Utente 315XXX
buongiorno, ho ritirato una tac ai seni para-nasali, quello che mi preoccupa è una diagnosi che dice letteralmente:
Formazione in gran parte calcificata di circa14x5 millimetri di diametro alla falce anteriormente, a maggior sviluppo verso sinistra, compatibile con meningioma calcifico.

Grazie per la vostra risposta.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

un meningioma calcifico generalmente non ha tendenza all'accrescimento, inoltre sembrerebbe di piccole dimensioni, pertanto non dovrebbe creare effetto massa sulle strutture circostanti. In ogni caso va valutato direttamente da un neurochirurgo al quale La invito a rivolgersi.
Per quale motivo ha fatto la TC?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 315XXX

Grazie per la risposta. Ho fatto la tac prescritta da un medico ottorino per sospetta sinusite, quando ho ritirato il referto mi sono preoccupato, come ho scritto in precedenza, per il meningioma.

tutto il referto dice questo:

Scoliosi sn convessa del setto nasale osseo.
Minimo ispessimento mucoso ad alcune celle etmoidali, fatto più evidente per alcune celle medie e posteriori di sinistra.
Minimo ispessimento mucoso al seno frontale di destra ed ai seni mascellari specie quello di destra.
Pervi i complessi ostio meatali.
Formazione in gran parte calcifica di circa 14 x5 millimetri di diametro alla falce anteriormente, a maggior sviluppo verso sinistra, compatibile con meningioma calcifico.

Scusi un'altra domanda deve essere trattato chirurgicamente?
P.S sono molto preoccupato.

Grazie ancora per la pazienza.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il dolore per sospetta sinusite dov'è localizzato?
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 315XXX

Il dolore, quando c'è, mi prende la parte frontale e dietro gli occhi, quando mi capita di avere il raffreddore anche ai lati del naso con una discreta produzione di muco giallo....

P.S. L'anno scorso ho avuto un episodio di vertigine parossistica, non so se è correlata la cosa, e soffro di acufene all'orecchio dx.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

considerato che non presenta sintomatologia da attribuire al meningioma e le sue piccole dimensioni, non è detto che si debba intervenire chirurgicamente, forse è sufficiente fare dei controlli periodici per verificare eventuali variazioni di volume.
Le dico questo però senza visionare le immagini, il neurochirurgo Le saprà certamente dare più certezze.
Non stia preoccupato.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 315XXX

grazie infinite appena faccio la visita ne darò comunicazione.


[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla! Ok, mi faccia sapere.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 315XXX

Buonasera Dr. Ferrarolo, eccomi qua, ho eseguito una RM cerebrale consigliata dal neurochirurgo a cui mi reo rivolto dopo l'esito della TAC.
Le riporto l'esito dell'esame:

In relazione al quesito clinico, in sede frontale sinistra parafalciale si conferma la presenza di piccola calcificazione di circa 1 cm, da riferire a semplice calcificazione della falce.
Regolare la fossa cranica posteriore ed il tronco encefalo. A carico della sostanza bianca di entrambi gli emisferi cerebrali in sede frontale sono evidenti alcune puntiformi alterazioni dell'intensità di segnale con caratteristiche di esiti datati (esiti di pregresse crisi cefalalgiche? fattori di rischio cardiovascolari?).
Non altre alterazioni in sede sotto e sovratentoriale.
Non si osservano patologici enhancement.
Strutture della linea mediana in asse.

Cordiali saluti.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la calcificazione della falce cerebrale non ha rilevanza clinica, da questo punto di vista può tranquillizzarsi.
In riferimento alle puntiformi alterazioni riscontrate, soffre di emicrania? Ha avuto in passato episodi di cefalea importante?

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 315XXX

Buongiorno, se per emicrania e episodi di cefalea importante si riferisce a forti mal di testa da dover assumere antidolorifici non ricordo nessun episodio...mi capita a volte di avere fastidi o nella zona frontale o che partono dalla nuca e mi prendono tutto il cranio (cervicali?).

Grazie ancora per la disponibilità.

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dalla Sua risposta sembrerebbe poco probabile che le puntiformi alterazioni riscontrate siano da correlare ad attacchi emicranici.
La causa a questo punto andrebbe ricercata altrove, con l'aiuto di un neurologo è possibile risalire a quella esatta, anche se a volte non si riesce a trovare.
Una delle strade da seguire potrebbe essere quella cardiologica, ovviamente non è la sola.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro