Attivo dal 2007 al 2014
salve, ho 49 anni e svolgo un lavoro sedentario. a seguito di parestesie diffuse il neurologo mi ha consigliato di effettuare un esame rm rachide in toto eseguito con sequenze fse e fge, immagini t1 e t2 dip, due piani. le scrivo di seguito l'esito: a livello cervicale la curvatura e' spianata, i metameri vertebrali sono allineati, segnale fisiologico. si rilevano segni di degenerazione cervico-spondilosica con protrusioni disco-artrosiche posteriori a livello degli spazi da c3 c4 a c6-c7; esse impegnano la banda sub-aracnoidea, ed in particolare le tasche radicolari c5 e c6 di destra con caratteristiche di salienze erniarie. il midollo ha volume regolare, senza modificazioni del fisiologico segnale tissutale. non si osservano immagini patologiche di tipo estrusivo-erniario a carico dei restanti dischi. a livello del tratto dorsale assenza di alterazioni focali del segnale vertebrale da riferire a patologia infiltrativa. il canale spinale e' di regolare ampiezza. scoliosi dorso lombare destro convessa ad ampio raggiunto. nel suo contesto il midollo ha volume regolare con normale intensita' del segnale tissutale. buona rappresentazione della banda sub-aracnoidea peri-midollare. assenza di ernie o protrusioni discali. a livello del tratto lombo-sacrale si segnala un "bulging" degli ultimi due dischi, nn significativamente compressive sulle strutture neuro meningee endocanalari. il cono midollare e' in sede, di volume e segnale regolare. devo aggiungere che il formicolio parte da sopra il seno sinistro e sale fino a raggiungere la spalla sinistra come se fosse una bretella, poi sale e raggiunge l'angolo sinistro della bocca. a cio' si aggiunge un formicolio alla lingua e all'interno del labbro che parte da sinistra verso destra come se fossero delle lucine di natale che si rincorrono. a volte anche la punta della lingua mi sembra anestetizzata. sono preoccupata inoltre anche per il senso di spossatezza che mi prende le gambe, a volte non vedo l'ora di sedermi, e quando lo faccio le sento molto abbandonate e senza forza. avverto anche una tensione che parte dai genitali e va fino alla zona dell'osso sacro. il neurologo l'ha definita tensione perineale. come terapia il neurologo mi ha prescritto nicetile 500mg 1 cps al giorno per 1 mese; gabapentin 300mg 1 cps alla sera ore 20 per 4 giorni 1 cps mattina e sera per 2 settimane. solo che arrivata al 5° giorno ho avvertito tremori diffusi dappertutto, in particolare tremori accentuati al braccio sinistro e alle dita che si muovevano da sole. il mio medico ha deciso di farmi sospendere il gabapentin fino a quando contattero' il neurologo che e' in ferie.
cosa potrei fare per migliorare questa situazione? il mio medico mi ha consigliato di stare lontana dal lavoro per un mesetto poiche' il lavoro che svolgo, sono sportellista, mi obbliga a stare ferma seduta o in piedi ma sempre poggiata sul lato sinistro del mio corpo. secondo voi saranno utili la piscina e la kinesifisioterapia che mi hanno consigliato sia il neurologo che il fisiatra? la mia situazione potra' migliorare? ringrazio anticipatamente voi medici che con la vostra professionalita' riuscirete a dissolvere le mie ansie. grazie di cuore

[#1]  
Bisognerbbe visionare la RNM,perchè penso che che le alterazioni riscontrate possano essere responsabili dei Suoi disturbi. Se così fosse è verosimile che l'intervento chirurgico possa risolverli.
Cordialmente

Dr. GIOVANNI MIGLIACCIO
Specialista in Neurochirurgia
Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli
C.so di Porta Nuova,23 - MILANO (MI)
Tel.: 3356320940
giovannimigliaccio@medicitalia.it
https://www.medicitalia.it/giovannimigliaccio/

P.S.: Mi spiace che nessuno finora Le abbia risposto. Io partecipo a questo servizio da poco. Spero che nel frattempo abbia povveduto.
Se crede,mi faccia sapere.

[#2] dopo  
Attivo dal 2007 al 2014
Egregio dr migliaccio, la ringrazio per la sua risposta e per aver preso in considerazione il mio caso. Purtroppo a tutt'oggi non sono venuta a capo di nulla, per cui la aggiorno sul mio problema. Il 1° ottobre ho fatto una visita privata da un neurologo, che mi ha consigliato una elettromiografia, una RM all'encefalo e analisi del sangue un pò più approfondite. Le trascrivo l'esito della RM all'encefalo....
L'esame eseguito nei piani assiale, coronale e sagittale con sequenze TSE T1, FLAIR E TSE Dp/T2

SISTEMA VENTRICOLARE IN SEDE REGOLARE PER FPRMA E DIMENSIONI.
REGOLARI GLI SPAZI LIQUORALI PERIENCEFALICI, IN RAPPORTO ALL'ETA'.
NON DIMOSTRABILI DEFINITE ALTERAZIONI DI SEGNALE AL TESSUTO ENCEFALICO.

I risultati delle analisi del sangue invece sono tutti nella norma tranne questi:
FIBRINOGENO 433 val di rif 180-350
BASOFILI% 0,2 " " " 0,5-2,0
BASOFILI# 0,01 " " " 0,02-0,10
VES 19 " " " 0-20 (mi sembra al limite)
Esame delle urine solo il PH 5,0 val di rif 5,5-7,5
In sede di visita il neurologo mi ha prescritto delle gocce di Laroxyl 5 gocce la sera prima di andare a dormire.
La situazione comunque pareva un pò migliorata nei giorni scorsi, ma da domenica sera avverto nuovamente formicolii che mi partono dal seno sinistro fino a salire su per il collo. La cosa però che mi da più problemi è la sensazione di tensione che avverto a livello dell'osso sacro, come un fuoco intenso che si propaga giù per le gambe nella zona posteriore soprattutto al lato sinistro. Dottore, è come se mi si accorciassero i tendini, giù giù fin sotto i polpacci. Inoltre la sensazione di calore e bruciore che parte dal coccige e scende lungo il perineo fino ad arrivare ai genitali dopo un pò diventa insostenibile, per cui mi devo sdraiare. Egregio dottore nn le nascondo che per mio conto ho fatto delle indagini riguardanti i miei sintomi, e da profana quale sono sono giunta a sospettare una probabile fibromialgia. Secondo lei potrebbe essere possibile? Intanto per il 2 novembre mi è stato fissata una visita reumatologica. Spero tanto che la cosa si risolva al più presto, anche perchè sono assente dal lavoro da quasi 4 mesi, ma come posso fare a tornare in ufficio tenuto conto che il mio lavoro mi costringe a stare seduta o in piedi e immobile per oltre 6 ore? La ringrazio anticipatemente per la considerazione che ha avuto per il mio problema. un saluto e ancora grazie, Anna

[#3]  
Gentile signora,
spesso è molto difficile fare diagnosi, si figuri a distanza.
Le consiglierei di eseguire anche i Potenziali Evocati SomatoSensoriali e una EMG perineale (ne parli col Suo neurologo).
Come Le dicevo è necessario valutare gli esami eseguiti per un orientamento diagnostico e terapeutico.
Se crede può inviarmi in visione per posta le immagini di RMN che poi ovviamente Le restituirò.
Cordialmente

Dr. GIOVANNI MIGLIACCIO
Specialista in Neurochirurgia
Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli
C.so di Porta Nuova,23 - MILANO (MI)
Tel.: 3356320940
giovannimigliaccio@medicitalia.it
https://www.medicitalia.it/giovannimigliaccio/
giovannimigliaccio@tiscali.it

[#4] dopo  
Attivo dal 2007 al 2014
Egregio Dottor Migliaccio
Non immagina la mia meraviglia nel vedere che mi ha già risposto, mi ritengo davvero fortunata di averLa conosciuta.
Domani chiamerò in Ospedale per chiedere se è possibile farmi dare il CD della 1° RMN fatta al rachide, visto che ho solo le lastre.
La seconda invece, quella dell'encefalo è già su CD.
Nel caso non fosse possibile posso inviarLe le lastre?
Purtroppo Milano è troppo distante da Matera, ma se la situazione nn dovesse risolversi in breve tempo, gradirei contattarLa per un appuntamento ed eventuale visita.
Ancora grazie,
Anna

[#5]  
Può inviarmi certo anche le lastre.
Mi può contattare quando crede.
Buona giornata.

Dr. G.Migliaccio

[#6] dopo  
Attivo dal 2007 al 2014
Egregio Dr Migliaccio,
oggi ho effettuato la visita reumatologica con la seguente diagnosi: Sindrome fibromialgica. Non alterazioni degli indici di flogosi. Tender points estremamente dolenti.
Sto assumendo 5 gocce di Laroxyl prima di andare a dormire, e da qualche giorno il dolore-bruciore a livello del coccige e della zona perineale è diminuito, invece il formicolio sulla zona omerale che parte dal seno sinistro e si sviluppa fin dietro alla scapola è aumentato notevolmente, irradiandosi fino alla nuca con forte bruciore.
Inoltre le volevo dire che ho avuto il CD della RMN che avevo descritto nel primo consulto,e vorrei spedirglielo insieme a quello della RMN dell'encefalo. Gradirei sapere se l'indirizzo dove inviarlo è quello dell'ospedale Fatebenefratelli C.so di Porta Nuova,23-MILANO-. Attendo una sua gradita risposta grazie, Anna

[#7]  
Si, l'indirizzo è quello.
Appena avrò ricevuto il CD,La contatterò
Buona serata

Dr.G.Migliaccio

[#8] dopo  
Attivo dal 2007 al 2014
Gentile Dr Migliaccio,
ieri ho cercato di contattarla telefonicamente ma non ci sono riuscita, spero di poterlo fare domani pomeriggio, ...la volevo aggiornare sull'ultimo consulto con il mio Neurologo. Pare che oltre alla Fibromialgia non abbia, per fortuna, riscontrato niente dagli esami effettuati, intanto la zona del formicolio è diventata più vasta. Ho preso per una decina di giorni 5 gocce di Laroxyl e, il dolore alla zona del coccige e la debolezza alle gambe erano scomparsi. Dalla sera del 5 novembre ho sospeso la terapia e da un paio di giorni ho iniziato ad avvertire di nuovo tensione alle gambe e alla zona perineale, le gambe mi tirano principalmente nella zona posteriore come se i tendini si accorciassero, e avverto nuovamente tremore e vibrazioni in più parti del corpo, insomma tutto sta tornando come prima della cura, mi sento guizzare i muscoli e la cosa mi preoccupa non poco.
Devo prendere sempre queste gocce per stare meglio? Ho qualche riserva ad assumerle, visto che si tratta di un antidepressivo, possibile che non ci sia un'altra cura per stare meglio?
Su Suo suggerimento ho chiesto al mio Neurologo di farmi fare una elettromiografia, e pare che me la farà programmare quanto prima. Sono sempre più perplessa.
Egregio Dottore, ora mi chiedo: è possibile che la situazione delle mie protrusioni alla zona cervicale possa darmi, come Lei mi ha detto a telefono il formicolio che Le ho descritto, ma il resto dei miei disturbi a cosa possono essere attribuiti? Alla Fibromialgia? Se così fosse devo imparare a conviverci? Mi sembra di avere sottopelle un cellulare che vibra continuamente e in zone diverse alternativamente.
La ringrazio per la pazienza e l'attenzione prestatami, spero di sentirla telefonicamente domani. Ancora mille grazie
Anna Maria

[#9]  
Gentile signora Anna Maria,
Aspetto la Sua telefonata. I Suoi disturbi sono dovuti alla presenza delle ernie. Anche se raramente quelle sensazioni di vibrazione sottopelle possono esser dovute anch'esse a una irritazione midollare a d opere di quelle ernie.

A presto
Cordialmente
Dr.G.Migliaccio