Utente 179XXX
Buongiorno, non so se sono nella sezione giusta, ma non so più a chi provare a rivolgermi. Tutto inizia con mesi di dolori alle anche che dapprima si presentano di tanto in tanto e poi sempre più spesso. Si trattava di dolori che sembravano a volte fitte, a volte continui tra inguine e coscia, alle anche e ai fianchi. Il mio medico dapprima mi dice che si tratta di dolori muscolari e poi mi manda a fare dei raggi sospettando artrosi delle anche. Gli esami sono tutti a posto. Ho fatto anche esami del sangue e anche qui è tutto nella norma (anche se non erano compresi la glicemia e il colesterolo) per altri problemi. Ho delle vene varicose una bella grossa dietro il ginocchio e delle altre che stanno venendo fuori sulla gamba e molti capillari rotti e piccole chiazze di colore blu sulle gambe, il medico mi ha prescritto delle calze elastiche ma non le trovo della mia taglia, e alla sera mi danno fastidio. Il dolore però col tempo è andato a modificarsi: ora è presente per tutto il giorno, dal mattino e si intensifica la sera. E' presente ad entrambe le gambe soprattutto dal ginocchio in su e sulle cosce, meno sui polpacci. Si tratta di bruciori alle cosce lato esterno abbastanza costanti, fitte, pizzichii, quasi mai crampi, presenti random e a caso, non ho parestesie (mi si addormenta ogni tanto la gamba destra se sono per esempio al supermercato e cammino lentamente), non sento le gambe come in una guaina o in un calzino e i piedi non sono addormentati o simili. i dolori non si modificano se mi muovo o se sto ferma e i bruciori sono costantemente presenti o quasi. La notte mi sveglio sempre un paio di volte spesso verso mezzanotte e i dolori ci sono ancora, poi verso le tre e sembrano non esserci più a letto, mentre se mi alzo sento comunque le fitte. Al mattino idem:finchè sono a letto non sento quasi niente tranne qualche piccola scossa, mentre mi alzo e via via nella mattinata il tutto torna come il giorno precendente. Insomma non mi sembra che peggiorino quando dormo anzi, e non peggiorano o si modificano neppure se cammino. Sono praticamente disperata e continuo a piangere perchè non è possibile che a 30 ne abbia ogni giorno una di nuova che non mi fa vivere bene. Già limitavo molto le mie uscite prima, ora la mia vita è solo ed esclusivamente casa e lavoro. Da un mese ho anche smesso di fumare (avevo problemi di pressione e battiti alti anche con le terapie, ora sono tutti e due a posto.....). Se sto in piedi a lungo le gambe le sento molto affaticate, come lo sono la sera quando torno da lavoro ma non so se questo problema possa essere correlato ai bruciori, pizzichii, scosse ect che sono presenti tutto il giorno. Non so più a chi rivolgermi, il dottore ormai non mi bada neanche più ed ora ci sono pure le feste e devo aspettare che finiscano per rivolgermi a qualcuno....cosa posso provare a fare per voi? a chi posso provare a rivolgermi? il vostro parere quale è? Dimenticavo: impiegata, vita sedentaria. Grazie di cuore a chi mi risponderà.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

è stata visitata dal Suo medico curante?
E' difficile darLe un parere attendibile senza una visita diretta.
Consigliabile è indagare la colonna lombo-sacrale e effettuare un doppler venoso degli arti inferiori.
A distanza, oltre questo, è difficile dire altro. Comunque reputo fondamentale un'accurata visita medica.

Cordiali saluti ed auguri di buone feste
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 179XXX

Buonasera, mi scuso se la disturbo ancora dopo molto tempo, ma i dolori sono peggiorati ed ora sono costanti per tutto il giorno. Arrivo a sera che mi fa molto male la zona anche inguine di entrambe le gambe e per tutto il giorno sento dolori sparsi sia nella zona superiore che inferiore delle gambe e nei piedi. A volte sono fitte, altre piccoli formicolii ai piedi, altre volte sono dolori che durano secondi ma si spostano in continuzione e poi ho uno stato di dolorabilità generale alle cosce. Da qualche settimana inoltre quando sono ferma (anche a letto o sul divano) mi si addormenta la coscia destra e comincia a bruciare in maniera incredibile e succede anche più di una volta al giorno a distanza ravvicinata. Sono stata dal neurologo che mi ha detto che i riflessi sono ottimi e che per lui non c'è nessun problema (neppure venoso) e mi ha ordinato della fisioterapia perchè trovava dolorabili al tatto le sone esterne al pube. Al di là di questo che cosa posso fare? chi è il medico più adatto a questo punto? un angiologo? un chirurgo vascolare? un ortopedico? a chi mi devo rivolgere visto che sono da sola e che il mio dottore mi ha detto che devo tenermi il dolore? Grazie mille per la gentile risposta che vorrà darmi.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un'altra ipotesi possibile è quella delle fibromialgia il cui specialista di riferimento è il reumatologo. Inoltre non escluderei un problema di origine lombo-sacrale.
Un esame utile potrebbe essere l'EMG agli arti inferiori.
In ogni caso è difficile a distanza potere dare un parere attendibile.
Ciò che Le ho scritto sopra sonno solo delle ipotesi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 179XXX

Dottore, potrebbe essere anche malattia periferica arteriosa? sono un pò terrorizzata e ossessionata da questo.... i sintomi ci sono. Giovedì andrò a fare l'eco doppler e la visita angiologica.
Grazie di cuore

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

senza una visita diretta non è possibile dirimere il Suo dubbio.
Ormai effettui l'ecodoppler agli arti inferiori, poi avremo le idee più chiare.

Buona Pasquetta
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 179XXX

Buonasera gentilissimo Dottore
ho fatto la visita angiologica ancora il 2 di aprile con relativa ecografia agli arti. Il referto dice che esiste reflusso crossa safeno femorale discreto e modesto rispettivamento all'arto destro e sinistro, il resto è tutto ok. Il dottore pensa sia la cellulite infiammata a causare questi dolori e mi ha ordinato semplicemente delle pastiglie naturali diuretiche, mi ha detto di bere molta acqua, di fare sport e di dimagrire. Ha aggiunto che non mi prescrive delle calze perchè nei soggetti obesi vi sono controindicazioni. Sto cercando di rispettare tutto, sono dimagrita 6 kg, bevo almeno due litri di acqua al giorno durante la settimana e faccio un nove dieci km di ciclette (circa mezz'ora) al giorno per 4-5 giorni a settimana. Ho notato qualche miglioramento, ma i dolori alla parte alta della coscia e all'inguine permangono 24 ore su 24. Si tratta di fitte all'inguine e alle anche, alle coscie parte alta e soprattutto un dolore continuo sempre in quelle zone. Per cortesia potete darmi qualche consiglio su cosa posso fare? chi posso consultare? Devo tornare dall'angiologo? Il mio dottore ancora dopo l'estate dell'anno scorso mi ha detto che devo tenermi il dolore.... per cui non posso chiedere consiglio a lui....ed io sono davvero stanca di sopportare il dolore continuo (i classici antidolorifici non fanno quasi nulla). Dimenticavo di aggiungere che sento le gambe stanchissime se mi alzo dalla sedia dopo un pezzo che sono seduta, se salgo le scale, dopo la cyclette. Grazie tantissimo per la risposta che vorrà gentilmente darmi.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

potrebbe effettuare una visita neurologica ed eventualmente un'EMG se il neurologo la richiedesse.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 179XXX

Gentile Dottore,
ho già eseguito la visita neurologica qualche mese fa e non è emerso nulla e il neuorologo non ha ritenuto di farmi fare l'emg. Quello che Le chiedo è: questo reflusso della crossa safeno femorale può causare tutto ciò? non sono riuscita a trovare informazioni in merito in rete e onestamente non mi è venuto in mente di chiederlo all'angiologo il giorno della visita. Grazie

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il reperto riscontrato non giustifica la sintomatologia riferita, altra ipotesi, come Le dicevo, potrebbe essere quella della fibromialgia, senza escludere di ascoltare un secondo parere neurologico.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 179XXX

Buonasera, io approfitto ancora della Sua gentilezza finchè vorrà rispondermi. Da due mesi a questa parte mi è venuto un dolore alla cresta illiaca destra che si affievolisce con il movimento. Inoltre ho notato che sempre sulla gamba destra negli ultimi giorni avverto delle vibrazioni (non percettibili o visibili) dal polpaccio a sotto la pianta del piede. Il dolore alle gambe, anche, inguini e piedi passa un pochino durante la notte e infatti il mattino appena sveglia mi sembra megliO (per cinque minuti diciamo), anche se non passa mai ed è sempre presente e ben avvertibile e, soprattutto, quando metto giù i piedi dal letto aumenta velocemente. Alle volte ho delle vere e proprie fitte parecchio forti all'inguine di entrambe le gambe (non assieme ovviamente.) Se non sto a lavoro (dove sono perennemente seduta) mi pare di stare un pò meglio, anche se il dolore è comunque presente. Inoltre ho notato che gli antidolorifici comuni non servono assolutamente a niente perchè non mi fanno passare assolutamente il male. Non sto più vivendo! Poichè la settimana prossima sono in ferie volevo un Suo parere su che visita mi consiglia di prenotare stando anche ai nuovi sintomi che Le ho descritto (so benissimo che si tratta di un CONSIGLIO, solo che non so da chi provare ad andare). Un ultima domanda: assumo betabloccanti per la pressione e per i battiti del cuore alti, non possono essere la causa di tutto ciò vero? GRAZIE DAVVERO TANTISSIMO!!!!!!

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come detto più sopra in questo consulto, l'EMG agli arti inferiori la vedrei indicata, così come un'indagine a livello della colonna lombo-sacrale (RX, TC, RM).

AugurandoLe un buon fine settimana Le invio cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro