Utente 251XXX
Gentili dottori, buonasera

premetto che sono un soggetto ansioso e ipocondriaco, come già spiegato in altri consulti (colgo l'occasione per ringraziare ancora i vostri colleghi cardiologi). A dir la verità non sapevo se postare l'argomento qui o sotto la sezione "ematologia", spero di non aver sbagliato!

Ho 26 anni e sono fumatore, svolgo una vita abbastanza sedentaria, non bevo e non faccio uso di droghe...

Da un bel pò di mesi mi porto dietro un problema nemmeno troppo saltuario (mi capita spesso, non sempre) che si presenta esclusivamente a riposo, da seduto o sdraiato: le parestesie. Questo problema mi dà abbastanza il tormento perchè non si tratta di formicolii lievi ma a volte fastidiosissimi che mi si presentano sopratutto alle mani, ai piedi e alle gambe...come fossero vere e proprie punture di spillo.
Ultimamente una zona interessata è quella addominale, verso i fianchi sia dx che sx, dove mi capita di avvertire un formicolio con una sensazione di morsa che regredisce in un paio di minuti, ma questo formicolio e morsa li ho avvertiti solo due o tre volte....ultimamente si è aggiunta anche una sensazione di freddo intenso, specie ai piedi ma non sono escluse le mani, le gambe e le braccia....al mattino mi capita, specie quando dormo MOLTE ore, di avere le gambe indolenzite assieme alla zona lombare

Inoltre ho sentito parlare della sindrome delle gambe senza riposo, e...ogni tanto mi capita, in posizione esclusivamente seduta, di avere la necessità di muovere le gambe perchè mi davano quasi fastidio, di alzarmi o comunque di cambiare posizione...quando sono sdraiato nel letto questo però non accade...

Non so se può essere utile aggiungere che c'è anche sensazione di stanchezza e saltuaria perdita di appetito...a breve dovrò fare analisi del sangue specifiche per tiroide anemia, dato che ho fatto pochi giorni fa esami cardiologici dove è stata notata una tachicardia sinusale.

A questo punto vi chiedo, esistono delle analisi del sangue che possono fare chiarezza sulle parestesie? omocisteina? e che ne pensate dei sintomi descritti?

Grazie in anticipo e buona serata.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

non esistono esami del sangue specifici per le parestesie. Le cause possono essere diverse e vanno dalla compressione di nervi fino alla somatizzazione ansiosa, passando chiaramente per tante altre cause. Ovviamente non è possibile stabilire a distanza l'origine del problema. Ne ha già parlato col Suo medico curante? In caso affermativo, qual è il suo orientamento diagnostico?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 251XXX

Gentilissimo dott.Ferrarolo, premetto che a volte credo che il mio medico curante, pur considerandolo molto bravo, sottovaluti e dia poca importanza a sintomi che gli descrivo: su questa serie di sintomi, senza nemmeno visitarmi (se non per il cuore appunto, e quel "ramo" è ok) mi ha detto che è un problema dovuto alla mancanza di attività fisica, e che inoltre l'ansia sta mi sta giocando bruttissimi scherzi (sono 10 mesi che ci convivo, da aprile)...in più associa i doloretti che avverto a problemi posturali e mi ha quasi obbligato a fare attività fisica se voglio star meglio...insomma, la sua diagnosi è stata questa, forse rafforzata dal fatto che sono anche in cura da una psicologa e che anche lei la diagnosi ansioso-depressiva già me l'ha fatta!

Detto questo dottore, come mai questa mia richiesta è stata spostata sotto "neurologia"? si possono escludere cause vascolari? semplice curiosità!

Grazie mille, cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le parestesie sono sintomi neurologici, causati dal sistema nervoso periferico ma anche centrale. A volte invece hanno un'origine psichica rappresentando un sintomo psicosomatico.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 251XXX

Grazie per la risposta chiara!

Aggiungendo altri sintomi e cercando di essere il più chiaro possibile, soffro spesso di vertigini soggettive, di senso di "pressione e soffocamento" al naso e lievi mal di testa proprio al di sopra delle palpebre (spesso anche l'occhio sinistro fa male) che spesso danno un pò di nausea, il tutto associato saltuariamente a spossatezza/stanchezza/debolezza....passo troppe ore al pc in posture sicuramente non consone....di questo ne sono consapevole

specifico che ho un disordine all'articolazione temporo mandibolare, come mi ha detto pochi mesi fa l'otorino, il quale mi ha consigliato un semplice antiinfiammatorio al bisogno e, se proprio avessi avuto problemi persistenti, di chiedere al dentista un byte notturno...spesso infatti la tensione che avverto alle spalle, scapole e collo (il collo di meno) è evidente....

Comunque lei che ne pensa di ciò che mi ha detto il mio medico di base?

Cordiali saluti, dottore.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

concordo col medico di base che l'ansia, l'assenza di attività fisica e posture prolungate e/o poco corrette possano causare buona parte della sintomatologia.
Per quanto riguarda il problema dell'articolazione temporo-mandibolare, anch'essa possibile responsabile, Le consiglio un consulto gnatologico per avere un parere diretto.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 251XXX

Gentile dott.Ferrarolo buongiorno, in effetti avevo pensato di rivolgermi ad uno gnatologo, avevo sentito parlare di questa branca (me ne aveva parlato proprio l'otorino)...so che però i problemi gnatologici non sono pericolosi quindi la mia ansia in quel senso scompare!

Sui sintomi che mi capitano più che altro nel tardo pomeriggio a riposo o dopo una camminata, mattutina, una salita, ovvero dispnea e stanchezza, avendo già escluso cause cardiache crede che possa essere utile e/o urgente fare una visita neurologica, oppure crede che debba passare prima per uno gnatologo? la sensazione di svenimento e la nausea mi prendono talvolta, così come quella di "irrealtà", voglia di fuggire dal posto dove mi trovo (se è al chiuso) ma non sono mai svenuto e non ho mai dato di stomaco per fortuna....! alcuni attacchi di panico avuti non molto tempo fa mi hanno letteralmente cambiato la vita (in peggio)

Cordiali saluti a lei e buon pomeriggio!

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una parte della sintomatologia è senz'altro di origine psichica <<"irrealtà", voglia di fuggire dal posto dove mi trovo (se è al chiuso) ma non sono mai svenuto...alcuni attacchi di panico avuti non molto tempo fa mi hanno letteralmente cambiato la vita (in peggio)>> queste precisazioni potrebbero anche fare pensare ad un'origine ansiosa dei Suoi disturbi, almeno come ipotesi.
Pertanto Le consiglio inizialmente di effettuare una visita neurologica, poi in base all'esito sarebbe opportuno curare anche il lato psichico del problema rivolgendosi ad uno psichiatra.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 251XXX

Ipotizza qualcosa di grave dottore?

Posso prenotare questa visità con tutta tranquillità o dovrei farla il più presto possibile?

Inoltre le volevo porre un quesito che riguarda ancora le analisi del sangue, non neurologico quindi....posso chiedere a lei??

Grazie ancora

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

può effettuare la visita neurologica con calma, non c'è urgenza.
Per quanto riguarda la domanda sulle analisi del sangue sarebbe opportuno che postasse il quesito in "Medicina di laboratorio" di questo stesso sito.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 251XXX

Salve dottore,

Allora dato che è una domanda specifica aprirò un altro consulto....facendola più generica: a parte la visita neurologica, prima di associare un sintomo di debolezza all'ansia, quali sono gli esami/analisi diagnostici che vanno eseguiti? nel senso, per escludere una debolezza da cause organiche cosa altro potrei fare? (oltre alla visita gnatologica)

Specifico che il mio malessere prende spesso sopratutto il naso e la gola, come se li sentissi ostruiti e indolenziti, fatica anche quando parlo etc.

La ringrazio per la gentilezza, la pazienza e la disponibilità. Mi dispiace disturbarla per tutta questa serie di sintomi, ma certe volte conviverci è un problema!

Cordiali saluti

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è corretto dare indicazioni di esami diagnostici senza una visita diretta.
L'ordine è inverso, prima si effettua la visita medica, poi il medico, in base ai riscontri della visita, potrebbe richiedere degli esami mirati al sospetto diagnostico emerso nel corso della visita stessa.
In base agli ultimi sintomi riferiti anche una visita otorino sarebbe utile.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 251XXX

Gentile dott. Ferrarolo,

ne parlerò senza dubbio con il mio curante allora!

C'è però il solito problema: molti di questi sintomi sono rientrati nella categoria "ansia" da alcuni medici....come è possibile?

Volevo chiederle una cosa sull'ictus: in merito alle parestesie e alle vertigini che le ho descritto, anche a sporadiche fitte alla testa....può esserci collegamento? visto che lei mi ha detto che posso stare sereno e aspettare per una visita...quindi la mia è solo una "richiesta di conferma"

Le auguro una buona serata

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con tutti i limiti del consulto a distanza, non vedrei correlazioni con possibili ictus.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 251XXX

Gentile dott. Ferraloro (mi sono reso conto di aver sbagliato il suo cognome le chiedo scusa!!!)

Mi è salita la febbre a 38,5...fino a ieri non avevo febbre ma solo debolezza e brividi di freddo....stamattina si sono aggiunte al risveglio forti vertigini, occhi indolenziti ma il guaio è la testa....mi fa davvero male come se fosse "costretta" da qualcosa....quando la muovo non ne parlamo....stamattina avevo male anche ai polpacci, come se fossero stanchi....in più orecchie, collo, nuca...un pò tutto!

In più ho gola secca e muco, già andato dal medico di base....perdoni la domanda che può sembrare banale, è semplicemente una forma influenzale?

Infine una domanda sulla tachipirina: l'ho appena presa (due da 500, quindi 1000)....se la febbre non scende posso riprenderne un'altra DOPPIA dose tra 6-8 ore? grazie mille, buona serata, gentilissimo!

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Lei sa non è possibile effettuare diagnosi a distanza. La sintomatologia sembrerebbe di tipo influenzale, mi pare che questo sia stato l'orientamento del medico curante.
Dopo otto ore potrebbe prendere la tachipirina, se ci fosse bisogno, però.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 251XXX

Gentile dott. Ferraloro, mi sono ripreso dalla febbre abbastanza presto...purtroppo ho appreso che un mio conoscente e coetaneo è stato colpito da aneurisma cerebrale e non si sa se ce la farà...la notizia ha un pò sconvolto tutti....

A questo punto, ciò che volevo chiederle, è che ho letto da un suo collega, proprio su questo sito, che in età adulta, dopo essersi sottoposti ad una RM con esito negativo, è difficile che nel corso degli anni avvenga un aneurisma....cosa ne pensa? la mia è più che altro curiosità per via di questa brutta notizia....

Buon pomeriggio gentile dottore

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

capisco lo stato d'animo che possa avere creato la notizia che riguarda il Suo coetaneo. In linea di massima Le posso confermare ciò che ha letto.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 251XXX

Gentile dottore,

il suo riferimento è alla RM SENZA contrasto? quella non invasiva, giusto?

Le auguro una buona serata

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, ma anche l'Angio-Rm è indicata.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente 251XXX

Gentilissimo dottore,

Quindi nella visita che mi ha consigliato potrei prenotare direttamente anche angio RM e RM? anche quest'ultima NON è invasiva?

Grazie egregio dott., e mi scusi se la sto disturbando oltremodo!

[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

gli esami diagnostici li prescrive il medico in base al sospetto diagnostico dopo una visita medica. Pertanto sarà lo specialista, se dovesse vederne l'utilità, a richiederli.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente 251XXX

Gentilissimo dott. Ferraloro,

quindi dovrei prenotare una semplice visita neurologica senza esami diagnostici e in caso tornare se me lo dice il neurologo? ciò che le chiedo però è: come fa un neurologo a sospettare della presenza di un aneurisma con una semplice visita? Visto anche da quello che ho letto anche qui su MI, in tutta la mia ignoranza in materia, che gli aneurismi non danno sintomatologia se non immediatamente prima che si verifichino....

Sono molto preoccupato, anche per via dei sintomi che le ho scritto nei precedenti post.

La ringrazio e mi scuso in anticipo per il disturbo

[#23] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

infatti il neurologo sconsiglierà l'esame in quanto non è razionale fare una Angio-RM per paura di avere un aneurisma, mi sa che si sta instaurando un disturbo fobico-ossessivo.
Prima paura dell'ictus, ora dell'aneurisma. Come Le dicevo inizialmente deve curare il lato psichico effettuando una visita psichiatrica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente 251XXX

Ok dottore, la ringrazio per la risposta immediata!

Purtroppo certe notizie lasciano il segno quando si è ipocondriaci...

Il problema è che, andando già da una psicologa...non so, se lei mi consiglia una visita psichiatrica farò anche quella. Però voglio seguire anche l'altro suo consiglio di qualche post fa, ovvero quello di farne una neurologica.

La sindrome ansioso-depressiva purtroppo, come le ho già detto, è presente.

Dottore, la scoccio se la tengo eventualmente aggiornata per una visita?

Ps lei a Roma non passa mai? se fosse stato di Roma avrei già prenotato una visita con lei perchè ho letto spesso i suoi preziosi consulti e le rinnovo i miei complimenti.

Buon pomeriggio

[#25] dopo  
Utente 251XXX

Gentile dott.Ferraloro, torno a scriverle a distanza di una decina di giorni perchè ho effettuato una visita da un neurologo specializzato anche in psichiatria....mi ha fatto una visita nel quale ha dato quasi per scontato che non abbia assolutamente nulla di neurologico, dico quasi perchè mi ha fatto molte domande sulle parestesie....alla fine vedendomi come un tipo ansioso mi ha dato entact 10 mg la mattina per una decina di giorni e poi lo devo richiamare per fargli sapere.

Alla prima assunzione, ho avuto dopo circa un'ora un po' di malessere che si è associato a una lieve nausea e mai di pancia, mi è durato un'oretta e poi è sparito, dopo stavo meglio ma ho avuto forti rumori allo stomaco. Dopo pranzo (avevo perso l'appetito, può essere il farmaco?) ho avuto un senso di agitazione con tremori alternati anche ad apatia, passando dalla voglia di muovermi a quella di stare seduto come se mi sentissi senza forze, sensazione di instabilità, un po' di tachicardia e vampate di caldo e freddo. Come se avessi avuto un attacco di panico...lei cosa ne pensa?

Le auguro una buona giornata, dottore

[#26] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

teoricamente potrebbero essere effetti collaterali del farmaco, se così fosse generalmente tendono a regredire col prosieguo della terapia.
In caso contrario contatti il neuropsichiatra.
Buona giornata anche a Lei.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente 251XXX

Gentile dottore grazie della sua immediata risposta.

Era da qualche settimana che non accusavo sintomi così "marcati"!

Crede che non dovrei avvisarlo già da ora di questi sintomi?

E quali sono i rischi reali di questo farmaco? la ringrazio ancora

Cordialità

[#28] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se la sintomatologia dovesse persistere avverta lo specialista.
Gli effetti di un farmaco variano a seconda dei soggetti, cioè sono altamente individuali, pertanto non è possibile prevederli a priori.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#29] dopo  
Utente 251XXX

Ora va meglio dottore....volevo chiederle solo se ci sono rischi gravi che possono compromettere la salute, la domanda era questa scusi se mi sono espresso male! Lei immagino lo avrà prescritto molte volte, quindi un parere in più non guasta mai!

Cordiali saluti e grazie per la disponibilità che sta dimostrando!

[#30] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

assunto secondo prescrizione medica non ci sono rischi gravi, stia tranquillo.
Dr. Antonio Ferraloro

[#31] dopo  
Utente 251XXX

Gentile dott. Ferraloro buonasera, le scrivo per aggiornarla sulla situazione. Arrivato alla nona compressa, ancora non ho avvertito molti miglioramenti, ma già so che questo farmaco non fa miracoli a brevissimo termine (tra un paio di giorni dovrò chiamare il neurologo per aggiornarlo).

Volevo chiederle: avendo io indolenzimento alle gambe, talvolta anche alla parte superiore dell'occhio anche se non capisco se dietro l'occhio stesso o sulla palpebra (in genere quello sinistro, raramente quello destro) che alla fine prende tutta la "fascia frontale" della testa, pur non avendo detto questi sintomi al neurologo, con la normale visita se ci fosse stato qualche problema neurologico se ne sarebbe accorto? Premetto che a questo si aggiunge debolezza, sporadicamente iperagitazione, sonnolenza (ultimamente accentuata dal farmaco) e una pressione nella zona tra la tempia sinistra e l'orecchio. Ultimamente si è accentuata anche la sensazione di capogiri quando mi alzo magari un po' bruscamente dopo essere stato seduto. Capogiri che comunque durante il giorno non mancano, specie da quando prendo l'entact. Specifico anche che non ho problemi di pressione sanguigna, che è sempre stata perfetta.
Specifico che il neurologo nella visita ha sentito la forza nelle braccia, l'equilibrio ad occhi chiusi e la sensibilità delle gambe. Questi sintomi che le ho descritto, sono tutti più o meno sopportabili...

Un suo parere, vista la sua professionalità, è sempre graditissimo!

Le auguro una buona serata

[#32] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

solo nove giorni di terapia sono insufficienti per vedere i primi benefici del farmaco.
Generalmente necessitano 3-4 settimane.
La sintomatologia riferita potrebbe essere dovuta sia al Suo problema di base sia ad eventuali effetti indesiderati del farmaco che, quando si presentano, generalmente regrediscono in un paio di settimane.
Riferisca il tutto allo specialista, come concordato.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#33] dopo  
Utente 251XXX

Grazie per la sua risposta.

Purtroppo devo segnalare che ieri ho battuto la tempia sx contro la porta, è stata una botta "media"...sin da subito mi faceva male, ma solo al tatto! stamattina al risveglio ho avvertito un po' di giramento di testa e al tatto continuava a far male (ho messo un po' di ghiaccio ma senza risultati) e avverto il dolore anche quando sbadiglio, apro totalmente la bocca o digrigno i denti....ma senza bernoccolo! Se NON effettuo questi movimenti il dolore è basso, praticamente inesistente

Da come l'ho descritto che tipo di botta può essere? A breve devo chiamare il neurologo, chiederò anche a lui.

Buona serata, dottore.

[#34] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dalla descrizione che fa non sembrerebbe un trauma importante, la sintomatologia riferita è al momento normale. Se dovessero subentrare sintomi nuovi si recgi dal Suo medico curante o al P.S.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#35] dopo  
Utente 251XXX

Dott. Ferraloro, la ringrazio per la celere e veloce risposta!

La tengo aggiornata

Cordialità!

[#36] dopo  
Utente 251XXX

Gentile dottore, sono appena andato dal mio medico di base, ha toccato il punto dolente e ha detto un "bella botta!" però mi ha rassicurato, mi ha detto di continuare a mettere il ghiaccio e di prendere un oki dopo cena, e anche se non passa di stare tranquillo che sparisce da solo...mi ha detto che non evolve in nulla di serio anche se gli ho detto che stamattina ho avuto un pò di vertigini (che comunque di mattina ho di mio, potrebbe anche essere dovuto alla mia ansia). E' stata una visita molto veloce.

Volevo tenerla aggiornata, crede che ora posso davvero stare tranquillo anche per le prossime ore?

Ancora una buona serata a lei, e per l'ennesima volta grazie per la disponibilità

[#37] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, può stare tranquillo, non ci dovrebbero essere problemi.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#38] dopo  
Utente 251XXX

Gentile dott. Ferraloro buonasera, spero che abbia passato un buon fine settimana anche lei... le scrivo per dirle che il dolore alla tempia è passato quando digrigno i denti e sbadiglio ma non quando la tocco, non ho più messo il ghiaccio e da giovedi sera che ho preso la botta non ho mai preso l'oki....ho messo addirittura in dubbio che questo dolore fosse provocato dalla botta stessa!

A questo punto, un dolore che si avverte solo al tatto cosa potrebbe essere? inoltre mi capita spesso quando sono seduto col busto in avanti (non con la schiena attaccata al divano quindi) di avveritire fitte nella zona del collo e della nuca che vanno via subito...ma è come se avessi la parte vicino alla nuca indolenzita....ps con il neurologo siamo rimasti che continuo a prendere entact 10 mg fino a metà aprile e poi lo devo ricontattare per aggiornarlo!

Nel ringraziarla, le auguro una buona serata

[#39] dopo  
Utente 251XXX

Gentile dottore,

Torno a scriverle dopo più di un mese e precisamente 57 giorni di entact. Provo a fare il punto della situazione:

ansia ridotta al minimo (giusto un po' di respiro affannoso ma gestibilissimo) attacchi di panico non ne ho più, ma restano alcuni fastidi che si presentano in "modalità" diverse....ho letto che l'entact agisce in maniera efficace contro la spossatezza/stanchezza e debolezza....invece io, specie verso sera, ho spesso degli episodi, seppur lievi, di capogiri e di sensazione di sbandamento, appunto misti a questa spossatezza (a volte ritardo l'alzarmi dal divano perchè mi sento apatico e senza forze) in più ho alcuni fastidi, ora che è arrivata la primavera, agli occhi e alla fronte (sinusite?) per il resto mi capita spesso di avere un po' di cefalea, che ogni volta guarisce con l'oki...a volte ho anche la sensazione di avere gli occhi pesanti, la vista un po' annebbiata. Infine stamattina, mi sono svegliato con un dolore nella zona della scapola sinistra, dolore che veniva solo con il respiro e a volte quando mi chinavo, altrimenti non lo avvertivo...si è un po' attenuato con l'oki (ma non del tutto, a differenza della cefalea che è svanita)

Di recente ho fatto le analisi del sangue e delle urine, colesterolo, glicemia, trigliceridi etc etc tutto nella norma...sono ritornato dal neurologo la scorsa settimana e mi ha lasciato la dose di entact a 10 mg, lo devo ricontattare la prox settimana.

Visto anche l'esame dall'otorino effettuato nemmeno un anno fa (l'unica dove mi è stato detto che qualcosa ho, ovvero una mandibola decisamente "storta", malocclusione) e le varie visite dal medico di base, più le analisi del sangue e del cuore nella norma e la visita neurologica negativa, anche se tutti mi dicono che è solo ansia vorrei capire come mai l'entact è stato si utilissimo, ma non per questi sintomi!

Vorrei un suo parere gentile dottore, la ringrazio in anticipo e le auguro un'ottima serata. Cordialità

[#40] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

probabilmente il farmaco è stato sottodosato e non è riuscito a coprire tutta la sintomatologia riferita. Per il problema mandibolare è stato da uno gnatologo?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#41] dopo  
Utente 251XXX

Gentile dott. Ferraloro,

non ancora, avendo dovuto fare vari esami più queste due visite neurologiche e la visita settimanale dalla psicologa.

Tra qualche giorno devo ricontattare il neurologo per fare il punto della situazione. Attualmente ho solo un senso di pressione nella zona tra la tempia e l'orecchio sx, nella parte laterale del cranio! E' un po' fastidiosa, mi dura da circa un paio d'ore. Di cosa potrebbe trattarsi?

La ringrazio per l'interesse e per la celere risposta

[#42] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente non è possibile stabilire a distanza cosa potrebbe essere, un'ipotesi ma solo un'ipotesi potrebbe essere una cefalea di tipo tensivo anche senza dolore.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#43] dopo  
Utente 251XXX

Gentile dott. Ferraloro,

i dolori pulsanti (sopportabili ma fastidiosi) che vanno e vengono, ad intermittenza, in un punto della testa ben specifico (in alto e destra) e che mi accompagnano praticamente da anni, seppur in maniera molto sporadica) potrebbero essere collegati ad una cefalea tensiva oppure crede che possa esserci dell'altro?

Ogni qualvolta che ho fatto domande di questo tipo al mio neurologo mi ha sempre detto di stare più che tranquillo!

Ancora grazie anche per la risposta sul farmaco dottore, le auguro un buon inizio di settimana!

[#44] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a distanza non è possibile dare certezze ma se il Suo neurologo l'ha rassicurata può stare tranquillo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro