Utente 140XXX
Ringrazio in anticipo per la risposta che mi darete.
Da circa una settimana e mezza ho continuo formicolio e tremolio alla gamba,al braccio, alla mano e al piede sx. inoltre in questi ultimi due gg ho anche dolori al collo e se alzo o abbasso la testa sento un formicolio.
Una settimana fa ho avuto forti dolori alla parte alta della schiena, a sinistra della spina dorsale, e il mio medico di base mi ha detto che ho avuto uno stiramento del muscolo, per il quale mi ha dato un gel. Il dolore infatti è passato, ma il tremolio e il formicolio no.
Sono molto preoccupata, perchè guardando vari siti mi sono accorta di avere i sintomi della sclerosi multipla.
Lunedì prossimo ho appuntamento da un neurologo per una visita, ma dato lo stato di agitazione ed apprensione in cui sono, spero mi darete presto una risposta, finchè non andrò dal neurologo.
Grazie.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

non pensi a patologie importanti, cerchi di stare tranquilla ed effettui con fiducia la visita neurologica.
Mi tenga aggiornato, se vuole.

Cordiali saluti e auguri
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 140XXX

Dott. Ferraloro La ringrazio per la risposta data, ma ora sono ancora più agitata perchè non mi ha smentito il fatto che potrei avere la sclerosi multipla, quindi mi sa che i sintomi che ho sono proprio da ricondurre a quella..speravo tanto fossero psicosomatici, essendo io una persona estremamente ansiosa, o al massimo dovuti a problemi cervicali.
Le chiedo cortesemente di dirmi il suo parere medico, perchè queste due settimane sono davvero a pezzi emotivamente, non riesco a pensare ad altro, ed ogni giorno mi sento un sintomo diverso agli arti. Da ieri ad esempio mi sembra di aver perso la forza ai muscoli delle gambe e delle braccia. Non capisco se è una questione psicologica, dato che da giorni sto cercando in internet risposte ai miei sintomi, e non capisco se i vari sintomi che sento appunto in questi giorni sono perchè mi fisso psicologicamente e mi sembra di averli tutti, oppure sono proprio il lento progredire della malattia...
Spero davvero in una sua tempestiva risposta.
Grazie.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non navighi in internet alla ricerca di autodiagnosi perchè si distruggerà psicologicamente. Pensi, se bastasse internet cosa faremmo noi medici?........
Quindi si tranquillizzi perchè i Suoi sintomi potrebbero essere tutti di natura psicosomatica soprattutto perchè aggiunge sempre nuovi sintomi in un soggetto estremamente ansioso. Quindi faccia con serenità la visita neurologica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 140XXX

La ringrazio molto Dott. Ferraloro per la sua disponibilità.
Alla fine oggi a pranzo sono arrivata a casa disperata e sono riuscita ad anticipare la visita neurologica a domani, non vedo l'ora di andarci perchè così non riesco più ad andare avanti. Oggi pomeriggio inoltre ho iniziato a sentire un torpore al mignolo destro, molto fastidioso.
La terrò aggiornata dopo che avrò fatto la visita neurologica.

La ringrazio ancora.

[#5] dopo  
Utente 140XXX

Caro dottore, Le scrivo per aggiornarla riguardo la mia situazione. In data 18 dicembre 2009 ho effetuato la visita neurologica, dalla quale è risultato tutto nella norma. La dott.ssa mi ha effettuato tutte le varie prove: mi ha fatto camminare con i piedi uno davanti all'altro, ed anche in punta di piedi; mi ha fatto la prova del martello sulle ginocchia e sui gomiti; mi ha toccato alternato prima con il dito e poi con uno spillo in vari punti del corpo per verificare la sensibilità; mi ha fatto fare sforzi spingendo con le braccia contro le sue; mi effettuato la prova del coltello; mi ha controllato la sensibilità sulla pancia ed altri piccole prove generali insomma.
Nella lettera ha scritto: Eon del tutto nella norma, marcia e stazione eretta senza caratteri podologici; prova del coltello ben eseguita;alluci in flessione, riflessi cutaneo addominali presenti; sensibilità superficiali e profonde integre; prove celebrali ben eseguite ed altre istruzioni specifiche comunque positive, che non riesco a leggere bene sulla lettera. Mi ha prescritto il Lexotan 10 gocce la sera per 5 gg, poi 5 gocce al mattino + 10 la sera per altri 5 gg, poi 10 al mattino e alla sera per un mese. Infine provare poi a scalare togliendo 5 gocce ogni 4/5 giorni fino a sospensione.
Ora sto quasi finendo la cura, ammetto che il formicolio mi è diminuito ma è ancora presente, soprattutto alla mano sinistra, nelle altri parti del corpo mi si presenta raramente ormai. Ma il tremolio diffuso è ancora presente, e da circa una settimana e mezza ho un terribile mal di testa per tutto il giorno, e in alcuni momenti se giro lo sguardo velocemente mi gira tantissimo la testa, come se avessi le vertigini.
Sono un pò preoccupata, perchè speravo che la cura risolvesse tutti i miei disturbi, invece ora se ne aggiungono altri.
Spero in una sua cortese risposta, perchè sono un pò in angoscia. Tra due settimane circa ho la visita di controllo dalla dottoressa.

La ringrazio in anticipo per la risposta che mi darà.

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi fa piacere che la visita neurologica sia stata negativa, infatti la neurologa ha confermato la mia sensazione che Le avevo ipotizzato nel post #3. La cefalea potrebbe essere di tipo tensivo ma va verificata con la visita neurologica che non è poi così lontana.
Per quanto riguarda la terapia, io personalmente uso, in casi come il Suo, farmaci di un'altra classe, gli SSRI, perchè, secondo me, risultano più efficaci e si può fare una terapia di fondo a lungo termine. Con le benzidiazepine (come il lexotan) invece la terapia non può essere prolungata e l'azione è molto superficiale.
Comunque mi faccia sapere cosa Le dirà la neurologa.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente 140XXX

Buonasera Dottore, la aggiorno riguardo la visita che ho effettuato lo scorso 23 febbraio. La dott.ssa mi ha scritto il seguente referto: 23 anni, già valutata a dicembre scorso per sensazione parestesica diffusa e sensazione di tremolio interno. Saltuarie cefalee con caratteristiche tensive. Episodio di cefalea prolungata persistita per circa una settimana e risoltasi circa 10 giorni fa, con caratteristiche analoghe a quelle abituali eccetto per la durata. Meglio con il Lexotan che ha assunto fino a una settimana fa circa, è più tranquilla, risolti i formicolii e la sensazione di tremore. Persiste insonnia con risvegli notturni e difficoltà a riaddormentarsi.
Consiglio di proseguire con il Lexotan 10gtt la sera da scalare poi gradualmente secondo risposta clinica.

Ecco dottore, questo è quello che mi ha scritto la dottoressa..Sono nuovamente preoccupata perchè è da più di una settimana che ho un costante formicolio alla mano sinistra, soprattutto al mignolo e al palmo e anche al piede sinistro, il tallone in particolare; oltre a questo molto spesso in questi ultimi giorni ho dei forti giramenti di testa. Dottore sinceramente non riesco a non preoccuparmi, vorrei tanto effettuare una visita più approfondita, mi sembra strano che anzichè migliorare mi aumentano i sintomi. Speravo che la cura del Lexotan risolvesse i vari disturbi. Non voglio sembrare ripetitiva o fissata, ma è davvero da escludere la possibilità della sclerosi. Non riesco più a togliermi questo brutto pensiero, proprio perchè vedo che non sto bene. La ringrazio per la risposta che mi darà.
Cordiali saluti.

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se i Suoi disturbi sono molto migliorati con il lexotan, significa che c'è un'origine ansiosa. Ora, che mi pare che abbia diminuito la dose, i disturbi si sono ripresentati. Confermo che la terapia col lexotan è insufficiente per il Suo problema e non lo risolve.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente 140XXX

Dottore Le scrivo per avere un parere preventivo da parte Sua, dato che non riesco più a tranquillizzarmi: nell'ultima settimana e mezza si sono aggiunti ulteriori sintomi. Ho costanti vertigini, e da una settimana quando faccio determinati movimenti con la schiena sento una specie di bruciore al centro della schiena, in un punto della colonna vertebrale; in questi due giorni inoltre mi prendono dei fortissimi mal di testa. Non mi è ancora sparito del tutto il formicolio al tallone sinistro e al palmo. La scorsa settimana ho chiamato nuovamente la dott.ssa dicendogli appunto che avevo forti giramenti di testa, mi ha detto di continuare con il lexotan per un altro mese.
Dottore cosa ne pensa? Io voglio fare degli esami più approfonditi, per escludere malattie gravi, ad esempio una risonanza, perchè per quanto cerco di stare tranquilla, come faccio a non preoccuparmi dato che più passa il tempo e peggio sto?

La ringrazio nuovamente per la Sua attenzione.

Distinti saluti.

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se i Suoi distutbi sono di tipo psicosomatico non potranno certo risolversi col lexotan. Se vuole, per Sua tranquillità, effettuare una RM, ne parli al Suo medico curante. Qualora fosse negativa, come spero, Le consiglio una visita psichiatrica per una diagnosi corretta ed una terapia adeguata.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se i Suoi distutbi sono di tipo psicosomatico non potranno certo risolversi col lexotan. Se vuole, per Sua tranquillità, effettuare una RM, ne parli al Suo medico curante. Qualora fosse negativa, come spero, Le consiglio una visita psichiatrica per una diagnosi corretta ed una terapia adeguata.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro