Utente
Buonasera,vorrei porre una domanda,non strettamente inerente al campo neurologico,che però mi sta creando alcuni dubbi e paure:4 anni fa per un trauma all'orecchio con conseguente otorragia,e frattura della mastode con conseguenti problemi delle rocche petrose mi sono dovuto sottoporre a 3 interventi chirurgici e svariate TAC per visualizzare l'andamento della frattura e la riuscita dell'intervento,in totale in 4 anni mi sono sottoposto a 9 TAC tutte senza mezzo di contrasto in media ne ho fatte due ravvicinate e poi una ogni sei mesi,ora non ne dovrò eseguire piu,ho anche provato a chiedere al medico se si sarebbe potuto sostituire la TAC alla RM ma lui ha negato ciò dicendo che i "problemi" ossei si visualizzano meglio con la TAC e io ovviamente ho ascoltato il suo consiglio,ora girando in rete mi sono accrto che le TAC sono altamente novice ,so che comuqnue uno studio di TAC all'orecchio non richiede alte quantità di radiazioni ,solo 2 msv di assorbimento(mi sono documentato su internet),in base alla vostra esperienza sono un numero alto di TAC?potrebbero esserci eventuali problemi?grazie mille.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

innanzitutto Le dico che il medico curante Le ha detto bene sostenendo che per lo studio delle strutture osse la TC è più indicata della RM.
Per il resto mi sento di tranquillizzarla, non avrà problemi in futuro, non viva con questa paura, stia sereno.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro