Utente 208XXX
Salve Dottori, ho postato qui in neurologia anche se non sono sicura che sia la sezione giusta. Da un paio di giorni avverto una sensazione fastidiosissima su tutto il corpo, come se venissi punta da tanti piccoli spilli (la sensazione è di punture superficiali, non profonde). Nessuna parte del corpo ne è risparmiata, ma principalmente su gambe e glutei. Quando poi mi tocco, avverto un bruciore fastidioso, come una post esposizione al sole (che nel mio caso non c'è stata). Anzi, si può dire che il tutto si è presentato sotto forma di bruciori sparsi, poi diventati punture. Tenere i vestiti addosso sembra peggiorare il tutto, specie i pantaloni. Devo però fare una premessa: la stessa identica cosa mi accadde 2 anni fa, nello stesso periodo, più o meno a metà maggio. Ero già fortemente stressata ed ipocondriaca, poi mi arrivò questo fastidio e siccome cercando su internet uscivano le cose peggiori, mi misi in testa di avere qualcosa di brutto. Convinsi il medico a farmi fare l'emocromo, analisi delle urine, valori epatici (poi ripetuti anche l'anno scorso) ma tutto risultò nella norma. Poi il prick test, allergia alla polvere. Dopo qualche settimana il disturbo scemò, ma io continuavo a stare in ipocondria e il medico mi mandò dal neurologo, che a sua volta mi mandò in psicoterapia (ma questa è un'altra storia). Da allora non avevo più avuto il problema. Adesso sto studiando per un esame molto duro e sono in ansia e questa cosa mi genera ancora più ansia, sto sempre a grattarmi mentre studio e a pensare le cose peggiori, oltre al fatto che devo laurearmi a breve a tutti i costi. Il medico è convinto che si tratti di un'allergia a qualche polline stagionale o di un disturbo ansioso, ma io non ne sono convinta. Che cosa devo fare? Purtroppo prima di sostenere l'esame la settimana prossima ho le mani legate, ma a chi dovrei rivolgermi? Grazie per l'attenzione, sono molto giù.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

non si abbatta perchè non c'è nulla di grave considerato che il problema si è presentato in passato e poi risolto.
Non potendoLa visitare concordo col Suo medico curante circa le ipotesi diagnostiche avanzate.
Due anni fa come si è risolto il problema ed in quanto tempo?
In bocca al lupo per gli imminenti esami.

Buonanotte
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 208XXX

Egregio Dottore, La ringrazio per la celerità della risposta e per avermi tranquillizzata. Dunque, il problema si presentò proprio con l'entrata di giugno (rettifico il mio dato iniziale quindi, mi sono ricordata di alcuni eventi)ed è andato avanti per buona parte del mese, adesso non ricordo con precisione. Stesso nel mese di giugno eseguii le analisi e già dopo i risultati negativi mi sembra che iniziasse a venire meno. Ricordo però con precisione che al momento della visita neurologica, che effettuai intorno alla metà di luglio più o meno, il fastidio non c'era già più (era stato "soppiantato" da altre problematiche), tanto che lo posi al dottore come una cosa accaduta e passata da poco. Quindi diciamo che più o meno mi durò un mesetto. Non so dirLe però per quale motivo passò, il mio medico mi diede un antiistamico per via orale che però non ho mai assunto. Ora che ci penso, mi pare che anche l'anno scorso ho avuto di nuovo un episodio del genere in questo periodo, ma se anche fosse stato non dovrebbe essermi durato molto, me lo sarei ricordato. Ma se fosse un fenomeno allergico, non dovrebbe presentarsi anche con altri sintomi, tipo eczemi o raffreddore? E poi ho letto che il prurito ansioso è localizzato in un solo punto, mentre quello da problemi organici è diffuso su tutto il corpo. Io resto sempre nel forte timore di problemi neurologici o di leucemie/linfomi. Quali altri esami potrei effettuare?

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non pensi a malattie importanti. Il problema si è risolto spontaneamente, senza terapie farmacologiche, cosa che dovrebbe tranquillizzarLa. La distinzione che fa tra prurito ansioso ed "organico" non funziona sempre così.
L'assenza di altri segni, in presenza di manifestazione allergica, è assolutamente normale.
Si faccia seguire dal Suo medico che La conosce bene.
L'eventuale prescrizione ed assunzione dell'antistaminico potrebbe essere un possibile criterio discriminante tra manifestazione allergica e non.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 208XXX

La ringrazio Dottore, per la Sua pazienza e professionalità. Cercherò di mettermi tranquilla per non peggiorare la situazione e ne osserverò gli sviluppi. Ancora grazie e buon lavoro. Cordialmente.