Un ernia cervicale tripla

Genova 21/05/2009

Aiuto !!
Vi chiedo un aiuto a capire se, per una mia cara zia di 67 anni, c’è qualche cura non invasiva oppure se in ultima analisi presupporre un intervento per curare un ernia cervicale tripla.
Lei è stata visitata da diversi neurochirurghi, ma nulla è stato fatto per, quantomeno, alleviare il dolore o in parte attutire i giramenti di testa che con qualsiasi movimento del capo gli vengono. In sostanza non può più provvedere a nessuna faccenda domestica né della persona a causa di questo problema, insorto da circa 2 anni, con conseguenze problematiche per tutta la sua famiglia.
Il risultato di una : RM colonna cervicale , indicazioni : cervicobrachialgia bilaterale ;
indagine eseguita con scansioni digitali T1 e T2FSE e con scansioni assiali T2*FRG.Bobinadel rachide. Sistema GE Exite HD 1.5 T
Risultato; Normali le strutture nervose della fossa cranica posteriore.
Tonsille cerebellari in sede. Normale della cerniera craniocervicale.
Inversione della fisiologica lordosi cervicale con fulcro in corrispondenza dello spazio C6-C7. Lieve spondiloanterolistesi di C5 su C6. diametri canalari spinali e foramilali nei limiti della norma.
Modificazione della struttura interna su base degenerativa dei dischi intersomatici C4-C5,C5-C6,C6-C7, che presentano una riduzione dello spessore ed un lieve ampio debordo posteriore, associato a spondilosi margisomatica osteofitosica. Minimo conflitto durale ai livelli corrispondenti. Normalmente contenuti posteriormente i restanti dischi esaminati.
Non alterazioni di segnale nel contesto del midollo.
Non neoformazioni intra o paraspinali. ( come da referto originale)
In un certificato un professore scrive. Rnm evidenzia artrosi diffusa + discopatie multiple.
Comunque lei non riesce ad alzare le braccia ,non riesce a fare nessun movimento con la testa
senza provare dolore o giramenti e sbandamenti. Attualmente e sempre con un collare.
Scusandomi per essermi dilungato ora Vi chiedo : c’è la possibilita di poter fare qualcosa è, se sì come spero e mi auguro , dove potersi rivolgere ?
Ringraziandovi anticipatamente per risposte e suggerimenti , porgo il mio più distinto saluto.

[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. Signore,
è necessario vedere le immagini di RM e valutare con un attento esame neurologico e generale le condizioni cliniche di Sua zia.
L'indicazione a un eventuale intervento sulla colonna cervicale non può che scaturire dallo studio diretto del caso.
Se da tale visita si evidenzia un disturbo motorio attribuibile alla patologia cervicale e se le controindicazioni a intervenire non sono particolarmente critiche, penso che non farlo potrebbe non far migliorare l'attuale sintomatologia.
Cordiali saluti
[#2]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6k 200 2
Egregio signore,senza aver visionato le lastre e senza aver visitato la zia è difficile darle una valutazione appropriata.
Da quello che lei dice,non mi pare che ci sia un livello specifico dove poter agire non sufficiente aspettativa di poter ottenere la risoluzione del problema.Consiglierei di eseguire anche un EMG agli arti sup.
Nel frattempo posso consigliare di continuare con l'uso del collare e la somministrazione di farmaci antireattivi(ai limitianche anche dose di cortisone se non vi sono specifiche controindicazioni).
A proposito, i Neurochirurghi che l'hanno vista hanno già posto indicazione all'intervento e di che tipo(via anteriore con posizione gabiette per due/tre spazi...)?
Mi tenga informato ed a presto.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#3]
dopo
Utente
Utente
Genova 22/05/2009

Anzitutto mi preme ringraziare, su queste pagine ma lo farei anche pubblicamente,
i dott. Migliaccio Giovanni ed il dott. Vincenzo Della Corte.

Dott. Della Corte, mia zia dice che come medicinali gli hanno prescritto delle punture di Toradol con Muscoril in caso di dolore, accompagnate da pastiglie di Brufen, in quanto al cortisone ha fatto delle infiltrazioni, ma, queste, gli procuravano degli arrossamenti estesi cosicché lo hanno eliminato. In merito alle indicazioni di un possibile intervento gli è stato detto che non si possono toccare.
Chiedo a Voi ; essendo la RM del 02/2008 conviene farne un’altra, conviene unirci una TAC e d un EMG agli arti sup.,dopodichè a chi possiamo rivolgerci, fermo restando che siamo disponibili ad andare ovunque pur di trovare una piccola possibilità di cura. Come medicinali c’è qualcosa di altro oltre al Brufen,mi scusi per l’ignoranza ma questo è un antireattivo come Lei suggeriva ?
Vi ringrazio ancora e spero mi possiate aiutare ancora.
[#4]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Si è meglio ripetere la RM. Per gli altri esami, che vanno prescritti con indicazione mirata, come per un eventaule intervento,dovrà decisdere lo specialista che visiterà la paziente.

Cordiali saluti

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio