Utente
Buona sera Dottori,
non è la prima volta che "approfitto" della vostra disponibilità, anzi, ma essendo una persona molto ansiosa non riesco a stare tranquilla.
Ad ottobre 2012 sono stata operata al gomito braccio sx per neurolisi nervo ulnare. La situazione era abbastanza grave in quanto il nervo era compresso da anni, ( purtroppo però senza manifestare sintomi) infatti la parte esterna della mano è molto scarna e ad oggi non ho ancora recuperato forza nè tono muscolare, ma di questo mi avvisarono gli ortopedici in quanto il nervo era stato parecchio danneggiato.
Per la debolezza alle braccia, piu marcata a sinistra che a destra, ho effettuato diversi accertamenti, tra cui una rm encefalo negativa, una rm in toto alla colonna vertebrale che ha evidenziato una protrusione discale a livello cervicale, ho effettuato emg arti inferiori negativa, altre emg agli arti superiori che evidenziarono appunto il problema dell'ulnare a sx, nulla invece all'arto destro e 3 visite neurologiche negative.
Adesso sono tornata in crisi pensando a malattie degenerative in quanto ho notato che quando piego le braccia per svolgere determinate mansioni, si crea nell'arto sinistro come una fossetta o un buco, non so nemmeno come definirlo, alla fine del braccio, poco piu su dove inizia la piega del braccio stesso.
Il braccio sinistro dalla parte del gomito sino a scendere ha perso un pò di tono muscolare a causa della compressione del nervo ulnare, ma non capisco se possa essere associata questa specie di fossetta che mi sta mandando in crisi.
Grazie come sempre della Vostra preziosa e cortese attenzione

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

con gli esami effettuati con esito negativo e con tre visite neurologiche nella norma non deve pensare a malattie degenerative. Con tutti i limiti del consulto a distanza, potrebbe essere un esito della pregressa compressione del nervo ulnare e/o dell'intervento chirurgico. Ritengo che abbia riferito questi timori ai neurologi che l'hanno visitata ed abbia ricevuto le stesse risposte.
Stia tranquilla.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
si tutti i neurologi che mi hanno visitata hanno sempre cercato di tranquillizzarmi, ma purtroppo cado spesso nel timore di brutte cose allarmandomi subito.
I primi di agosto avrò una nuova emg di controllo per vedere se il nervo ulnare ha recuperato un pò, anche se fisicamente miglioramenti non ne ho affatto percepiti.
Secondo Lei si potrà recuperare tono muscolare oppure dovrò accettare il fatto che la pregressa compressione del nervo abbia compromesso irreversibilmente il recupero?

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non conoscendo l'entità del danno prima dell'intervento di neurolisi non è possibile rispondere a questa domanda. Si faccia seguire da un fisiatra.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio tanto Dottore, buon fine settimana

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla!
Buon fine settimana anche a Lei.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Salve Dottore,
perdoni se sono nuovamente qui ma la paura ha avuto nuovamente la meglio... Martedì effettuerò la terza emg agli arti superiori per controllo dopo intervento decompressione nervo ulnare braccio sinistro e relativa debolezza dell'arto stesso.
Tralasciando l'atrofia muscolare alla mano ( che era già stata collegata dagli ortopedici dalla pregressa compressione del nervo ulnare), io noto atrofia anche nella zona in prossimità del gomito ( punto in cui è avvenuto l'intervento) ed anche i muscoli del braccio sembrano ridotti rispetto all'arto destro. Ho dolori in gran parte dell'avambraccio, nella piegatura tra braccio e avambraccio, se faccio sforzi l'indomani accuso dolore a tutto l'arto e , di conseguenza, uso praticamente quasi sempre solo il destro per il timore di sentire nuovamente dolore al sinistro.
Non accuso formicolii o fascicolazioni, non ho disturbi nelle altre parti del corpo, ma inevitabilmente torna in me la paura di sla o di qualsiasi altra malattia degenerativa.
Mi aveva già tranquillizzata in un altro consulto nel momento in cui le avevo elencato tutti gli accertamenti fatti risultati negativi ( 3 visite neurologiche, 2 emg arti sup, 1 emg arti inferiori, rm in toto colonna vertebrale e rm encefalo), eppure non riesco a stare tranquilla.
Nella rm in toto alla colonna vertebrale, emerse una protrusione discale ( l'esito di quel tratto era il seguente: A livello della colonna cervicale discreto raddrizzamento della curva fisiologica del rachide. In C3-C4, C4-C5 e C5-C6 il canale vertebrale appare lievemente ristretto per una protrusione posteriore delle fibre dell'anulus che deformano lo spazio subaracnoideo anteriore. Non si osservano altreazioni a carico delle strutture ossee e discali.I diametri del canale vertebrale sono regolari. Il midollo presenta forma e dimensioni regolari senza alterazioni di segnale al suo interno). Il neurochirurgo che mi prescrisse questa risonanza mi disse che, secondo lui, i miei problemi di debolezza all'arto potevano essere causati da questa protrusione, mentre un ortopedico mi disse che non concordava con quanto detto dal neurochirurgo. Lei cosa ne pensa?
Non riesco più a stare serena da mesi ormai, da quando è insorta la mia debolezza al braccio, ci sono stati dei periodi in cui le cose si erano un pò calmate, ma quando poi riavverto questi sintomi, torno nella più totale paura. Grazie come sempre della Sua disponibilità e cortesia


[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è impossibile dare una valutazione dopo quella di due specialisti (ortopedico e neurochirurgo) che l'hanno visitata e hanno visionato le immagini della RM dando due pareri diversi, infatti la visione diretta dell'esame e l'esame clinico sono fondamentali per esprimere un parere corretto ed attendibile.
Le posso solo dire che la SLA, almeno nelle fasi iniziali, non causa dolore in quanto non si manifesta con sintomi sensitivi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Buona sera Dottore,
certo, ha ragione, mercoledì porterò nuovamente in visione l'esito della rm per sentire il parere di un altro ortopedico.
Ha detto che la sla non causa dolore nelle fasi iniziali, ma io accuso debolezza all'arto da diversi mesi, diciamo dopo poco tempo che ho subito l'intervento al nervo ulnare, accusavo debolezza anche al destro mentre ultimamente i problemi riguardano solamente il sinistro

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Lei aveva parlato anche di dolore, mi riferivo a quello.
La debolezza dell'arto potrebbe avere altre cause, aspetti l'esito dell'EMG.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, d'accordo, vedrò domani cosa dirà l'esito dell'emg, spero di poterle fare sapere, buona giornata e grazie ancora

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ok, mi faccia sapere.
Grazie a Lei e buona giornata.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Buona sera Dottore,
oggi ho effettuato altra EMG agli arti superiori con seguente esito:

"ENG arti superiori: sono stati valutati i nervi mediano ed ulnare ( sovra e sottogomito) bilateralmente. CV motorie e sensitive nervi mediano bilateralmente ed ulnare di destra nella norma con relativi potenziali d'azione nella norma.
CV sensitiva nervo ulnare di sinistra rallentata nel tratto distale con SAP ridotto e non valutabile nei tratti prossimali per assenza del SAP.
CV motoria nervo ulnare di sinistra nella norma distalmente e rallentata nel tratto sovra-sottogomito con MAP diffusamente ridotto in tutti i tratti esaminati.

EMG arti superiori: sono stati valutati alcuni muscoli dell'arto superiore di siistra ( brachioradiale, ECD, abduttore del pollice, abtuddore del V dito). Non attività patologica a riposo. Quadri elettrici ridotti a transizione povera con PUM marcatamente in senso neurogenico nel muscolo abtuttore del V dito.

Conclusioni: persistenza di segni elettrici di sofferenza focale del nervo ulnare di sinistra al gomito ( paziente sottoposta ad intervento chirurgico nel 2012), in lieve miglioramento rispetto al precedente esame del 7/01/2013."

Che ne pensa Dottore, se avessi delle patologie degenerative sarebbe emerso qualcosa? Il medico che ha eseguito l'elettromiografia si è quasi messo a ridere quando gli ho raccontato i miei timori... Ma il Suo parere è molto prezioso e La ringrazio già in anticipo per la Sua attenzione

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come vede l'EMG/ENG è negativa per quanto riguarda le malattie degenerative che teme. Già sa che è stata riscontrata soltanto una sofferenza del nervo ulnare sinistro al gomito, peraltro migliorata rispetto all'esame di gennaio.
Pertanto adesso si tranquillizzi e trascorra serene vacanze.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro