Utente 296XXX
Ho un grosso problema che mi affligge da qualche anno, e che sembra non avere soluzione.Mi spiego: la sensazione è di avere una forte infiammazione in una fascia che va dagli occhi alla nuca. Ed ho una sensibilità pazzesca in questa fascia: basta un piccolo ventilatore, un finestrino socchiuso, una porta che fa un minimo riscontro, che mi viene un dolore insopportabile, e ho come la sensazione di avere dei pugnali conficcati negli occhi che mi arrivano fino al cervello, e che mi danno delle puntate come quando si ha un forte mal di denti. Stessa sensazione nella "buca" subito al di sotto della fine del cranio. Dagli innumerevoli esami è risultato che non c'è un problema osseo(la mia zona cervicale è a posto, non ci sono contratture,artrosi o che altro, anche la rm è a posto). Quando sto male, le uniche cose che mi danno un minimo sollievo(quel poco per non impazzire) è il Diamox che mi sgonfia un po' gli occhi) e l'iniezione di Oki(ripeto,quel poco per non impazzire). Sono stata per disperazione anche al centro cefalee, ma mi hanno dato il Lyrica e un altro similare che non ricordo, ed è stato come bere acqua. Poi mi hanno fatto provare con un farmaco antiepilettico, che viene dato in genere per il trigemino, ma anche questo non mi ha fatto niente. Idem per massaggi e fisioterapia. Questo problema mi impedisce di vivere, praticamente anche al lavoro(dove ci sono computers e ventole varie) sono costretta a vivere con cappuccio ed occhiali. Premetto che sono una persona con forti allergie, e quindi ho in genere una sensibilità più accentuata del normale, ma il problema si protrae anche nei periodi in cui mi imbottisco di antistaminici. Esiste un modo di "desensibilizzare" o sfiammare queste zone?

[#1]  
Dr.ssa Lucia Falcone

20% attività
0% attualità
0% socialità
PADOVA (PD)
BASSANO DEL GRAPPA (VI)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Ciao , sono rimasta piuttosto colpita dalla descrizione della tua situazione e molto indecisa sul fatto di comunicarti o meno la mia opinione....io sono una psicologa....specializzanda in psicoterapia biosistemica....ti consiglierei ....senza essermi fatta alcuna opinione poichè sò veramente poco....ma vista l'inutilità degli esami medici che hai fatto nello scoprire la causa del tuo malessere ....di chiedere un consulto anche ad uno specialista del settore psi....a volte i dolori dell'anima possono trasformarsi in ferite per il corpo ...e la tua estrema sensibilità agli stimoli esterni mi farebbe pensare ad un bisogno estremo di protezione da qualcosa che ti ha tremendamente ferito....se c'è qualche probabilità che possa trattarsi anche di un disturbo ad origine psichica ti direi di non esitare a provare....
Se hai voglia di scrivermi prova magari a raccontarmi qualcosa in più ..per esempio quando hai cominciato a star male....e che cosa stava succedendo in quel momento nella tua vita.....mi raccomando fatti forza e non smettere di provare....aspetto una tua risposta....ciao

Dr.ssa Lucia Falcone