Dolori diffusi

salve,
sono una ragazza di 3o anni e, fino ad oggi , nn ho mai avuto fortunatamente alcun problema di salute-. Solo pero' , a tratti, un po' ipocondriaca.
In seguito ad una visita oculistica di routine una decina d gg fa l'oculista mi diagnostico' un calo del visus all'occhio dx(porto lac morbide quasi tutto il gg da una decina d anni) e occhio un po' secco.
Preoccupati dal calo del visus mi ha tenuta senza lenti per una settimana circa e mi ha fatto dare un lubrificante per poi rivisitarmi .
La visita ha portato a un miglioramento con recupero del visus quasi totale , mi ha prescritto quindi d continuare a portare poco o nulla le lenti e mi rivedra' tra un mese.
Nella settimana precedente la seconda visita mi sono cercata su internet cosa potesse causare un calo del visus e ho trovato mille cose tra cui malattie autoimmuni, sclerosi etc...
Due gg fa ho cominciato ad avvertire un dolore fastidioso prima al braccio sinistro dalla spalla fino alle dita della mano che sento lievemente piu rigide e poi diffuso in tutto il corpo soprattuto alle articolazioni.
Premetto che sono piuttosto suggestionabile ed ho letto diverse cose sulla sclerosi , ma nn penso fino a questo punto.
La mattina , al risveglio sto bene, mi sembra m sia passato quasi tutto (sara' perchè la notte m rilasso ) poi durante il gg ho questi fastidi a spalle braccia mani polsi e a volte anche gambe.
Lavoro al pc tutto il gg e devp dire che assumo una postura nn molto corretta da alcuni mesi avendo cambiato postazione.

Ho provato a prendere un aulin stamani dopo colazione e sto meglio...ma un fastidio alle mani m sembra d percepirlo cmq..
Devo fare esami neurologici o per la sclerosi?
QUesti fastidi li ho da 3 gg.
Sono molto preoccupata.

saluti
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Utente,

non penso che possa ricondurre i sintomi riferiti alla SM, in quanto questi, a parte che non sono tipici d'insorgenza di SM, non regrediscono con l'assunzione di un aulin.
Pertanto è più probabile che possano essere causati da più fattori, come posture scorrette o prolungate, suggestione, ansia.
Prima di pensare ad eventuali esami diagnostici è corretto effettuare la visita neurologica, ma soltanto se il problema dovesse persistere.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
la ringrazio molto per la sua cortesia. saluti

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test