie è solo la spalla...quando potrebbe anche starci la sm.

la mia esperienza personale mi ha portata a non escludere nulla!

ultimamente non ho più letto nei vari post, l'intervento dei neurochirurghi nelle sezioni di ortopedia e traumatologia e mi sono chiesta: " ma non era stata varata una legge che contemplava l'interazione fra le varie branche medico specialistiche in manier tale da dare il meglio al paziente permettendo allo stesso di avere a 360° una risposta chiara ai suoi quesiti sia nel reale, che suppongo anche nel virtuale? altrimenti a che serve questo forum?

comunque grata della risposta, aggiungo che ho letto tutto sulla spalla, ma non ho letto nulla o poco sulle lesioni di tipo neurologico conseguenti ad un trauma di riduzione della lussazione!!! di conseguenza mi è parso utile per dirimere i miei dubbi rivolgermi a chi ha una larga esperienza anche di malattie neurologiche.
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
la mia puntualizzazione riguarda soprattutto il rivolgersi nominalmente a un consulente di medicitalia.it.
La Sua richiesta poteva farla senza richiedere specificamente di me.
In ogni caso lesioni nervose possono essere possibili, ma bisogna diagnosticarle dopo una visita accurata.

Cordialmente

[#4]
dopo
Attivo dal 2008 al 2010
Ex utente
ok, scusino gli altri medici il mio aver osato! eviterò la prossima volta di essere diretta, mi perdoni dottor Migliaccio non intendevo metterla in difficoltà.
riposterò la domanda nel forum specifico in modo tale da dare ai suoi colleghi la possibilità di rispondere!così evito malintesi anche verso di Lei. ancora scusi e grazie del consiglio di cuore.
cordialmente la saluto.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio