Utente 168XXX

Salve Dottori ,

in seguito a un episodio di amnesia , dovuto a una serata di grande alcolemia

con annessa una pastiglia di cialis , ho fatto un controllo suggeritomi

da uno psichiatra che conosco da 20 anni -

sono un soggetto con una leggera forma di depressione , una distimia ,

tenuta sotto controllo anche se farmaci o periodi di farmaci a basso

dosaggio -

in altre parole .. , non avrei mai fatto rmn se non fosse per mia curiosità

e perchè per la prima volta ho avuto un'amnesia , anche se questo psichiatra

ha detto che è capitato per l'alcol , un bere sociale a volte pesante

che va avanti da 20 anni -


---------------------------------------------

enecefalogramma normale ma la rm dice così :

"non si riconoscono significative alterazioni focali o diffuse di segnale

a carico degli emisferi cerebellari , del tronco , e degli emisferi

cerebrali.

lo studio in diffusione è nella norma."

il sistema ventricolare è in asse , di dimensioni nella norma ;

"sono modicamente ampliati su base atrofica gli spazi subaracnoidei

lungo la convessità bilaterale"


ultimamente , prendendo dell'en in gocce , max 15gt ,

e una pastiglia di lamictal 25mg per questioni di oscillaz. umore ,

terapia presa di nuovo dopo tanto tempo ,

ho avuto un effetto collaterale per cui non stavo bene in equilibrio

nel senso della debolezza - anche se effetto temporaneo -


---------------------------------------

vorrei capire intanto che cosa sia la frase negativa di atrofia
riportata e se si può formare in anni , o anche in un giorno
come reazione chmica collaterale dovuta a eccesso di alcol o
per reazione collaterale a medicine di qualsiasi tipo-

mai preso droghe -

si può dire certo che questo difetto non si crea in un giorno
ma in anni ? 5 anni o 20 ? non è possibile determinare da qaunto
ce l'ho ?


poi , vorrei capire se secondo voi può dare luogo a perdite di memoria
retrograda , svenimenti , disattenzioni , perdita di equlibrio ,


o qualsiasi altro sintomo -

o se invece a questo stadio , non mi devo preoccupare -

(pur tenendo presente che l'alcol è veleno)

è possibile come ho letto , che l'en sia sconsigliabile alla luce

da quanto emerso nella rmn ?

anche il lamictal ?

-----------------------------------

ultima cosa , se avete pazienza ,

vorrei capire se ci sono terapie per rivitalizzare questo tessuto

che parrebbe atrofico -


che cosa posso fare ?


grazie anticipatamente per la gentilezza ,

mi rendo conto son tante domande -

cordiali saluti

[#1]  
Dr. Fabio Formaglio

24% attività
0% attualità
0% socialità
MORBEGNO (SO)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2005
Buonasera,

ritengo non vi siano motivi di preoccupazione per il risultato della RM, che semplicemente documenta delle normali variazioni anatomiche dell'encefalo. In particolare, pur non avendo esami precedenti di confronto, possiamo ipotizzare che non sia in corso un processo di sofferenza e perdita di trofismo cerebrale, ma che l'encefalo sia sempre stato così!
A mia conoscenza Lamictal ed En non comportano sofferenza cerebrale, mentre invece sicuramente l'abuso di alcool.

Cordiali saluti,
Dott. Fabio Formaglio

[#2] dopo  
Utente 168XXX


buongiorno ,

grazie della risposta -

e così anche se uno beve tanto in una sola serata
è impossibile che questo spazio subaracnoideo cresca ?

per forza ci vuole anni ?

per ipotesi , anche se uno beve a livello 3 o 4 ?

(avrò bevuto un litro di vino rosso , poi 5 whisky
e avevo anche preso prima una pastiglia di cialis 10mg)

in pratica è come se avessi perso il controllo ,

mentre bevevo ero brillo e non mi rendevo conto -


-----------------------------------------------

non mi sono mai drogato , però mi viene da chiedere

se per ipotesi , una persona prende cocaina

o anfetamine ,

è possibile in quel caso che si crei questo spazio

subaracnoideo in una volta ?

lo domando per assurdo , perchè una volta ho letto

che un ragazzo che si era preso delle anfetamine

ed era entrato in coma , dicevano che aveva perso

addirittura della materia cerebrale -

oppure di intende perdita di neuroni sinapsi

e in ogni caso il danno in risonanza

verrebbe letto in un modo diverso ? -


------------------------------------------------


grazie ancora -

cordiali saluti



[#3]  
Dr. Fabio Formaglio

24% attività
0% attualità
0% socialità
MORBEGNO (SO)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2005
Buongiorno.

L'alcool ha un'attività sedativa sui tessuti nervosi, l'assunzione smodata come singolo episodio produce una progressiva letargia, sino al coma. Se non intervengono complicazioni questa condizione è reversibile e non si associa a danno encefalico permanente. Diverso è il caso di un'assunzione cronica continuativa.
Droghe quali Cocaina ed amfetamine provocano uno stress del sistema cardiovascolare, che può associarsi ad emorragie ed infarto cerebrali (cioè morte del tessuto cerebrale per insufficiente apporto di sangue) (è la causa principale di evento cerebrovascolare nel giovane).

E' chiaramente evidenziato che i rischi di tali comportamenti di abuso siano generalmente molto sottovalutati.
Dott. Fabio Formaglio

[#4] dopo  
Utente 168XXX

salve dottore , quindi ok non si può aver creato

questo spazio sub-aracnoideo in un giorno -

nè con droga nè con alcol -

è corretto ?

mi chiedo se ce lho cosi da anni o dalla nascita



-----------------------------

lei mi ha parlato di letargia e coma , ma non ho vuto
nulla di questo , semmai una settimana di insonnia
dopo l'evento -

oppure di infarti cerebrovascolari -

------------------------------

ad ogni modo a parte questa conferma che le chiedo

ha risposto alle mie domande -

grazie ancora -

buona giornata







[#5]  
Dr. Fabio Formaglio

24% attività
0% attualità
0% socialità
MORBEGNO (SO)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2005
Immagino che per gran parte nel periodo di cui ha perso memoria lei abbia dormito (questo è il significato di letargia).
Come le scrissi, mi sembra plausibile che questo allargamento dello spazio subaracnoideo riscontrato alla RM sia una variazione anatomica di una condizione di normalità.
Un singolo episodio di abuso alcolico non produce di per sè atrofia cerebrale. L'assunzione anche non continuativa di alcune droghe può invece provocare una lesione con morte cellulare encefalica (e lo spazio lasciato libero dal cervello viene occupato dallo spazio subaracnoideo che appare allargato)

Mi auguro che i suoi dubbi siano risolti!
Dott. Fabio Formaglio

[#6] dopo  
Utente 168XXX

ma le persone che hanno visto mi han detto che il mio comportamento era da ubriaco , ma normale

nonostante questo ho avuto un'amnesia retrograda che copre un'oretta -

mi hanno detto che questa alcolemia può portare a questo


non sono svenuto - nè ho dormito - anzi ero esaltato e irascibile -

per questo questa amnesia mi è parsa molto strana ,
quasi impossibile eppure è cosi -