Utente 127XXX
Gentili dottori, dopo 12 giorni di daparox in gocce, sono arrivato a 15 gocce al giorno, ho avuto sintomi che non riesco a sopportare, vertigini, nausea, disfunzioni sessuali, non riesco a dormire. Le gocce mi sono state prescritte dal neurologo per un problema di ansia. Dopo aver parlato con il mio neurologo, mi ha consigliato di sospendere il daparox e di provare con la psicoterapia. Mi ha detto di togliere due gocce al giorno fino a non prenderlo più. Secondo voi potrei avere sintomi uguali ai suddetti, dovuti all'astinenza dal farmaco, anche se sono solo 15 giorni che prendo le gocce? La dose di 15 gocce al giorno è stata assunta solo per 2 giorni, poi dopo ho iniziato a diminuire. Praticamente con oggi sono passati 15 giorni da quando ho iniziato a prendere il farmaco e sono arrivato, scalando gradualmente, ad otto gocce.
la terapia era: 5 gocce per 5 giorni, 10 gocce per altri 5 giorni, 15 gocce per altri 5, fino ad arrivare a 20. In pratica non sono arrivato a 20 gocce. Se avessi saputo i sintomi non l'avrei mai assunto, mi sentivo meglio prima assumendo semplicemente ansiolitici, frontal 0,25 che tuttora assumo.
Grazie per la vostra risposta.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

Le ho risposto ieri.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 127XXX

Salve Dottore, mi scusi ma non mi è arrivata nessuna notifica della sua risposta, per questo ho riscritto. Ho avuto un pò di problemi con la mail. Vado a ricontrollare la mail di ieri. Scusi ancora.
Distinti saluti.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ha trovato la mia risposta?
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 127XXX

Si grazie dottore, comunque ho un pò di paura per questi antidrepressivi, la mia paura è di avere delle crisi di astinenza se non prendo più le daparox, anche se le ho prese per 12 giorni e al 13° avevo già scalato la dose. Ma come è possibile che gli effetti delle gocce siano peggiori degli attacchi di panico? Dopo 10 giorni che le prendevo normalmente, stavo sempre svanito, con vertigini, ecc.
Oggi è andata un pò meglio, ho avuto solo un lieve mal di testa, può essere la riduzione della dose che ha provocato questi effetti, diciamo "migliorativi"?

Distinti saluti

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non tema nulla perchè non avrà crisi di astinenza. Gli effetti "migliorativi" sono sicuramente da ricercare nella diminuzione del dosaggio del daparox che evidentemente non tollerava a dosi superiori. Per tale motivo Le avevo suggerito di provare a restare su 10 gtt circa, previo parere positivo del Suo neurologo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 127XXX

Salve Dottore, le volevo comunicare che ho finito di prendere le gocce. Le vertigini e la nausea sono scomparse ed ho iniziato la psicoterapia, devo dire molto bella, anche per me, che essendo un ingegnere sono molto razionale per natura. Infatti pensavo che questo tipo di terapia non era per niente razionale...mi sbagliavo. Comunque lo psicologo, mi ha parlato di crisi di ansia e non di crisi di panico, perchè secondo Lui le crisi di panico sono tali da non fare stare inpiedi una persona. Io invece più sto male, più tendo a camminare per paura di svenire, mah!?
Comunque continuo a prendere almeno un frontal 0,25 al giorno, per evitare di lasciarlo definitivamente, addirittura il neurologo ha detto che ne posso prendere anche tre al giorno. Ma io dico, sono quasi 30 giorni che li prendo, forse sarebbe meglio iniziare a ridurre, tenendo conto che questi ansiolitici abbassano molto l'attenzione, sbadiglio sempre.

Grazie dottore per avermi ascoltato e consigliato, devo dire, sempre in meglio ed in accordo con il Mio neurologo. Ne occorrono molti di medici come Lei, senza disprezzo per gli altri chiaramente.

Distinti saluti

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi fa estremamente piacere che Lei stia molto meglio e che si trovi bene nel Suo percorso psicoterapeutico.
Per quanto riguarda la graduale riduzione del frontal, ne dovrebbe parlare col Suo neurologo, comunque mi trovo d'accordo con Lei.

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 127XXX

Salve dottore, scusi il disturbo. Vorrei chiederLe a cosa possono essere imputati dei giramenti di testa e senso di leggerezza della testa. Ho smesso di prendere il daparox(gocce) da otto giorni e devo dire che non ho avuto molti problemi di astinenza, anzi quasi nessuno fino ad ora. Questi giramenti di testa, che ho soprattutto la mattina, possono essere imputati alla fine della terapia? La psicoterapia sta facendo i suoi effetti, da quando ho iniziato ho avuto solo una crisi di ansia, credo, legata ad una furiosa discussione la sera prima con la mia ragazza. Quando ho questi giramenti di testa, i valori pressori sono di 125/70 - 130/80, più o meno quelli che ho normalmente durante la giornata. delle volte ho queti giramenti quando alzo la testa, per guardare il soffitto, oppure quando sono in una stanza con luce bianca, quando sono vicino al computer, in alcuni cas, più rari, mi sembra che il soffitto ruoti mentre sono steso, poi mi rialzo e passa. Lei cosa ne pensa dottore, potrebbero essere disturbi legati ancora all'ansia o dovrei anche fare una visita dall'otorino? Le ricordo che tra 12 giorni devo fare la RM in testa e alla cervicale.

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le Sue vertigini non possono essere valutate in Rete.
In generale potrebbero essere dovute all'ansia o a qualche problema cervicale (che se ci fosse si rileverebbe alla prossima RM) o a problemi dell'orecchio interno. Aspetterei di effettuare la RM prima di chiedere una consulenza otorino. Per quanto riguarda i problemi di astinenza, li escludo assolutamente.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 127XXX

Salve Dottore ho fatto la visita dall'otorino, il Quale ha trovato l'esito dei test vestibolari nella norma, secondo Lui si tratta di vertigini dovute ad una conseguenza dello stato Neurovegetativo, in pratica da quello che ho capito io si tratta di ansia. Tuttavia mi ha consigliato un Rx cervicale perchè ha trovato una vertebra del collo un pò più pronunciata rispetto al normale e un esame da fare in ospedale "Potenziali Vestibolari evocati" per vertigini di ndd. Mi ha detto di non preoccuparmi. EccoLe il referto:

Es. Esame Audio e Vestibolare spontaneo nella norma. Sensazione di instabilità associata a reazioni neurovegetative. si consiglia: Potenziali vestibolari evocati per vertigini di ndd.

Ora io Le chiedo, queste vertigini possono essere dovute all'uso prolungato del fronta 0,25 (usato per circa 40 giorni), che ora ho smesso di prendere, o meglio, prendo solo al bisogno.

Per corettezza Le dico che ho chiesto ad un suo collega otorino di medicitalia, tuttavia visto che i Suoi consigli, per me, sono d'ORO e visto che ha seguito tutta la mia storia, ho ritenuto giusto informare anche a Lei.

Cosa ne pensa del frontal?

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non sono state segnalate vertigini, almeno che io sappia, alla sospensione del frontal che penso sia stata graduale.
Tuttavia tale farmaco soprattutto nei primi giorni di trattamento potrebbe causare vertigini come effetto collaterale indesiderato ma non penso che sia il Suo caso.
Ha fatto bene a consultare un Collega otorino di medicitalia. Faccia la RM cervicale ed encefalica e mi faccia sapere l'esito.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 127XXX

Dottore sono stato uno stupido, sentedemi meglio non ho preso più il frontal 0,25 (non ho sospeso gradualmente). Adesso ho chiamato il mio medico curante è mi voleva ammazzare. Mi ha detto di continuare a prendere il frontal 0,25 per una volta al giorno, solo di sera. Io pensavo che gli ansiolitici non fossero come gli antidepressivi.
Comunque ho preso il frontal per 40 giorni (2 al giorno) poi, ho iniziato a prenderne uno per qualche giorno altro e quindi sentendomi meglio non ho preso più niente, diciamo che non ho rispettato una graduale riduzione del farmaco. Infatti ieri mi sono sentito male, vertigini, tremore, ansia, ho preso un frontal e subito è andata meglio. Non sò che fare, seguo il consiglio del mio medico curante e continuo a prendere un pastiglia alla sera? Non riesco a contattare il Mio neurologo che mi ha prescritto il farmaco.

Sono stato uno stupido, secondo Lei ci sono particolari rischi?

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

segua le indicazioni del Suo medico curante, poi però sarebbe opportuno che informasse anche il neurologo prescrittore. No, non è una cosa grave, si ristabilirà presto.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 127XXX

salve dott. mi sono sentito il mio Neurologo, e anche Lui mi voleva ammazzare. Ha confermato che i sintomi sono legati alla brusca interruzione del frontal.

Mi ha detto che io non riesco a sopportare gli antidepressivi, per questo ha deciso di non farmi prendere più le daparox e di farmi iniziare la psicoterapia. Però mi ha detto anche di prendere il frontal 0,25 perchè è l'unico farmaco che riesco a sopportare.

In pratica Lui ha detto di prendere mezza compressa la mattina, mezza compressa a pranzo e 1 intera la sera, praticamente 0,5mg al giorno, fino al 26 Febbraio (giorno dell'appuntamento). Mi ha detto anche che questa dose è molto blanda, la minima per vincere l'ansia, e di non preoccuparmi quindi di un eventuale dipendenza.

Che il mio problema principale è quello, PAURA di un eventuale dipendenza!!!

[#15]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

faccia come Le ha detto il neurologo e, se vuole, mi faccia sapere cosa Le dirà alla visita.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 127XXX

Salve dottore, ma Lei cosa intende per graduale riduzione del frontal? Io sono molto preoccupato per quando arriverà il momento di scalare la dose. Adesso riprendendo la terapia, che comunque ho interrotto solo per pochi giorni (3-4), mi sento benissimo. Ho paurissima perchè alcuni dicono che non nè sono usciti. Inoltre facendo i conti, tra quando ho iniziato a prendere le EN prescritte al pronto soccorso per una crisi di panico e quando ho iniziato a prendere le frontal, sono passati 2 mesi e 4 giorni. Certo le EN le ho prese per pochi giorni (10 circa) e 5 gocce alla mattina e 5 alla sera. Ho paura a prendere le frontal fino al 26 feb. (giorno dell'appuntamento), seondo me passa troppo tempo, per cui mi abituerò sempre di più al farmaco, non sò che fare, vorreì anticipare l'appuntamento dal neurologo, mi stà venendo anche la paura delle medicine. Addirittura sulla rete dicono che le interruzioni degli ansiolitici prese per lungo tempo possono provocare crisi epilettiche mortali. E' solo esagerazione? Lei cosa dice? Ha mai avuto in cura pazienti con frontal? Ne sono usciti senza problemi?

Cordialità

[#17]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non pensi alle crisi epilettiche mortali che possono avvenire in particolari individui predisposti e con dosaggi molto elevati ed in ogni caso sono eventi eccezionali! Lei sta assumendo poi un dosaggio medio-basso e da poco tempo.
Certamente, ho avuto pazienti in cura col frontal e ne sono usciti molto bene, è una benzodiazepina molto ben tollerata ed usatissima nella popolazione. E' una molecola ormai ben studiata da decenni, non abbia timori e faccia come le ha detto il neurologo.
Stia tranquillo.

Cordiali sauti
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 127XXX

Salve Dottore non sò più a che pesci prendere. Ho chiamato un altra volta il neurologo e mi ha risposto un oò scocciato, va bene io sono uno che Lo avverte per ogni cosa, penso che se ne è accorto anche Lei, però ci sono modi e modi. Praticamente gli ho detto che prendendo il frontal 0,25 come dice Lui ho sempre sonnolenza, mi sento intontito, testa pesante, un pò di doloretti ai muscoli, perdita di riflessi, un pò di tremore. Più o meno questi sintomi li ho durante tutta la giornata, ma soprattutto un ora, un ora e mezza prima di prendere l'ansiolitico. IO mi sono preoccupato nel caso in cui si tratta di assefuazione (mi scusi per l'eventuale errore di scrittura), Lui ha detto che è una paura un pò grossa (visto che non sono neanche tre mesi che lo prendo) e comunque mi ha detto di provare a togliere mezza pasticca la mattina e di prenderne 1 intera la sera e l'altra mezza verso mattina inoltrata (11:30 circa). Adesso come Lei sà ne prendo (mezza+mezza+1). Non sò che fare perchè Lui ha detto che ad un certo punto devo cercare da solo le dosi giuste per sentirmi meglio, visto che io non sopporto gli antidepressivi e che quindi non può darmi questo tipo di farmaco. Mi aiuti la prego.

[#19]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

on line posso fare ben poco, Le consiglio di seguire l'indicazione del Suo neurologo in attesa della visita (10 giorni appena) e non si faccia prendere da questo pensiero fisso. Dopo la visita neurologica si valuterà il da fare.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente 127XXX

Salve dottore, mi scusi se disturbo sempre, vorrei porle una domana. Perchè per comprare le frontal 0,25 il medico non usa il ricettario rosso? inoltre il medico le ha prescritte solo una volta su un foglio bianco normale, però quando le ho finite non sono andato dal curante a farmele prescrivere nuovamente, sono andato direttamente in farmacia. Mia madre che ha usato per anni il Lexotan dice invece che il medico le prescriveva le gocce.

[#21]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il medico prescrive il frontal sul ricettario personale bianco in quanto non è concedibile dal Sistema Sanitario Nazionale, cioè è un farmaco a totale carico dell'assistito. Sul ricettario regionale rosso si possono prescrivere i farmaci in fascia A di cui si paga il ticket o sono totalmente gratuiti. Il fatto che Lei lo vada a comprare in farmacia senza una ricetta medica è un abuso che il farmacista compie perchè non potrebbe consegnarlo senza ricetta medica.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente 127XXX

Salve Dottore, ieri ho fatto la RM, i risultati usciranno la settimana prossima. Sulla ricetta del curante stava scritto: RM encefalo e del rachide cervicale. Loro hanno fatto la RM in testa e alla colonna, ma non ho sentito parlare di rachide cervicale, è la stesa cosa?
Per la ricetta dell'ansiolitico mi sono informato, la farmacista ha dato l'ansiolitico a mia madre senza ricetta solo perchè era di sabato sera e non si poteva rintracciare il curante per la ricetta. Il Lunedì mattina la farmacista ha chiamato a casa ed ha preteso la ricetta, che il medico aveva già preparato.

Il neurologo mi ha mandato una mail dicendomi di scalare la dose del frontal 0,25, in pratica non più 1/2 la mattina+ 1/2 a pranzo e 1 la sera, ma 1/2 a mezzogiorno+1 la sera. Questa decisione deriva dal mio stato di questi giorni (sonnolenza, confusione, testa leggera, un pò di tremore alle gambe). dato per scontato che questa mattina mi sono dimenticato e automaticamente dopo colazione ho preso la 1/2 pasticca di frontal, la nuova terapia la posso iniziare con un giorno di ritardo? Inoltre io avevo pensato di prendere per qualche giorno 1/4 la mattina + 1/2 a pranzo (e non alle 12:00) + 1 la sera, per non scalare velocemente la dose. Secondo Lei sbaglio?
Da quando ho ripreso a prendere la dosa iniziale (1/2 + 1/2 + 1), dopo la brusca interruzione, sono passati 7 giorni. E presto iniziare già a scalare? Lei cosa farebbe?

[#23]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

rachide cervicale e colonna cervicale sono la stessa cosa.
Circa la riduzione del dosaggio del frontal, faccia come Le ha scritto il neurologo e può tranquillamente iniziare domani.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente 127XXX

Dottore oggi ho preso 1/2 pasticca a mezzogiorno e 1 alle 20:00 non riuscivo più a stare senza (giramenti di testa, tremore) ho paura! Non sò che fare, se continuare così oppure riprendere (1/2+1/2+1) come ieri fino al prossimo appuntamento (26 Febbraio)

[#25]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

secondo me in lei c'è una forte componente psicologica.
Provi ancora domani a fare come oggi e se vede che Le viene difficile, dato che mancano pochi giorni alla visita, potrebbe tornare alle due mezze più una.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#26] dopo  
Utente 127XXX

Salve Dottore, sono riuscito, almeno fino ad ora, ad eliminare 1/4 di pastiglia la mattina. Credo che adesso devo far passare qualche giorno per stabilizzare il fisico. In pratica questo è il modo con cui prendo il farmaco:
1/4 la mattina (ore 10:50)
1/2 pomerig. (ore 13:15)
1 la sera (ore 21:15)

Lei ha ragione, credo che in me ci sia una forte componente psicologica, infatti ieri alle 14:00 nonostante avessi preso l'ansiolitico mezzora prima, ho avato un lieve attacco di panico, perchè mi avevano invitato a mangiare a casa di una zia della mia ragazza e per tutta la mattina avevo paura di sentirmi male mentre stavo li. In pratica solo il pensiero mi ha portato ad avere un attacco, ma come si può? Mercoledì prossimo nè parlerò con lo psicologo.
Ma i pensieri umani sono così potenti fino a tal punto?

Mia zia, un medico pediatra, ha detto che si sente in diritto di prendermi a schiaffi se continuo a pensare in negativo :-).

Io sento che quello che mi manca è una figura competente (un medico) che mi rassicuri ogni voltà che mi sento male o che stò pensando al fatto che possa sentirmi male.
Mi sento al sicuro solo quando stò a casa mia, dove ci sono le persone che mi conoscono, e quando sono fuori casa se sono vicino ad un ospedale o una guardia medica.
Che paura è questa Dottore?
Inoltre quando stò male ho paura di morire e di non vedere più i miei cari.
Mi scusi se mi sono spinto un pò oltre, ma sento di potermi fidare di Lei.

Cordialmente.

[#27]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lei ha paura che Le possano venire attacchi di panico in ambienti dove è difficile ricevere aiuto o paura di essere osservato mentre sta male.
Cerchi di stare tranquillo, faccia la Sua psicoterapia ma mi sembra opportuna anche una terapia farmacologica che non è rappresentata dall'ansiolitico.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente 127XXX

salve Dottore, Lei ha detto che le crisi epilettiche possono venire alle persone predisposte, cioè? Io ho un immensa paura che questo scalaggio me le possa procurare, stò sempre con questo chiodo fisso.

[#29]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

circa le crisi epilettiche può stare tranquillo soprattutto per il basso dosaggio che assume e per il breve periodo di assunzione. In 26 anni di carriera non ho mai visto una crisi epilettica da sospensione di benzodiazepine..e sapesse quante sospensioni ho fatto...
Quindi non pensi assolutamente a questa situazione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente 127XXX

Le scrivo i risultati della RM.

RM Encefalo
l'esame RM, eseguito senza m. d. c.,nelle sezioni assiali, sagittali e coronali (tecnica FRFSE, FSEOPT E FLAIR) nelle sequenze pesate in T1, T2 e DP, ha mostrato sistema ventricolare in asse, non dilatato.
Regolare morfologia ed intensità di segnale degli emisferi cerebrali, del cervelletto e del tronco encefalico.

RM Cervicale
L'esame RM eseguito nelle sezioni assiali e sagittali (tecnica FRFSE, FSEOPT ed FGR) nelle sequenze pesate in T1 e T2, ha mostrato lievemente ridotta la fisiologica lordosi.
Tra C3-C4, ed in grado lievemente maggiore C4-C5, modeste protrusioni discali a sviluppo mediano paramediano.
Regolare morfologia ed intensità di segnale dei restanti dischi intersomatici e delle vertebre cervicali e dei dischi intervertebrali.
Normale il segnale del midollo spinale nel tratto preso in esame.

Quindi Dottore, mi sà che il mio problema è solo psicologico. Non servono a niente questi ansiolitici allora? Faccio bene a scalarli e a continuare con la psicoterapia?

Distinti saluti.

[#31]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come vede le RM sono negative (a parte le due modeste protrusioni scarsamente rilevabili sul piano clinico).
Oggi i farmaci di fondo che si utilizzano nei disturbi d'ansia sono gli antidepressivi non triciclici. Le benzodiazepine è buona norma utilizzarle in una prima fase, in associazione all'antidepressivo, per poi ridurle gradualmente fino a sospenderle. Sarà comunque lo specialista che Le prescriverà un'idonea terapia, fermo restando l'utilità della psicoterapia anche in associazione alla farmacoterapia.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente 127XXX

SAlve dottore, ma è normale che un ora un ora e mezza prima di prendere l'ansiolitico, mi sento un pò intontito? con una sensazione di perdita di equilibrio? Sono gli effetti dello scalaggio? oppure e qualcosa di grave? Vuol dire che stò scalando troppo velocemente?
ho iniziato per i primi 4 giorni togliendo 1/4 di pastiglia la mattina, poi dopo i quattro giorni, ho tolto l'altro quarto e attualmente prendo 1/2 alle 11:00 e 1 alle 19:00. addirittura il neurologo disse di togliere direttamente la 1/2 pastiglia del mattino.

[#33]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

stia tranquillo. La riduzione del farmaco è fatta in modo corretto. E poi mi pare che domani effettuerà la visita neurologica, mi faccia sapere cosa Le dice il Collega.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#34] dopo  
Utente 127XXX

salve Dottore, sono andato dal neurologo, mi ha visitato e ha detto che mi ha trovato meglio. Ha parlato sempre di GAD. per quanto rigurda l'ansiolitico mi ha prescritto il frontal in gocce, e su mia richiesta mi ha detto di prenderle mattina, pomerigg, sera. La mia richiesta nasce dal fatto di dover andare ogni giorno in facoltà dalla settimana prossima, per cui vorrei stare un pò più tranquillo, visto che devo fare 90 Km per andare e 90 Km per tornare dall'università.
Mi ha detto di fare:
10 gocce la sera
4 al mattino
3 il pomeriggio.
Lui ha detto che queste sono dosi pediatriche, inoltre mi ha detto che con le gocce posso scalare meglio. La cosa fondamentale per Lui è di non lasciare le gocce di botto. Secondo Lui devo un pò gestirmi da solo, nel senso che se io mi sento bene, posso decidere di togliere una goccia ogni 3-4 giorni, inoltre mi ha detto che se le gocce mi creano molta sonnolenza durante il giorno, posso saltare la dose del pomeriggio. Insomma devo capire io come mi sento, infatti mi ha detto che la dose di ansiolitico è poca e la stò prendendo da poco tempo e che quindi non c'è un vero e proprio modo per scalare, mi devo sentire io bene, ma soprattutto non devo lasciarle di botto.

Le gocce di frontal sono da 0,75mg/ml, le pastiglie invece da 0,25mg, quindi 10 gocce corrispondono ad una pastiglia vero? Giusto per capire se i conti sono stati fatti bene, invece 5 gocce corrispondono a mezza pastiglia vero?

Mi ha detto di prendere al bisogno SERANS (biancospino, melissa, valeriana, passiflora)

Mi ha detto di prendere SAMEFAST compresse orosolubili 1 al mattino, 1 al pomeriggio per 15 giorni al mese per tre mesi.
Da quello che ho capito io questi ultimi due farmaci sono a base di erbe.

Allora Dotore secondo Lei come devo scalare il frontal, inoltre 10 gocce corrispondono ad una compressa da 0,25? giusto per capire come devo continuare con le gocce.

Cordilità.

[#35]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le confermo che 10 gtt di frontal corrispondono a 0,25 mg, cioè ad una cpr da 0,25. Per la riduzione graduale faccia come le ha detto il neurologo, 1 gtt ogni 3-4 giorni.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#36] dopo  
Utente 127XXX

Dottore mi sono dimenticato di chiedere al Neurologo se devo scalare prima le gocce che prendo la sera oppure quelle che prendo la mattina. E' la stessa cosa? devo ricontattare il Neurologo?

[#37]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Inizierei da quelle del pomeriggio.
Dr. Antonio Ferraloro

[#38] dopo  
Utente 127XXX

Dottore, la somministrazione prescritta dallo Specialista (10 la sera, 4 al mattino, 3 il pomeriggio) serve solo per stare più tranquillo durante il giorno visto che devo andare e venire dall'università, in pratica io vorrei continuare a seguire la somministrazione attuale (1 compressa la sera = 10 gocce e 1/2 compressa la mattina = 5 gocce), per non rimescolare tutto dinuovo, per cui inizio a scalare quelle della sera?

Che poi, io ho detto di voler scalare in modo da avere i minori sintomi di astinenza, e Lui invece di 15 gocce al giorno (corrispondenti ad 1 pasticca e mezza) me nè consiglia 17, che facciamo torniamo indietro?

Comunque è meglio iniziare da quelle serali?

[#39]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, se non ha disturbi del sonno.
Dr. Antonio Ferraloro

[#40] dopo  
Utente 127XXX

Dottore, scusi se La disturbo sempre, ho letto che nelle gocce tra i vari ingredienti c'è alcool, può essere dannoso? inoltre io sono quasi astemio, solo in determinate occasioni bevo un bicchiere di spumante.

[#41]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Stia tranquillo, è in quantità infinitesimale e per nulla dannoso.
Dr. Antonio Ferraloro

[#42] dopo  
Utente 127XXX

Va bene e grazie mille.

[#43] dopo  
Utente 127XXX

Dottore ma è sicuro che non c'è differenza tra le gocce e le pasticche di frontal, dopo circa due ore che ho preso le 5 gocce (mezza pasticca da 0,25) ho avuto sbandamenti di testa, come se fossi ubriaco. Non riesco a spiegarmi il motivo.

[#44]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Penso che sia suggestione.
Dr. Antonio Ferraloro

[#45] dopo  
Utente 127XXX

salve Dottore, ieri ho fatto due conti. Se 1 ml = 20 gocce, allora 10 gocce di frontal 0,75 mg/ml non corrispondono ad una psticca di frontal da 0,25mg ma ha più di 1 pasticca (1 + 1/4). Quindi ieri mattina quando ho preso le 5 gocce in realtà non corrispondevano a mezza pasticca ma a mezza + 1/4, può essere che per questo motivo mi sono sentito stonato?

[#46]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non faccia conti.
10 gtt = 1 cpr da 0,25
20 gtt = 1 cpr da 0,50
5 gtt = mezza cpr da 0,25

Tutto qui!
Dr. Antonio Ferraloro

[#47] dopo  
Utente 127XXX

Salve Dottore, come và?
Sono ormai 15 giorni che stò facendo lo scalaggio del frontal, dopo essere stato male con le gocce (il neurologo ha detto che probabilmente ho delle intolleranze verso alcuni eccipienti) sono ritornato alle pastiglie da 0,25, in pratica stò scalando 1/4 di pastiglia ogni 6 giorni circa. adesso sono arrivato a prenderne 1/2 a mezzorgiorno + 3/4 la sera. secondo Lei è giusto il modo di scalare? Il Neurologo mi ha detto che devo gestirmi in modo tale da non scalare velocemente e in modo tale da sentirmi bene. Il problema è che delle volte mi sento un pò confuso, ed è come se non avessi una perfetta coordinazione tra il movimento della testa e degli occhi, inoltre ho un tremolio alle gambe quando cammino molto. Sono normali questi sintomi? Il neurologo dice che ci stanno questi sintomi essendo le frontal miorilassanti (non sò cosa vuol dire, oppure se ho capito male).
Per quanto tempo si hanno questi sintomi da sospensione, se così si possono chiamare.

Distinti Saluti.

[#48]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

effetto miorilassante significa che questi farmaci hanno anche la proprietà di rilassare i muscoli. La riduzione graduale del dosaggio mi sembra corretta e non penso che possa provocarLe sintomi da sospensione (potrebbe anche essere una suggestione). La durata è variabile da soggetto a soggetto e non c'è una regola precisa.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#49] dopo  
Utente 127XXX

Salve dottore, Le scrivo per farLe prendere visione degli ultimi avvenimenti. Praticamente è ormai una consuetudine che quando stò a casa o comunque nel mio paese stò bene, appena esco per andare all'università (la facoltà si trova a Taranto ed io sono di Lecce) mi sento male. Praticamente mi sento male quando stò a lezione, perchè penso sempre che posso stare male e che nessuno mi possa aiutare. Quando stò seduto in aula, il fatto di non potermi alzare se mi sento male, di dover alzare e abbasare la testa per prendere appunti dalla lavagna, e di nn avere accanto nessuno che mi conosca, mi fà stare male. Non sò se si possono definire attacchi di panico, comunque i sintomi credo che siano riconducibili: nausea, senso di svenimento, tremore, fatica a respirare.

Appena esco dall'aula, o comunque sono sulla strada del ritorno mi sento meglio. Questi attacchi mi vengono anche se prima di entrare all'università (una-due ore prima) prendo l'ansiolitico.

Non sò cosa fare, il mio psicoterapeuta dice che ci vuole molta pazienza. Ma cosa devo fare, non devo andare più all'università? Stò comunque continuando a calare, in 21 giorni sono arrivato a prendere 1 sola pastiglia di frontal 0,25, 1/2 la mattina e 1/2 la sera.

Mi dia un consiglio perfavore.

Cordialmente.

[#50]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

gli attacchi di panico e l'ansia anticipatoria di cui mi pare Lei soffra, secondo me, non possono venire curati da un ansiolitico benzodiazepinico addirittura in fase di riduzione di dosaggio e con questo pensiero fisso (della riduzione) che mi pare che Lo attanagli. Secondo me dovrebbe rivedere tutta la Sua situazione affidandosi ad uno psichiatra.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#51] dopo  
Utente 127XXX

Si lo sò dottore, il problema è che io vorrei evitare di prendere antidepressivi, perchè le esperienze che ho fatto in passato mi hanno fatto ripensare sugli ansiolitici. Infatti quando li ho presi mi hanno provocato, come Lei sa, sintomi che non sopportavo.

Sono sicuro che se vado da uno psichiatra mi prescrive antidepressivi. Vorrei prendere qualcosa di diverso dai farmaci, magari anche una dieta particolare che mi consenta di introdurre nell'organismo le stesse sostanze dei farmaci

[#52] dopo  
Utente 127XXX

Salve Dott. le descrivo la mia attuale situazione. Sono consapevole del fatto che il livello della mia ansia è sceso in maniera esponenziale, tuttavia restano sempre questi sbandamenti di testa o vertigini con un senso di instabilità. Ora io mi chiedo, potrebbe essere una carenza di qualche vitamina, oppure potrebbe essere lo scalaggio del frontal 0,25 (da due al giorno, sono arrivato a prenderne 1/2 al giorno, e tutto questo in 40 giorni di scalaggio). In pratica adesso il mio problema sono i continui capogiri. Il mio curante dice che se fosse per lui potrei prendere la mezza pasticca di frontal per sempre. Giorni fà mi è successo che mentre uscivo la macchina dal garage, ho avuto un annebiamento della vista e come una leggera perdita di coscienza, non sono svenuto. Inoltre mi succede che quando stò in piedi per una-due ore mi inizia a girare la testa. Questi, sono sempre sintomi legati al GAD? Inoltre quando ho questi sintomi non mi agito come mi agitavo prima, è come se mi lasciassi andare senza opporre resistenza al sintomo.

Vorrei un suo parere

Distinti saluti.

[#53]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi fa piacere che stia meglio e che l'ansia si sia ridotta. I sintomi riferiti potrebbero essere dovuti pure al GAD (infatti la visita ORL e le prove vestibolari sono state negative) e la loro persistenza potrebbe essere giustificata da una terapia non adeguata (come Lei sa le benzodiazepine non sono i farmaci di elezione per i disturbi d'ansia di lunga durata).

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#54] dopo  
Utente 127XXX

No dottore le prove vestibolari non le ho fatte più, perchè secondo il mio medico l'esame audiometrico è perfetto quindi ha detto che non c'è il bisogno dio farle, tuttavia adesso avrei voluto farle, forse stiamo girando attorno a questo problema e magari stà li sotto il naso, ossia è dovuto all'orecchio.

Cordilalità

[#55]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nel post #10 aveva scritto di avere effettuato la visita ORL e le prove vestibolari.
Dr. Antonio Ferraloro

[#56] dopo  
Utente 127XXX

Scusi dottore ho sbagliato a scrivere, l'otorino me le ha segnate, però dopo che il medico aveva detto che non vi era il bisogno, non le ho più fatte, evidentemente devo farle vero?

[#57]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Sarebbe opportuno farle.
Dr. Antonio Ferraloro

[#58] dopo  
Utente 127XXX

salve Dottore, in attesa dell'esame vestibolare volevo aggiornarLa della situazione. Ci sono giorni, anche due o tre giorni consecutivi, che stò benissimo e che svolgo le normali azioni di tutti (guido la macchina, passeggio in centro con la mia ragazza, vado in Chiesa, ecc.), praticamente non penso per niente alla mia ansia è stò bene. Tuttavia spesso mi succede di avere delle strane sensazioni, soprattutto quando cammino molto o quando faccio un pò di sforzo fisico: perdita di equilibrio, barcollamenti. Stando in piedi con le gambe unite e con gli occhi chiusi dondolo, ma credo sia anche un pò normale. Il mio medico curante si ostina a dire che la 1/2 frontal che prendo ogni giorno devo prenderla sempre, perchè mi mantiene più calmo. Il mio psicologo dice che 1/2 frontal da 0,25 è più leggera della camomilla e che non ha senso continuarla a prenderla. Comunque sono ormai 15 giorni che prendo 1/2 frontal al giorno e mi sento meglio, lo psicologo dice che la spiegazione di ciò è legata alla mia volonta di non prendere farmaci, per cui il fatto stesso di non prenderli o comunque di aver ridotto la dose mi fa stare meglio.
Resta comunque il fatto che questi barcollamenti restano e sono anche fastidiosi. Potrebbe essere un problema ereditario visto che mia madre soffre di sbandamenti di testa e di una sensazione di perdita di equilibrio da quasi 30 anni?
Comunque tutta questa storia, mi ha fatto capire una cosa molto importante, che la vita è una e va vissuta in ogni suo istante, che vadano a quel paese tutte le preoccupazioni.

Cordialità

[#59]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non penso che il Suo problema sia ereditario, per le vertigini non esiste una ereditarietà. Credo che sia soltanto un fattore ansioso. Non sono d'accordo sull'assunzione del frontal per sempre. Anzi tra qualche tempo potrebbe provare a dimezzare ulteriormente la dose.
Mi trovo invece d'accordo sulle ultime righe scritte da Lei.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#60] dopo  
Utente 127XXX

salve Dottore, il mio neurologo mi ha chiesto di fare le analisi del sangue prima di andare a controllo, per valutare i valori epatici. Ora io mi faccio una domanda, magari stupida, tutti questi sintomi, sbandamenti, testa vuota, tremori alle gambe, possono essere legati ad alcune malattie come la sclerosi multipla? Il neurologo se ne sarebbe accorto durante la visita? dalla RM in testa sarebbe uscito qualcosa?

Mi scusi ancora per la domanda, ma inizia a sorgermi un dubbio e vorrei soffocarlo subbito se è possibile.

Distinti saluti

[#61] dopo  
Utente 127XXX

mi scusi ma mi sono sbagliato, l'otorino non mi ha prescritto le prove vestibolari ma i potenziali evocati, la prescrizione è stata fatta prima che avessi i risultati della risonanza magnetica. Infatti, quando il neurologo ha visto i risultati della risonanza magnetica aveva detto che non vi era la necessità di fare i potenziali evocati, visto anche il perfetto esame audiometrico. Lei cosa ne pensa dottore? Non riesco a ruotare la testa che subito ho dei sbandamenti e un pò di nausea, come se mi mettessero le dita in gola, è una brutta sensazione.

Cordialità

[#62]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dalla RM encefalica si sarebbero rilevate eventuali aree di demielinizzazione tipiche della SM. Quindi sono d'accordo col neurologo. Ai sintomi ansiosi potrebbe essere associata una sindrome vertiginosa posizionale ma l'otorino mi pare che abbia escluso questa ipotesi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#63] dopo  
Utente 127XXX

I risultati delle seguenti anali fatte ieri,
urine es. chim. fis. e micr.
alanina aminotransferasi (alt)
aspartato aminotransferasi (ast)
urea
creatinina
gamma glutamil transferasi
glicemia
potassio
ferritina
emocromocitometrico
rientrano tutti nei valori di riferimento riportati nel foglio delle analisi. Le uniche cose che non riesco a ccapire sono:

per le urine
Epiteli Alcuni
Leucociti 2-4 p.c.m.

Inoltre ho il PCT (piastrinocrito) un pò basso: 0,120

Cordialità

[#64]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le analisi effettuate vanno bene.
Il piastrinocrito non ha alcuna importanza se il numero delle piastrine è nella norma.
I dati sul referto dell'urina non hanno nulla di patologico dato l'esiguo numero.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#65] dopo  
Utente 127XXX

Carissimo Dottore, desideravo tanto aggiornarLa sugli esiti della mia Ansia. Sono ormai mesi che non assumo ansiolitici, grazie al lavoro di psicoterapia che stò ancora facendo, riesco a gestire la mia ansia. Tuttavia il caldo di questi giorni proprio non riesco a sopportorlo e spesso ho come dei mancamenti, ecco che ritorna l'ansia!!! Riesco a gestirla, non prendo più farmaci ma solo ogni tanto degli integratori (Samefast). Devo dire anche che in quest'ultimo periodo mi sono tenuto occupato con gli esami all'università, quindi non ho pensato proprio all'ansia. Come al solito ho da porLe delle domande.
é normale che la mia pressione in questo periodo è relativamente bassa? (110/60 di media)Di solito io ho avuto sempre la pressione alta, si ricorda?
Come devo fare per questa maledetta cervicale? quando ruoto il collo, ma soprattutto quando muovo la testa avanti e indietro, mi sento nel collo come se avessi della sebbia che si sfrega, inoltre con questi movimenti ho dei giramenti di testa. un altra cosa, mi sento perennemente un peso dietro il collo. Questi sintomo possono essere definiti "cervicale"?
Non sò se si ricorda, non molto tempo fà ho fatto una risonanza magnetica all'encefalo e al rachide cervicale, Le ho scritto anche l'esito da qualche parte, comunque l'esame era negativo. La cervicale si vede da questi esami?

Distinti Saluti.
Buone vacanze

[#66]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi fa piacere che stia meglio e che tutto proceda bene.
Il caldo di questi giorni sta mettendo alle corde un pò tutti, me compreso. Anche i valori pressori bassi possono essere addebbitati alle alte temperature di questo periodo. Circa i problemi di "cervicale", probabilmente siamo in presenza di una contrattura dei muscoli cervicali, dato anche il riscontro alla RM cervicale della riduzione della fisiologica lordosi cervicale.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro