Utente
Salve, sono una ragazza di 20 anni, e volevo chiedere un consulto per un piccolo problema che mi porto avanti da troppo tempo ormai. Quattro anni fa circa mi è arrivato un sasso di medie dimensioni ma ad una velocità altissima in testa, nella parte poco sopra l'orecchio destro, al livello della tempia. Non mi è uscito nessun bernoccolo e il dolore è stato intenso ma momentaneo, passato dopo una decina di minuti. Il problema è che dopo quattro anni ancora quando tocco sento un leggero dolore, a volte più intenso ma solo al tatto. A cosa può essere dovuto?
Grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

potrebbe essersi instaurata una nevralgia post-traumatica dovuta all'impatto del sasso con la scatola cranica, mi sembra l'ipotesi più probabile.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore,

Ancora ad oggi al tocco ho sempre dolore, nella zona in cui mi è arrivato il sasso. Pensa che sarebbe opportuno che mi sottoponessi ad una visita? c'è un modo di eliminare questo problema o si tratta di una cosa che devo "tenermi" ormai per sempre?

cordiamente,

Selene

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Selene,

ovviamente un controllo sarebbe opportuno effettuarlo. Per quanto riguarda la durata del problema non è possibile stabilirlo ma non penso che se lo porti per tutta la vita.
Logicamente occorre una diagnosi. Ne parli con un neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie per la risposta, provvederò al più presto.

Scusi la mia ignoranza in materia, ma è possibile che, come per delle ferite in altre parti del corpo, si formino ematomi anche a livello cerebrale e anche dopo un piccolo trauma come il mio?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se il dolore si evoca con la pressione delle dita non è un dolore interno al cervello ma superficiale. Si faccia controllare da un neurologo.

Buonanotte
Dr. Antonio Ferraloro