Cervicobracalgia lato sinistro e artrosi.

Buongiorno dott.. Ho 46 anni, faccio il cassiere terminalista in banca.Nel 1990 ho subito tamponamento auto (colpo di frusta). Quasi ogni anno soffro di qualche dolore alla cervicale che ho curato con qualche seduta fisioterapica.In data 3-5-09 mi sono svegliato con un forte dolore al braccio sin.Per emergenza ho preso un antiinfiamm.La sera al rientro lavoro il dolore e' tornato fortemente anche alla spalla sinistra.Sono rimasto a casa a riposo per 10 gg su consiglio medico curante continuando ad assumere antinfiamm.Il 15-5-09 ho eseguito radiografia rachide cervicale il cui esito e' "ESAME ESEGUITO NELLE DUE PROIEZ.ORTOGONALI.RIDOTTA LA FISIOLOGICA CURVATURA DI LORDOSI CERVICALE.SI DOCUMENTANO INIZIALI ALTERAZIONI SPONDILOSICHE DEI METAMERI ESAMINATI.RIDOTTI IN AMPIEZZA GLI SPAZI INTERSOMATICI TRATTO C4-C7.PER LA VALUTAZIONE DEL CONTENUTO SI DEMANDA ESAME TC E/O RMN SE FOSSE RITENUTO OPPORTUNO. la radiografia RAD.SCAPOLO OMERALE SX dice: " NELLE PROIEZIONI ESEGUITE, SI RILEVA LIEVE SCLEROSI DEL PROFILO CORTICALE DELLA GRANDE TUBEROSITA' OMERALE, IN I IPOTESI ESPRESSIONE DI INIZIALE ENTESOPATIA INSERZIONALE DEL TENDINE DEL SOVRASPINOSO. REGOLARE L'AMPIEZZA DELLO SPAZIO ARTICOLARE GLENO-OMERALE.NON EVIDENZA DI CALCIFICAZIONI IN SEDE INTRA E/O PERI-ARTICOLARI.--A seguito di cio' ho eseguito circa 10 sedute di fisioterapia in uno studio (laser,ultrasuoni, trazioni articolari, ecc.) con lieve miglioramento e mi e' stato indicato di indossare un collare rigido almeno 2 ore al di.Il 28.5 sono rientrato al lavoro ma accusavo forte dolore muscolare a braccio sin (mi era stata praticata una seduta di onde d'urto).Accusando mncanza di presa e di forza alla mano sin e dolori al braccio sin (tra il gomito ed il braccio)con segni di addormentamento mattutino ho deciso di fare una RMN sia al rachide cervicale che alla spalla sin: Eseguita in data 6-6-09 Esito rachide cervicale: "ESAME ESEGUITO CON TECNICA MULTI-ECHO SECONDO I PIANI ASSIALE E SAGITTALE FA APPREZZARE:- spondilouncoartrosi con apposizione osteofitosica ant. e post.- osteocondrosi intervertrabele tratto C5-D1 con multiple impronte sul sacco durale- barra disco-osteofitaria mediana-paramediana a dx C4-C5, barra disco-osteofitaria paramediana a sin C5-C6, barra disco-osteofitaria mediana-paramediana a destra C6-C7 a orientamento intraforaminale; barra disco-osteofitaria di C7-D1 con ernia discale in sede laterale a sin in sede intraforaminale(la stessa mostra sollevamento del legamento longitudinale posteriore ed impronta del sacco durale; ridotti in ampiezza gli spazi C5-C6, C6-C7 e C7-D1 con aspetto discale ipointenso i relazione a fenomeni disidratativi-degeneratvi; canale vertebrale ampio. I sintomi attuali: sensazione di scossa elettrica dita an mign sin.; minore forza di presa mano sin risp.destra, poco doloregomito, (riesco a controllare uso del braccio sin in altezza e muovere il collo giu e su-accuso dolore in zona intrascapolare spalla sin (tendinite).Il problema si risolve/o int.chir.?
[#1]
Dr. Antonio Zingale Neurochirurgo 224 6
Pur esclusivamente sulla base di quanto descrive potrebbe l'intervento migliorare il suo quadro neurologico

Dr. Antonio Zingale

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dr. ho letto la sua risposta con un po' di ritardo per i problemi fisici intercorsi.Tuttavia nel mese di giugno sono stato visitato da un Neurochirurgo il quale mi aveva indicato l'uso del collare un po di nuoto e il non intervento. Avendo qualche problema ancora ho eseguito a LUG ed AGO 5 sedute presso un chiropratico di fiducia.Dal 10.8.al 18.8 sono rientrato al lavoro seppur con qualche deficit.(Il 19-8 sono stato di nuovo male ,dopo aver fatto una sed.di agopuntuta.Al pronto soccorso sono stato visitato e mi sono stati prescritti 15 gg riposo nuova RMN e iniez.di NICETILE + Voltaren.Nel frattempo 2.9 nuova RMN dice: tratto cervicale : appianata la fisiologica lordosi .riduzione dello spessore e del segnale dei dischi intersomatici C5-C6 E C6-C7 coesiste diffusa componente osteofitosica margino-somatica.
A livello C7-D1 si rileva ernia discale postero laterale intraforaminale sinistra.
A livello C5-C6 modesta protrusione discale posteriore mediana con associata componente osteofitosica
intraforaminale sinistra.
A livello C6-C7 barra disco-osteofitaria con estensione intraforaminale bilaterale.
Regolare per morfologia e segnale la corda midollare. CANALE SPINALE D AMPIEZZA NORMALE.".

Con questa RMN ho eseguito una visita presso un NCH in Lombardia.
l'esito e' stato di assumere MIORILASSANTE LIORESAL , CORTISONE URBASON E OMAPRAZOLO. COLLARE PHILADELPIA.
e successivo intervento di anterodiscoctomia c6-c7.
sono stato ricoverato ,il 2.10 GIORNO DELL'INTERVENTO lo stesso e' stato sospeso per sospetta malattia muscolo-scheletrica (SLA??) per deficit - atrofia muscolare intraossea tra il dito police e indice mano sinistra. Sono stato inviato in Neurologia . Da esami eseguiti (EMG. RMN cranica SANGUE, ) e' stata allontanato l'ipotesi di malattia di cui sopra. Mi e' stata cnsigliato un ciclo di FISIOKINESITERAPIA visto un lieve recupero eseguito nei movimenti per circa 1 mese e rivalutazione NCH. Assunzione di Vitamine gruppo B. hO RECUPERATO LA MOBILITA' DEL COLLO E DEL TRONCO ; hO RECUPERATO UN PO DI FORZA NEL BRACCIO E NELLA MANO SIN DOPO 20 SEDUTE DI FKT ; RESTA DEFICIT DI FORZA DITO MIGNOLO E QUALCHE DOLORE ALLA SPALLA ED ALLA base del collo. EMG eseguita ha rilevato radiculopatia C7.
Le chiedo quali sono i vantaggi o gli svantaggi di eventuale intervento, visto che con la FKT i sintomi
sono migliorati; la FKT puo' essere utile ? ho sentito dire che l'intervento non elimina del tutto il dolore ma solo il disco .
Mi puo' dare maggiori chiarimenti , se la terapia manuale e' utile nel tempo o solo un palliativo? ? grazie in anticipo.
[#3]
Dr. Antonio Zingale Neurochirurgo 224 6
L'intervento migliora la forza e riduce il dolore .Se non accusa più tali sintomi o se sono saltuari e di poca entità, può non essere necessario l'intervento perchè i benefici non bilanciano i rischi, comunque bassi, dello stesso. Prudenza comunque nelle manipolazioni perchè possono determinare con meccanismo di frizione sulla radice un peggioramento dei disturbi radicolari
[#4]
dopo
Utente
Utente
***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.
[#5]
dopo
Utente
Utente
gentile dottore, e' passato un po di tempo dalla sua risposta.Visto che i miei sintomi non sono del tutto scomparsi in data 18.11.09 ho eseguito una visita fisiatrica: esito: limitazioni articolari al rachide cervicale in flessione ed estensione ai massimi gradi, con contrattura dell'elevatore della scapola bilateralmente.ROT ipoelicitabile il bicipitale, assente il tricipitale, vivale lo stilo radiale a sx.Deficit stenico arto sup.sx con forza muscolare possibile contro resistenza degli abduttori e flessori di spalla e flessori di gomito, flesso estensori del carpo, deficit stenico con forza muscolare contro gravita' agli estensori del gomito, flessori del IV e v dito deficit con forza muscolare in assenza di gravita' agli interossei, lombricali ed adduttore del I dito mano sx.Lieve
ipoestesia sul territorio C7-C8 SX. Difficolta' nei movimenti fini della mano sx.
Ho eseguito terapia fisica per recupero propriocettivo dei paraverterbrali del collo - rinforzo scaleni e dei muscoli dell'arto sup sx con particolare cura della mano sx.
I risultati non sono stati ottimali.
Si sono nel frattempo aggiunti altri sintomi, quali senso di vertigini e di mal di testa.
Pertanto, preoccupato ho richiesto altra visita da altro neurochirugo.
Ho eseguito RMN nuova: esito:cervicale: SI CONFERMA A LIVELLO C7-D1 in sede intraforaminale sin deformazione ernniaria del margine posteriore dell'anello fibroso corrispondente che riduce in ampiezza il forame di coniugazione. In atto l'ernia appare ridotta di dimensioni rispetto al precedente esame esibito.
A livello C5-C6 SI CONFERMA IMPRONTA OSTEO-DISCALE IN SEDE POSTERO LATERALE-INTRAFORAMINALE SIN. A LIVELLO C6-C7 in sede postero laterale intraforaminale destra.
RM DORSALE. Discopatia D11-D12 e D12-L1 con dischi ridotti di spessore ed ipointensi per fenomeni di disidratazione. In particolare a livello D12-L1 si conferma protusione focale del margine posteriore dell'anello fibroso corrispondente responsabile di impronta sull'astuccio durale, in sede mediana paramediana destra.
NON SI DOCUMENTANO IMMAGINI ATTRIBUIBILI AD AREE DI ALTERATO SEGNALE NEL CONTESTO DEL PARENCHIMA MIDOLLARE
La visita del neurochirurgo mi ha escluso la possibilita' di eseguire intervento , in quanto l'ernia e' leggermente diminuita. Prescritte iniezioni di LIPOSOM FORTE e gocce di LEVOPRAID + inizio di FKT.
Nel frattempo io sto accusando forti dolori di testa ed alla base del collo nonche' alla scapola sinistra ed alle spalle ed alla parte anteriore della gamba sin.
HO INIZIATO LASER FP3 con risultati ancora blandi (6 sedute) ma i dolori , i capogiri mi preoccupano un po'.
Ho scricchioli se muovo la spalla sin e se fletto il collo.QUesti sintomi sono collegati all'ernia ancora in essere o mi devo preoccupare..puo' trattarsi di una malattia piu' grave? (NELL'ARCO DELL'ANNO 2009 HO ESEGUITO 1 RX e 6 RMN - 16-6 2-9 26.9 3-10 GENN 2010 E FEBB 2010) I RAGGI POSSONO AVER POTUTO CAUSARE DANNI DI ALTRA NATURA?..sono molto preoccupato Grazie.
[#6]
dopo
Utente
Utente
dopo circa 1 anno ho fatto un ricovero in una struttura convenzionata di riabilitazione fisica (2011) Ottenendo un discreto recupero; sono rientrato al lavoro ,ho fatto 5 giorni di cure termali; nel 2012 e 2013 non ho avuto sintomi molto invalidanti; nel 2014 ho avuto due-tre frasi acute di dolore con forti dolori al collo ed alle spalle; pertanto ho eseguito nuovo ciclo di fisioterapia e piscina ; i dolori lancinanti sono se abbasso il collo e sento scricchioli continui:
il 16.4.2014 ho eseguito nuova RMN CERVICALE E DORSALE:
esito:
Osteocondrosi del tratto compreso c4-d1 con dischi ridotti di spessore ed ipointensi per fenomeni di disidratazione.
A livello C4-C5 in sede mediana si documenta impronta osteo-discale sull'astuccio durale.
A livello c5 c6 il disco intersomatico con diametri aumentati si impegna nel forame di coniugazione di sinistra e mostra una focale protusione del suo contorno posteriore, in sede mediana ove impronta il sacco durale.
A livello c6 c7 il disco intersomatico con diametri aumentati ,si impegna in entrambi i forami di coniugazione e mostra una focale protusione del suo contorno posteriore, in sede paramediana dx con impronta sacco durale.
Sempre a tali livelli coesiste stenosi degenerativa dei forami di coniugazione.
A livello C7 D1 sono rilevabili fenomeni degenerativi disco-somatici del tipo MODIC II.
Reperto di spondilosi dorsale con segni di artropatia degenerativa a sede interapofisaria.
Discopatia del tratto compreso tra D7 E D12 con dischi ridotti di spessore ed ipointensi per fenomeni di disidratazione.
a livello D7-D8 in sede paramediana destra si rileva ernia discale responsabile di impronta sull'astuccio durale.
A livello D8-D9 in sede paramediana destra e' apprezzabile ernia discale responsabile di impronta sull'astuccio durale.
Non si documentano immagini sicuramente attribuibili ad aree di alterato segnale nel contesto del parenchima midollare"

Ho chiesto parere al radiologo e mi ha detto di farmi vedere urgentemente da un neurochirurgo.
I sintomi che avevo nel 2009 --parestesie braccio sinistro e gamba- adesso non sono presenti; tuttavia accuso dolore al collo e alle scapole ed al movimento del collo avverto scricchioli ed attriti come se le vertebre cervicali urtano tra di loro; riesco a camminare sugli alluci senza problemi. HO crac anche alla scapola sx
Il mio medico curante mi ha prescritto DOBETIN 5000 e LIPOSOM per 10 giorni e NICETILE per 20 giorni.
Secondo lei, dottore, basta una cura di farmaci ed un po' di TECAR terapia e magneto e ginnastica posturale o e' il caso di preoccuparmi e recarmi urgentemente da un neurochirurgo per eventuale intervento, onde prevenire maggiori danni?

La ringrazio con anticipo per la consulenza.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa