Utente cancellato
Gentili dottori, sono un ragazzo di 28 anni e da più di un anno ormai, quasi due, soffro al risveglio la mattina di gambe stanche e rigide. Avverto tale stanchezza ai piedi appena li poggio a terra (alla pianta), ai polpacci e in generale alle gambe, anteriormente e posteriormente. Iniziando poi a camminare i sintomi si alleviano o scompaiono a volte, mentre altre volte la stanchezza e la rigidità alle gambe persiste durante tutto il giorno, soprattutto se sto seduto a lungo per studio o per lavoro (faccio una vita molto sedentaria). Non soffro però di spasmi, nè debolezza, nè formicolii o altro, ho solo un senso di stanchezza e rigidità. Navigando su internet, appena i sintomi comparirono qualche anno fa, lessi di eventuali malattie neurologiche tipo: sla, sm e distrofie, cosi iniziarono le mie paure. In un anno infatti, ho eseguito quattro visite neurologiche, tutte con dottori diversi e sempre con esito negativo ( i neurologi mi hanno detto che l' ansia ha amplificato i sintomi di stanchezza muscolare, creandomi cosi un circolo vizioso di sintomi non reali e sfociando quasi in un qualcosa di ossessivo, tipo il controllo continuo dell' equilibrio, della coordinazione, del mio modo di camminare ecc....). Tutti hanno escluso problemi neurologici tanto che nessuno mi ha mai segnato una risonanza magnetica o altri esami neurologici. Solo nell' ultima visita fatta tre giorni fa, anch' essa negativa, il neurologo mi ha segnato delle analisi (CPK,VES, etc...) per valutare una eventuale disfunzione metabolica o tiroidea, avendo già escluso problemi neurologici come sla, sm, distrofie e malattie midollari. Le prime due visite neurologiche mi rassicurarono molto e cosi tornai a vivere senza più pensieri per alcuni mesi, fino a quando poi i sintomi si ripresentarono e con loro le mie paure ( sempre dopo periodi di stress). Ora mi chiedo:

1) 4 visite negative in un anno possono escludere sla, sm o distrofie ecc...?

2) Qualora dovessero uscire valori del CPK alto, potrei comunque non pensare a problemi neurologici come sla o sm o a distrofie muscolari? Oppure un cpk alto annullerebbe l esito negativo della visita fatta?

3) l' indolenzimento inoltre alle gambe parte da sotto ai glutei, ad entrambi, e si estende ai polpacci, alla pianta del piede, all' anca, alla zona lombare a volte. Potrebbe essere a questo punto un problema ortopedico causato dalla schiena, una lombo-sciatalgia o qualcosa di simile? Esclusi problemi neurologici, potrebbe essere ortopedico il problema ( ad esempio se sto molto in piedi e uso scarpe basse, inizio a sentire dolore ai talloni, alla parte lombare e posteriore delle gambe e ai polpacci)? Spero sia solo un fatto muscolare dovuto alla mancanza di attività fisica e alla sedentarietà.

4) come mai secondo voi, le gambe non riposano la notte e al mattino ho questi sintomi? Ansia? ipocondria?



Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

ovviamente con quattro visite neurologiche negative presso colleghi diversi può escludere le malattie che teme.
Per riguarda un eventuale CPK elevato, dipende dal valore riscontrato, infatti per valori fino al doppio o triplo rispetto alla norma non sempre ci sarebbe da preoccuparsi potendo dipendere anche da variabili fisiologiche come l'attività fisica.
Anche un problema della colonna vertebrale, in particolare del tratto lombosacrale, potrebbe teoricamente essere la causa della sintomatologia riferita.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
384793

dal 2016
Gentile dott. Ferraloro grazie per la sua risposta. Ultimamente ad esempio, le gambe si stancano subito a livello muscolare, ad esempio se sto piegato sulle gambe anche per pochi minuti, dopo mi fanno male i muscoli anteriori delle gambe e mi tira fino sotto al piede e man mano poi passa, se invece mi alzo e mi abbasso tipo squat, mi fanno male i muscoli posteriori ecc... Non è dolore forte, tipo stanchezza, calore, bruciore. Non so quanto l ansia e la paura possa provocare tutto ciò, forse esaspera i sintomi sicuramente. Farò la prossima settimana il cpk e le altre analisi, sperando escano valori normali. Se dovesse uscire tutto normale ai valori e le 4 visite neurologiche sono negative, a quel punto dovrei indagare il campo ortopedico? Di neurologico non ci sarebbe nulla vero?. Grazie mille.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, potrebbe indagare a livello della colonna vertebrale e/o rivolgersi anche ad un reumatologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
384793

dal 2016
Gentile dottor Ferraloro da domani inizierò a fare attività fisica e a muovermi come una volta, forse così finiranno paure e ansie inutili per la mia età. Forse devo solo fare sport e dimagrire 10 chili, li sta il problema mi sa , altro che sla o paure varie. Più sto chiuso e fermo più sto male.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

decisione assolutamente condivisibile e saggia, stia tranquillo.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
384793

dal 2016
Gentile dottore stamane ho iniziato la corsa dopo 7 anni di totale mancanza di attività fisica. Su un percorso di 4 km, solo 2.5 di corsa moderata e il resto passo svelto ( 7 anni fa correvo 8 km no stop), poi a casa 20 minuti di stretching. Domani mattina stesso orario alle 6e30 sveglia e corsa. Mi sento già bene :). Domani spero di fare più km però. Grazie ancora.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, all'inizio non faccia troppi sforzi, l'attività fisica deve essere incrementata gradualmente.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
384793

dal 2016
Gentile dottore Ferraloro, a distanza di due settimane dall' inizio dell' attività fisica, tutto è scomparso: stanchezza, debolezza, ansia ecc.. Tutte le mattina faccio 6 km di scorsa associata a stretching e sto BENE. Purtroppo però da 5 giorni soffro di fascite plantare ad entrambi i piedi, dolori alle caviglie e al cuboide del piede sinistro. Il mio medico mi aveva consigliato di fermarmi e non correre e usare scarpe appropriate per il running, ma io preso dalla foga e dalla voglia di stare bene, ho continuato a correre peggiorando le cose e ora non posso quasi camminare e sto assumendo antiinfiammatori e voltaren (sono costretto al riposo). Le volevo chiedere due cose:

1) la fascite plantare ha qualcosa a che vedere con sla o sm o dipende dalle scarpe inappropriate e dalla corsa semplicemente troppo aggressiva?

2) il fatto che per 2 settimane ho corso ogni mattina 6 km senza stanchezza nè problemi con relativi esercizi di stretching e tutti i sintomi e le paure sono scomparsi, vuol dire che non cè nessuna malattia tipo sla o sm, altrimenti tutto ciò sarebbe impossibile farlo (correre 6 km, andare in bici ecc)? Quindi non ho nulla

Grazie mille.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la fascite plantare è una patologia di competenza ortopedica e non ha nulla a che fare con le malattie che teme, peraltro di competenza neurologica.
Alla seconda domanda Le rispondo in maniera affermativa, non pensi più alla SM e alla SLA.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro