Utente 279XXX
Buona sera, sono portatrice di neurmodulatore sacrale e vorrei fare una emg pelvi-perineale con studio di latenza del pudendo e i potenziali evocati somato sensoriali del pudendo.
se spengo il nms posso fare questi esami oppure no?

grazie mille,

super

[#1]  
Dr.ssa Silvia Malaguti

20% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
ABANO TERME (PD)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012
Buonasera,
la presenza di un neuromodulatore sacrale non limiti la possibilità di eseguire uno studio neurofisiologico pelvi-perineale. In occasione dell'esame potrà con il suo telecomando spegnerlo e riaccenderlo appena è terminato.
Dovrà comunque avvisare l'equipe medica riguardo alla presenza dello stimolatore.
L'unico esame nel quale si deve invece smagnetizzare lo stimolatore (procedura che viene fatta solo dal personale medico) è in occasione o nell'eventualità di efffettuare una risonanza magnetica.

Cordiali saluti
Dr.ssa Silvia Malaguti
Neurourologa
Specialista in Neurofisiopatologia

[#2] dopo  
Utente 279XXX

Gentile Dott.ssa,

la ringrazio per la risposta e mi scuso se rispondo io tardi ma ho avuto problemi con la connessione.

Leggendo il mio libretto di istruzioni Interstim, noto che dice:

"le apparecchiature e le terapie mediche seguenti possono produrre effetti negativi sul paziente e sul sistema Interstim:

-litotripsia ed elettrocauterio
-ablazione in radiofrequenza
-attrezzature ad ultrasuoni o di scansione
- trapani dentistici e procedure laser,
>>>>>>STIMOLAZIONE ELETTRICA TRANSCUTANEA DEI NERVI (TENS)"

a parte i primi 2 che non so cosa siano, il 3 e 4 che mi chiedo che problemi potrebbero dare,
ma il 5 , il TENS, non e' come fare un EMG o potenziali evocati??


grazie mille,
superb.

[#3]  
Dr.ssa Silvia Malaguti

20% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
ABANO TERME (PD)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012
Buonasera,
l'applicazione dello stimolo elettrico, l'intensità e la durata utilizzate per lo studio neurofisiologico, non producono alcun effetto negativo ed hanno uno scopo diagnostico, cioè servono a testare la conduzione di particolari nervi e vie nervose.
La TENS utilizza invece stimoli elettrici con caratteristiche differenti, e soprattutto a scopo terapeutico; se è posta in vicinanza dell'area sacrale (nel caso della neuromodulazione sacrale), può creare una interferenza negativa.
Spero di esserle stata utile.
Un cordiale saluto
Dr.ssa Silvia Malaguti
Neurourologa
Specialista in Neurofisiopatologia

[#4] dopo  
Utente 279XXX

Gentile Dott.ssa ,

la ringrazio per il chiarimento.
mi potrebbe inoltre spiegare in che modo gli ultrasuoni (ad esempio una ecografia giusto?) e un trapano dentistico potrebbe interferire con il sistema? grazie mille,

Cordiali saluti
SuperB.