Utente
Egregio dott.,
da circa un anno fà mi è successo subito dopo un rapporto sessuale vedevo sfocato e come se avessi delle luci negli occhi e non vedevo bene ostacolandomi la vista e dopo 10 min mi passò.Mi successe dopo una settimana nella stessa situazione e con gli stessi sintomi.Poi il problema mi si ripresento ad ottobre(dopo un anno) mentre ero a lavoro gli stessi sintomi agli occhi ma senza sentirmi debole e dopo 10 min la vista mi è ritornata con delle macchie scure e poi in modo perfetto, e da li mi sono rimasti questi disturbi visivi (fastidio alla luce,dolore retrobulbare,mosche volanti,senso di visione ondulata,liniette,macchie scure)e facendo una visita dall' oculista mi ha detto che è tutto nella norma sottolineando che ho 10/10 di vista.Ho fatto anche altre visite come ecg (tutto bene), ecg da sforzo (tutto bene), ecodoppler alle carotidi del collo (tutto bene), holter pressorio(tutto bene, ho una pressione 115/75 di media) analisi di routine compresa la tiroide(tutto bene) ed infine la risonanza magnetica con mdc con macchinario chiuso(tutto bene anche se nella precedente senza mezzo di contrasto con macchinario aperto mi aveano repertato puntiforme nella sostanza bianca periventricolare,ed invece con la seconda non ce nulla e dicono che è perfetta)poi mi succede di avere un dolore leggero sopratutto la mattina appena sveglia sulla zona soppraccigliare fronte e tempie e dei capogiri (come se stassi su una barca che si muove),ma non li ho sempre,mi prende per pochi secondi o minuti e poi mi passa.Ho fatto una visita anche dall ' otorino e mi ha detto che non è sinusite.Mi dica lei dott.io non vivo piu non so piu che pensare e questi disturbi non mi fanno vivere una vita tranquilla.Soffro di attacchi d'ansia ma li gestisco tranquillAmente e sono in cura anche da uno psicoterapeuta e non prendo nessun medicinale riguardante l'ansia.Cosa potrebbe essere tutto questo?Quali altri controlli potrei fare per diagnosticare tutto questo?Scusi le ho scritto in modo molto confuso e spero che lei mi potra aiutare.Attendo una sua risposta.Grazie e distinti saluti

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

il disturbo visivo potrebbe essere rappresentato da aure visive senza cefalea che non sono particolarmenti frequenti ma nemmeno eccezionali. Questa è un'ipotesi a distanza, per avere una diagnosi corretta effettui una visita neurologica perchè non mi sembra, da quanto scritto, che l'abbia fatta.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente

Egregio dott.,
la ringrazio per avermi risposto.Quando mi è successo di vedere offuscato e luci negli occhi prendevo 15 gocce di citalopran che miaveva prescritto il neurologo.Ho effettuato un altra visita da un altro neurologo (era giugno prima dell ottobre che mi riaccadesse il problema) perche mi venivano degli attacchi d'ansia e panico e mi ha prescritto alpranzolan 0,25 e ne prendevo 1 ma i sintomi li avevo cmq e mi sentivo debole,dolori muscolari e mi avevano abbassato molto la pressione,riandai dal dottore e mi cambiò il farmaco prescrivendomi control 1 mg al giorno ma gli attacchi d ansia e panico li avevo cmq seguiti sempre da debolezza,dolori muscolari e pressione bassissima.Quindi non presi piu nulla e fisicamente mi ripresi benissimo e anche la pressione tornò perfetta(luglio).E i disturbi visivi con capogiri mi iniziarono dalla somministrazione di quei farmaci in modo leggero e peggiorandomi ultimamente.Poi ad ottobre mi si ripresento il problema di non vedere come se qualcosa mi ostacolasse la vista.Quindi dott. io non prendo piu farmaci da luglio.Dott. quali sono le cause di queste aure visive? Aggiungo ultimamente prendevo la pillola anticoncezionale(presa per 2 mesi)ma l'ho smessa.Fumo 10 sigarette al giorno(so che non dovrei fumare) e prendo 3 caffe sempre al giorno,non prendo altri farmaci e non assumo ne alcol essendo astemia e mai assunto droghe.Aspetto una sua risposta......e la ringrazio infinitamente pr il suo interesse.

cordiali saluti

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le ricordo che la mia è soltanto un'ipotesi a distanza e non una diagnosi. Comunque le cause delle aure visive si sconoscono, alla base del fenomeno c'è un problema circolatorio. Il fatto che i disturbi visivi si siano presentati anche in assenza di terapia farmacologica farebbe pensare che siano indipendenti dai farmaci.
Ha fatto bene a sospendere la pillola anticoncezionale e sarebbe opportuno che smettesse di fumare (mi pare che sia bene informata!).

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente


Gentile dott.,
se per ipotesi ci fosse un problema circolatorio con la risonanza con mdc si sarebbe visto questo problema oppure occorre fa un altra visita mirata per quanto riguarda la circolazione?Smettero anche di fumare per vedere se questi sintomi sono dovuti anche al fumo.Mi dia un consiglio cosa devo fare?Buona domenica e grazie mille.

distinti saluti

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il meccanismo con cui s'instaura un'aura visiva è di tipo circolatorio, non intendevo dire che Lei abbia disturbi circolatori, questo meccanismo non è visibile alla RM encefalica nè ad altri esami diagnostici.
Per quanto rigurda il fumo, questo non è responsabile dell'insorgenza dell'aura visiva ma potrebbe rappresentare, insieme agli anticoncezionali orali, un fattore di rischio per problemi vascolari.
Non so se sono stato chiaro nelle precisazioni.
Faccia una visita neurologica per avere una diagnosi corretta del problema.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente

Gentile dott.,
grazie per il suo interesse.Farò al piu presto una visita neurologica e le farò sapere.Volevo chiederle se tutti questi sintomi disturbi visivi, capogiri,confusione possono recarmi delle ischemie o qualcos' altro di abbastanza serio?L' ansia e la tensione possono scatenarmi tutto questo?(ho un ansia sintomatica avvolte mi prende la colite,erpes frequenti, capogiri continui se mi arrabbio,tachicardia)I disturbi visivi li ho tutto il santo giorno ,sono stanca di vivere n questo modo e pertanto di fare ancora altre 2000 visite.Grazie infitamente per il suo interesse e la sua estrema gentilezza.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la sintomatologia descritta potrebbe essere di origine ansiosa ma è solo un'ipotesi.
Circa l'evoluzione del problema non è possibile stabilirlo non conoscendo la causa.
Come Le dicevo, una visita neurologica è opportuna.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Gentile dott.,
ho seguito il suo consiglio ed ho effettuato una visita neurologica.Il dott. mi ha prescritto paroxetina 20 mg iniziando per 10 giorni con mezza e poi una intera.Sto assumendo il farmaco da 4giorni e devo dire che i capogiri gia si sono molto attenuati e non ho neanche piu l' occhio che mi batte.M i sento un po meglio.Le volevo chiedere che da quando sto assumendo il farmaco tremore alle mani e sento sia sui polpacci che sulle spalle e braccia la sensazione di stanchezza e tremore come se avessi fatto degli sforzi enormi accompagnati da una sensazione come se mi si riattivasse la circolazione(ha presente quando le se addormenta una gamba e dopo un po la circolazione si riattiva e sente quella sensazione ) questo mi accadeva anche con citalopram,alpranzolam e control.Sono normali questi sintomi?Grazie dott. per la sua estrema cordialità.

cordiali saluti

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

questa sintomatologia, se dovuta ad effetti collaterali del farmaco, dovrebbe ridursi dopo 2-3 settimane di trattamento e, a volte, scomparire del tutto.
Se dovesse persistere lo riferisca allo specialista.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro