Utente 158XXX
Salve,
avevo già chiesto un consulto intitolato "botulismo o altro" in cui esponevo la mia storia clinica ricevendo la cortese risposta del Dottor Costantini. Rimando a quello per le informazioni dettagliate.
So che non è possibile dare una diagnosi senza una visita reale, ma vorrei sapere solo alcune informazioni.
E' normale che una forma leggera di botulismo ( cui si è pensato solo attraverso una lieve positività ad un test di stimolazione ripetitiva, e naturalmente al fatto che i disturbi sono iniziati a seguito di ingestione di cibo sospetto) produca, ad un mese e mezzo di distanza, formicolii diffusi, contrazioni involontarie muscolari, dolore alla "nervatura" dei muscoli (zona del collo, cervicale, prossimità dei gomiti, giuntura dei polpacci) e non altri sintomi più "circoscritti" e tipici della azione della tossina botulinica? Indubbiamente la situazione è acuita anche da uno stato ansioso, ma i sintomi descritti sono in ogni caso oggettivamente presenti e piuttosto fastidiosi.
In ogni caso sono stato visitato da un neurologo qualche giorno fa che non ha riscontrato altri problemi (se non una leggera ptosi palpebrale) e da un medico oculista che ha riferito di spasmi accomodativi).
Questo quadro (contrazioni, formicolii, debolezza e dolore muscolare) è effettivamente sintomatico di una forma di botulismo (ipotesi che ormai sarebbe molto confortante per me) o devo affrontare altre indagini rispetto a quelle già eseguite?
Grazie infinite per l'attenzione e la disponibilità.

[#1]  
Dr. Domenico D'Urso

20% attività
0% attualità
4% socialità
()

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2009
Caro amico, se i sintomi iniziali erano abbastanza suggestivi per una forma, MOLTO LEGGERA, di botulismo, quelli di adesso ci stanno molto meno: in primo luogo col passare del tempo tutto dovrebbe diminuire, in secondo luogo i sintomi sensitivi come i formicolii ed il dolore non ci stanno per niente, così come le contratture muscolare. Le dirò che la distribuzione che lei descrive non ci sta neppure con la sclerosi multipla che lei teme. Mi pare piu verosimile una forma ansiosa, ma faccia comunque tutti gli accertamenti, non bisogna basarsi solo su un'impressione da lontano.
Dr. domenico durso